๐—ฅ๐—˜ ๐—ฃ๐—œ๐—ฅ๐—”๐—ก๐—œ ๐—š๐—œ๐—ข๐—–๐—” ๐—–๐—ข๐—Ÿ ๐—™๐—จ๐—ข๐—–๐—ข. ๐—” ๐—ฅ๐—œ๐—ฆ๐—–๐—›๐—œ๐—ข ๐—Ÿ๐—” ๐—ง๐—˜๐—ก๐—จ๐—ง๐—” ๐——๐—˜๐—Ÿ๐—Ÿ๐—” ๐— ๐—”๐—š๐—š๐—œ๐—ข๐—ฅ๐—”๐—ก๐—ญ๐—”!
๐—ฆ๐—”๐—Ÿ๐—” ๐—š๐—œ๐—”๐—Ÿ๐—Ÿ๐—” ๐—จ๐—ก ๐—ฉ๐—ข๐—ง๐—ข ๐—œ๐—ก ๐—ฃ๐—œ๐—จโ€™ ๐—ฃ๐—˜๐—ฅ ๐—Ÿ๐—”๐—ง๐—œ๐—ก๐—œ, ๐—จ๐—ก๐—ข ๐—œ๐—ก ๐— ๐—˜๐—ก๐—ข ๐—ฃ๐—˜๐—ฅ ๐—œ๐—Ÿ ๐—ฆ๐—œ๐—ก๐——๐—”๐—–๐—ข

๐—ฅ๐—˜ ๐—ฃ๐—œ๐—ฅ๐—”๐—ก๐—œ ๐—š๐—œ๐—ข๐—–๐—” ๐—–๐—ข๐—Ÿ ๐—™๐—จ๐—ข๐—–๐—ข. ๐—” ๐—ฅ๐—œ๐—ฆ๐—–๐—›๐—œ๐—ข ๐—Ÿ๐—” ๐—ง๐—˜๐—ก๐—จ๐—ง๐—” ๐——๐—˜๐—Ÿ๐—Ÿ๐—” ๐— ๐—”๐—š๐—š๐—œ๐—ข๐—ฅ๐—”๐—ก๐—ญ๐—”!๐—ฆ๐—”๐—Ÿ๐—” ๐—š๐—œ๐—”๐—Ÿ๐—Ÿ๐—” ๐—จ๐—ก ๐—ฉ๐—ข๐—ง๐—ข ๐—œ๐—ก ๐—ฃ๐—œ๐—จโ€™ ๐—ฃ๐—˜๐—ฅ ๐—Ÿ๐—”๐—ง๐—œ๐—ก๐—œ, ๐—จ๐—ก๐—ข ๐—œ๐—ก ๐— ๐—˜๐—ก๐—ข ๐—ฃ๐—˜๐—ฅ ๐—œ๐—Ÿ ๐—ฆ๐—œ๐—ก๐——๐—”๐—–๐—ข

