25 MARZO 2022, OSIMO UFFICIALMENTE NELL’EVO SOCIAL
BYPASSATA LA VECCHIA STAMPA, SOSTITUITA DA FACEBOOK

25 MARZO 2022, OSIMO UFFICIALMENTE NELL’EVO SOCIAL BYPASSATA LA VECCHIA STAMPA, SOSTITUITA DA FACEBOOK

 37,209 total views,  2 views today

Per la prima volta, su un tema concreto come il mantenimento di un servizio sanitario (Diabetologia) gli amministratori dei principali gruppi cittadini hanno chiesto e ottenuto udienza ai massimi vertici regionali, portando persino a casa la risoluzione del problema. Grande scorno per il Sindaco Pugnaloni


Ignorata dalla stampa, anche Osimo è entrata ufficialmente nel nuovo Millennio. La data esatta, per gli storici che vorranno approfondire, è appena passata e verrà ricordata cadere esattamente venerdì 25 marzo scorso. Con tanto di orario presunto, assai vicino la realtà: ore 16 circa.
Nel nostro piccolo una sorta di scoperta dell’America; 6.357 mesi dopo, circa, l’impresa di Colombo, la data del 25 marzo 2022 rimarrà quale ideale spartiacque tra il vecchio e tradizionale modo di fare ufficialmente informazione (scritta e/o on line) e il nuovo modo di comunicare (e addirittura risolvere persino le questioni) attraverso trafficatissimi social.
A spedire in pensione il modo comunicare che fu, nel caso specifico, hanno pensato tre distinti gruppi, attivi in città sulle pagine Facebook, titolari complessivamente del consenso e dell’interesse di 18.367 osimani; uno più, due in meno.
A “Miti e leggende di Osimo di fine secolo” (sostenuto nell’impresa dalle altre due pagine minori) il merito di aver intuito per primo il cambiamento, velocissimo, dei tempi. E di averne approfittato.
Sul tema sociale prescelto, del resto, solo l’imbarazzo della scelta. L’argomento a cui affidare il debutto è stato così scelto tra i molti disponibili in tema sanitario; un argomento, del resto, quello della salute, sempre di attualità nella popolazione.

Nella schermata Zoom i 9 partecipanti al confronto del 25 marzo

Casus belli il servizio di Diabetologia che la Direzione sanitaria dell’Inrca avrebbe voluto portare o riportare, non si è ben compreso, da Osimo ad Ancona. Un argomento neanche troppo pregnante, in confronto, visto l’ampio disinteresse di popolo nei decenni passati, per la sorte del mai nato nuovo ospedale.
Eppure stavolta ha funzionato. Forte della considerazione che la politica ha scoperto dover attribuire ai nuovi spazi di comunicazione, è bastato che i tre amministratori dei gruppi social alleati, facessero circolare la voce del problema da risolvere, per ottenere udienza e pure immediata, nientemeno che dai massimi vertici decisionali in Regione.
Chi avrebbe potuto scommettere, appena 10 anni fa, che avremmo presto visto il momento di trovare sull’attenti, in contemporanea, sia il Direttore sanitario del S.S. Benvenuto e Rocco Gianni GENGA che l’Assessore regionale alla Sanità Filippo SALTAMARTINI?
Eppure è successo! Ed è successo, per i libri di scuola futuri sull’Osimanità, venerdì pomeriggio 25 marzo 2022, nuovo Evo social. Da un lato, in contemporanea zoom, i tre ricordati amministratori chiamati a confrontarsi e annotare risposte positive dai vari GENGA e SALTAMARTINI, ma anche dal Presidente del Consiglio Regionale Dino LATINI e dalla candidata a Sindaco delle Civiche e del Centro-Destra Monica BORDONI.
Mancava, grande assente, il Sindaco Simone PUGNALONI (e la fida scudiera Michela GLORIO, telecomandata dall’On. GIACCO, parimenti, quale candidata 2024 per le Comunali) ma del resto dopo l’improvvida uscita pubblica del Sindaco, sempre su Facebook, con i tre gruppi social etichettati come “terroristi” solo per aver sollevato il problema Diabetologia, il non invito di PUGNALONI allo storico appuntamento era da considerarsi come già scritto nella Storia.
Che altro aggiungere? Detto che l’incontro parrebbe aver partorito il risultato atteso, ovvero il pressochè certo ripristino del servizio in città (promesso fin dal prossimo 10 aprile) e ricordata l’ennesima brutta figura a cui da tempo pare abbonato un Primo cittadino lontano mille miglia da qualsiasi argomento non capiti nella sua testa per primo, non resta che annotare la sconfitta grave degli ex media, surclassati sul campo, sul terreno specifico dell’informazione e persino della capacità politica di trattare, in una data ben visibile, quella del ricordato 25 marzo. Con la certezza di una prospettiva non oltre arginabile ma sempre più delegante al fai da te; e in quanto tale capace di incassare rispetto, attenzione e risposte dai diretti interessati evitando l’antica mediazione della vecchia informazione parruccona, decisamente lontana dalle esigenze e dai nuovi tempi.


Il ricordo dei nostri cari - Marzo 2022
"MANCINI È PERSONA A MODO, DEGNA DELLA MASSIMA STIMA"
ACQUAROLI SFIDA LE REGOLE DEL CALCIO E CONFERMA IL CT