Loading

๐—ฆ๐—ผ๐˜๐˜๐—ผ ๐—ฎ๐—ฐ๐—ฐ๐˜‚๐˜€๐—ฎ ๐—น๐—ฎ ๐—น๐—ถ๐—ป๐—ฒ๐—ฎ ๐˜ƒ๐—ฒ๐—ฟ๐˜๐—ถ๐—ฐ๐—ถ๐˜€๐˜๐—ถ๐—ฐ๐—ฎ ๐—ฑ๐—ฒ๐—น ๐—ป๐—ฒ๐—ผ ๐—ฝ๐—ฟ๐—ถ๐—บ๐—ผ ๐—ฐ๐—ถ๐˜๐˜๐—ฎ๐—ฑ๐—ถ๐—ป๐—ผ, ๐—ถ๐—ป๐—ฐ๐—ฎ๐—ฝ๐—ฎ๐—ฐ๐—ฒ ๐—ฑ๐—ถ ๐—ฑ๐—ถ๐—ฎ๐—น๐—ผ๐—ด๐—ฎ๐—ฟ๐—ฒ ๐—ฐ๐—ผ๐—ป ๐—น๐—ฒ ๐—ป๐˜‚๐—บ๐—ฒ๐—ฟ๐—ผ๐˜€๐—ฒ ๐—ฒ ๐˜€๐—ถ๐—ป ๐˜๐—ฟ๐—ผ๐—ฝ๐—ฝ๐—ผ ๐˜ƒ๐—ฎ๐—ฟ๐—ถ๐—ฒ๐—ด๐—ฎ๐˜๐—ฒ ๐—ฎ๐—ป๐—ถ๐—บ๐—ฒ ๐—ฑ๐—ถ ๐˜‚๐—ป๐—ฎ ๐—บ๐—ฎ๐—ด๐—ด๐—ถ๐—ผ๐—ฟ๐—ฎ๐—ป๐˜‡๐—ฎ ๐˜๐—ฟ๐—ผ๐—ฝ๐—ฝ๐—ผ ๐—ฎ๐—บ๐—ฝ๐—ถ๐—ฎ ๐—ฒ ๐—น๐—ถ๐˜๐—ถ๐—ด๐—ถ๐—ผ๐˜€๐—ฎ. ๐——๐—ฎ๐—น๐—น๐—ฎ ๐˜ƒ๐—ถ๐˜๐˜๐—ผ๐—ฟ๐—ถ๐—ฎ ๐—ฑ๐—ฒ๐—น ๐—ฏ๐—ฎ๐—น๐—น๐—ผ๐˜๐˜๐—ฎ๐—ด๐—ด๐—ถ๐—ผ ๐—ฎ๐—ฑ ๐—ผ๐—ด๐—ด๐—ถ ๐—ป๐—ผ๐—ป ๐—ฐ๐—ผ๐—ป๐˜ƒ๐—ผ๐—ฐ๐—ฎ๐˜๐—ฎ ๐—ฑ๐—ฎ ๐—ฃ๐—ถ๐—ฟ๐—ฎ๐—ป๐—ถ ๐˜‚๐—ป๐—ฎ ๐˜€๐—ผ๐—น๐—ฎ ๐˜€๐—ฒ๐—ฑ๐˜‚๐˜๐—ฎ ๐—ถ๐—ป๐˜๐—ฒ๐—ฟ๐—ฝ๐—ฎ๐—ฟ๐˜๐—ถ๐˜๐—ถ๐—ฐ๐—ฎ ๐—ฝ๐—ฒ๐—ฟ ๐˜€๐˜๐—ฎ๐—ฏ๐—ถ๐—น๐—ถ๐—ฟ๐—ฒ ๐˜‚๐—ป๐—ฎ ๐—น๐—ถ๐—ป๐—ฒ๐—ฎ ๐—ฐ๐—ผ๐—บ๐˜‚๐—ป๐—ฒ ๐—ฐ๐—ผ๐—ป๐—ฑ๐—ถ๐˜ƒ๐—ถ๐˜€๐—ฎ ๐—ฑ๐—ฎ ๐˜๐˜‚๐˜๐˜๐—ถ. ๐—ฆ๐—ฐ๐—ผ๐—ป๐˜๐—ฟ๐—ผ ๐—ถ๐—ป๐—ฒ๐˜ƒ๐—ถ๐˜๐—ฎ๐—ฏ๐—ถ๐—น๐—ฒ ๐—ฎ๐—น๐—น๐—ฒ ๐—ฝ๐—ผ๐—ฟ๐˜๐—ฒ ๐—ฐ๐—ผ๐—ป ๐—Ÿ๐—ฎ๐˜๐—ถ๐—ป๐—ถ ๐—ฐ๐—ฎ๐—ฝ๐—ฎ๐—ฐ๐—ฒ, ๐—ฐ๐—ผ๐—ป ๐˜‚๐—ป ๐—ฐ๐—ผ๐—น๐—ฝ๐—ผ ๐—ฑ๐—ถ ๐—บ๐—ฎ๐—ด๐—ถ๐—ฎ ๐—ฝ๐—ผ๐—น๐—ถ๐˜๐—ถ๐—ฐ๐—ฎ, ๐—ฑ๐—ถ ๐—ฝ๐—ผ๐—ฟ๐˜๐—ฎ๐—ฟ๐—ฒ ๐—ฎ ๐Ÿฑ ๐—ถ ๐—ฝ๐—ฟ๐—ผ๐—ฝ๐—ฟ๐—ถ ๐—ฟ๐—ฎ๐—ฝ๐—ฝ๐—ฟ๐—ฒ๐˜€๐—ฒ๐—ป๐˜๐—ฎ๐—ป๐˜๐—ถ ๐—ถ๐—ป ๐—–๐—ผ๐—บ๐˜‚๐—ป๐—ฒ ๐—ฒ ๐—ฑ๐—ถ ๐˜€๐˜ƒ๐—ถ๐—ป๐—ฐ๐—ผ๐—น๐—ฎ๐—ฟ๐˜€๐—ถ ๐—ฑ๐—ฎ๐—น ๐—ฟ๐—ถ๐—ฐ๐—ฎ๐˜๐˜๐—ผ โ€œ๐—ฝ๐—ฟ๐—ฒ๐—ป๐—ฑ๐—ฒ๐—ฟ๐—ฒ ๐—ผ ๐—น๐—ฎ๐˜€๐—ฐ๐—ถ๐—ฎ๐—ฟ๐—ฒโ€ ๐—ฑ๐—ฒ๐—น ๐—ฆ๐—ถ๐—ป๐—ฑ๐—ฎ๐—ฐ๐—ผ. ๐—–๐—ผ๐˜€๐—ฎ ๐—ฎ๐—ฐ๐—ฐ๐—ฎ๐—ฑ๐—ฟ๐—ฎฬ€? ๐—Ÿ๐—ฎ ๐˜€๐—ผ๐—น๐˜‚๐˜‡๐—ถ๐—ผ๐—ป๐—ฒ ๐—ป๐—ฒ๐—น๐—น๐—ฒ ๐—บ๐—ฎ๐—ป๐—ถ ๐—ฑ๐—ถ ๐—ฃ๐—ถ๐—ฟ๐—ฎ๐—ป๐—ถ, ๐—ถ๐—ป๐˜ƒ๐—ถ๐˜๐—ฎ๐˜๐—ผ ๐—ฎ๐—ฑ ๐—ฎ๐—ฏ๐—ฏ๐—ฎ๐˜€๐˜€๐—ฎ๐—ฟ๐—ฒ ๐—น๐—ฎ ๐˜๐—ฒ๐˜€๐˜๐—ฎ ๐—ฝ๐—ฒ๐—ฟ ๐—ถ๐—น ๐—ฏ๐—ฒ๐—ป๐—ฒ ๐—ฐ๐—ผ๐—บ๐˜‚๐—ป๐—ฒ ๐—ฒ ๐—ฑ๐—ฒ๐—น๐—น๐—ฎ ๐—ฐ๐—ถ๐˜๐˜๐—ฎฬ€.

PIRANI UOMO SOLO AL COMANDO: COSA DOVREBBE FARE?

View Results

Loading ... Loading ...

PIRANI a rischio maggioranza! A dirlo, inesorabilmente, i numeri. E la politica.

Proviamo ad essere piรน convincenti e soprattutto piรน chiari. Dei 16 voti che la legge elettorale ha appena assegnato a Francesco PIRANI, solo 9 Consiglieri (massimo 10 o al limite 11), sono da considerarsi nella piena disponibilitร  politica del neo Sindaco di Osimo!

Soltanto 11 voti; e nella migliore delle ipotesi! Ovvero conteggiando anche il favore niente affatto scontato nellโ€™arco di cinque lunghi anni dei โ€œgrandi esclusiโ€ dalla formazione della Giunta: Achille GINNETTI e Alberto Maria ALESSANDRINI PASSARINI ecc.

Su un plenum di 25 addetti ai lavori in sala Gialla, undici soli consensi costituiscono appena il 44% della forza impiegabile; in altri termini, PIRANI addio maggioranza prima ancora che il Commissario del percorso possa avere abbassato la bandiera a scacchi del via.

Come si รจ arrivati a questa conclusione, discretamente drammatica della volontร  di una cittร  e di un elettorato di Centro-Destra, con inclinazioni Civiche, illuso e abbandonato?

Si รจ giunti a questa spaccatura (che al momento, specifichiamo bene, รจ un grande spauracchio da tenere in debita considerazione e come tale ancora con margini per risultare governabile dalla politica) dando le carte, per settimane, mesi e anni interi (almeno due, se non piรน) esattamente al contrario di come il comune buon senso pater familias avrebbe consigliato.

Non una foto del 1.816 ma risalente a poche ore fa: Dino LATINI alza il braccio della vittoria a Francesco PIRANI, indicando nel Sindaco il vincitore. PIRANI fa lo stesso con LATINI attribuendogli, solo a gesti, la titolaritร  della vittoria. Scontro inevitabile. Si spera a ore la resa dei conti, con PIRANI chiamato a tonare rapidamente con i pedi sul pianeta Terra

A forza di fare tutto il contrario di quanto sarebbe servito, Civici e Centro-Destra si sono ormai abituati (e forse convinti) che le cose si risolvono amministrando alโ€ฆ contrario, ideando soluzioni sbagliate a problemi veri, spaccando ogni volta la testa sul muro cercando di stabilire chi, appunto, tra la testa e il muro, lโ€™abbia piรน duro!

Almeno qualche certezza, qua e lร , inizia a trapelare. A due settimane dal ballottaggio con tanto di apparentamento, pare ormai assodato che i muri siano in realtร  dotati di una testaโ€ฆ forse non pensante ma comunque assai piรน dura di quella rilasciata in dotazione a Francesco PIRANI.

Il neo Sindaco, non avendola ancora nemmeno delicatamente appoggiata sulla massicciata, probabilmente si illude; e tende ad autoconvincersi di aver oltrepassato, nella vita di provetto imprenditore, ostacoli ben piรน tosti di una disfida con la pattuglia dei cinque (quattro piรน uno) Consiglieri Latiniani.

Chiaramente PIRANI si illude, aspetta e spera. Convinto per davvero di detenere in cassaforte un mandato pieno a fare ciรฒ che ritiene piรน opportuno, scegliere chi desidera, bannare i non inquadrati, premiare la cerchia dei piรน fedeli, escludere il resto del mondo interoโ€ฆ senza neanche degnarsi di sentire qualcuno, raccogliere un parere, confrontare una strategia, chinare il capo.

Insomma Francesco PIRANI parrebbe, in appena due settimane, essersi auto incoronato Re di Osimo seguendo il peggio degli insegnamenti dellโ€™appena defenestrato Re Simone II.

In questa ottica, nellโ€™obiettivo di incastrare la nuova Giunta, non risulta che in due settimane dalla vittoria al ballottaggio (tanto tempo รจ giร  trascorso) PIRANI abbia ancora indetto una sola riunione โ€œinterpartiticaโ€ tra le liste fedeli a se stesso, i Ginnettiani, i Latiniani, gli Antonelliani e quei โ€œpoverettiโ€ di Fratelli di Italia, in Paradiso ma senza Santi locali da pregare.

Insomma la nuova Giunta e i Cda delle varie societร  municipalizzate vengono, di volta in volta, creati e smontati, anche nel breve volgere di poche ore, dal semplice giro di incontri e telefonate che PIRANI realizza, ogni giorno, in gran segreto di tutti; con contenuti e temi allโ€™oscuro, in primis, di chi dovrebbe condividerli!

Gli alleati, al momento, mugugnano. Mugugnano e lasciano fare. GINNETTI parrebbe tecnicamente in grado, con un solo voto a disposizione, di affrontare una logorante guerra di posizione e al momento resta alla finestra mostrando buon viso a cattivo gioco, certo di attendere PIRANI sul greto del Musone.

Stessa cosa, in buona sostanza, per Alberto Maria ALESSANDRINI PASSARINI ecc. rimasto a piedi, pare, nei vari intrecci possibili di Giunta ma forse, rispetto a GINNETTI, piรน speranzoso di cavarne fuori qualcosa di buono.

Da Bruxelles Carlo CICCIOLI segue a distanza la vicenda che i vuole Fratelli di Italia sullโ€™altalena, piรน volte al giorno, quando con due Assessorati, quando solo con FRONTINI, quando solo con la STAFFOLANI.

Dino LATINI, invece, da buon politico, osserva, ragiona e calcola armandosi di pallottoliere: Monica BORDONI, Stefano SIMONCINI, Matteo SABBATINI e il suo voto personale costituiscono per i Civici storici doc quattro voti che garantiscono abbastanza circa il fatto di non poter essere messi nel ripostiglio, come una vecchia scopa in disuso.

In piรน, autentico capolavoro, possiamo garantire PIRANI di un quinto Consigliere (non sveliamo se uomo o donna per non bruciare anzi tempo la pedina) fatto candidare e fatto eleggere da LATINI appositamente allo scopo!

Un voto numero cinque con il quale PIRANI, se davvero non dovesse credere allโ€™amara realtร  e scegliere di chiudere anzitempo la propria mini carriera da Sindaco, sarร  ricondotto o a piรน miti consigli o addirittura in braccio al soccorso rosso dei Pugnaloniani in Consiglio comunale.

Ma a questa ipotesi di una Giunta PIRANI con dentro Fratelli di Italia e sostenuta dallโ€™esterno addirittura dal Partito Democraticoโ€ฆ vorremmo davvero non credere.

Mentre dobbiamo credere ad un messaggio โ€œnervosettoโ€, di questi ultimi minuti, spedito al Sindaco direttamente da Bruxelles e a firma On. CICCIOLI; europarlamentare che ancora nemmeno sogna di finire col poter essere appoggiato dagli Schlein osimani!

Questo il testo del comunicato recapitato da CICCIOLI a PIRANI a nome di Fratelli di Italia:

โ€œCompetenza, consenso, rappresentativitร  politica e sociale. Questi gli ingredienti giusti da seguire per la composizione di una Giunta; sono certo che il neo eletto Primo cittadino di Osimo, Francesco PIRANI condividerร  con me: prima della mediazione, la qualitร  della squadra della Giunta.

Vale a dire, non accontentare tutti, ma piuttosto scegliere il meglio a livello di Assessori per essere supportato nellโ€™amministrare la cittร , facendola ripartire dopo dieci anni di immobilismo del Partito democratico e risolvere i tanti problemi che gli osimani hanno evidenziato in questo tempo.

Il secondo step sarร  quello di valorizzare gli eletti e i non eletti della coalizione che ha portato PIRANI alla vittoria, tenendo ben presente che non si sarebbe vinto se non ci fossero state le Civiche storiche di LATINI e se non si fosse trovato lโ€™accordo con le Civiche di ANTONELLI.

E aggiungo che se non ci fosse stato anche il nostro impegno e il nostro senso di responsabilitร  non avremmo vinto; e governerebbe il Pd.

Gestiamo insieme con buon senso il grande risultato, altrimenti perdiamo tutti, ma soprattutto perde Osimo.

PIRANI รจ il Sindaco della cittร , cosรฌ si รจ espresso il popolo; decida lui con lungimiranza e generositร โ€.

๐—™๐—”๐—ง๐—ง๐—” ๐—Ÿ๐—” ๐—ก๐—จ๐—ข๐—ฉ๐—” ๐—š๐—œ๐—จ๐—ก๐—ง๐—”! ๐—ฃ๐—˜๐—ฅ ๐—ฃ๐—œ๐—ฅ๐—”๐—ก๐—œ ๐—Ÿ๐—ข ๐—ฆ๐—–๐—›๐—˜๐— ๐—” ๐Ÿฏ-๐Ÿฎ-๐Ÿญ-๐Ÿญ
๐—–๐—ข๐—ก ๐—œ ๐—ก๐—˜๐—ช ๐—˜๐—ก๐—ง๐—ฅ๐—ฌ ๐—ฃ๐—”๐—ข๐—Ÿ๐—ข ๐—ฆ๐—ง๐—ฅ๐—”๐—ฃ๐—ฃ๐—”๐—ง๐—ข ๐—˜ ๐—™๐—˜๐——๐—˜๐—ฅ๐—œ๐—–๐—” ๐—™๐—”๐—ก๐—ง๐—”๐—ฆ๐—œ๐—”
๐—”๐—ก๐—ง๐—ข๐—ก๐—˜๐—Ÿ๐—Ÿ๐—œ, ๐—ฃ๐—”๐—Ÿ๐—”๐—ญ๐—ญ๐—œ๐—ก๐—œ, ๐—™๐—ฅ๐—ข๐—ก๐—ง๐—œ๐—ก๐—œ, ๐—ฆ๐—”๐—•๐—•๐—”๐—ง๐—œ๐—ก๐—œ ๐—˜ ๐—•๐—ข๐—ฅ๐——๐—ข๐—ก๐—œ ๐—œ๐—ก ๐—š๐—œ๐—จ๐—ก๐—ง๐—”
๐—•๐—”๐—Ÿ๐—Ÿ๐—”๐—ก๐—ข ๐—ง๐—ฅ๐—˜ โ€œ๐—ค๐—จ๐—ข๐—ง๐—˜ ๐—ฅ๐—ข๐—ฆ๐—”โ€ ๐—ฃ๐—˜๐—ฅ ๐——๐—จ๐—˜ ๐—ฆ๐—ข๐—Ÿ๐—œ ๐—”๐—ฆ๐—ฆ๐—˜๐—ฆ๐—ฆ๐—ข๐—ฅ๐—”๐—ง๐—œ ๐—ฅ๐—œ๐— ๐—”๐—ฆ๐—ง๐—œ