๐‹๐€ ๐‹๐„๐†๐€ ๐“๐‘๐€๐ƒ๐ˆ๐’๐‚๐„ ๐Ž๐‘๐’๐„๐“๐“๐ˆ, ๐๐ˆ๐„๐๐“๐„ ๐’๐…๐„๐‘๐ˆ๐’๐“๐„๐‘๐ˆ๐Ž!
๐’๐€๐‹๐“๐€ ๐‹๐€ ๐๐Ž๐Œ๐ˆ๐๐€, ๐’๐€๐‹๐“๐€๐๐Ž ๐ˆ ๐Ÿ”.๐Ÿ“๐ŸŽ๐ŸŽ ๐„๐”๐‘๐Ž ๐Œ๐„๐๐’๐ˆ๐‹๐ˆ

๐‹๐€ ๐‹๐„๐†๐€ ๐“๐‘๐€๐ƒ๐ˆ๐’๐‚๐„ ๐Ž๐‘๐’๐„๐“๐“๐ˆ, ๐๐ˆ๐„๐๐“๐„ ๐’๐…๐„๐‘๐ˆ๐’๐“๐„๐‘๐ˆ๐Ž!๐’๐€๐‹๐“๐€ ๐‹๐€ ๐๐Ž๐Œ๐ˆ๐๐€, ๐’๐€๐‹๐“๐€๐๐Ž ๐ˆ ๐Ÿ”.๐Ÿ“๐ŸŽ๐ŸŽ ๐„๐”๐‘๐Ž ๐Œ๐„๐๐’๐ˆ๐‹๐ˆ

 12,060 total views,  2 views today

๐‹โ€™๐ž๐ฑ ๐’๐ข๐ง๐๐š๐œ๐จ, ๐ฏ๐ข๐ฌ๐ญ๐š ๐ฅ๐š ๐ฆ๐š๐ฅ๐š ๐ฉ๐š๐ซ๐š๐ญ๐š ๐ฉ๐จ๐ฅ๐ข๐ญ๐ข๐œ๐š, ๐ก๐š ๐š๐ง๐ญ๐ข๐œ๐ข๐ฉ๐š๐ญ๐จ ๐ ๐ฅ๐ข ๐ž๐ฏ๐ž๐ง๐ญ๐ข ๐œ๐ก๐ข๐š๐ฆ๐š๐ง๐๐จ๐ฌ๐ข ๐Ÿ๐ฎ๐จ๐ซ๐ข ๐๐š๐ฅ๐ฅ๐š ๐œ๐จ๐ซ๐ฌ๐š ๐š ๐’๐จ๐ฏ๐ซ๐ข๐ง๐ญ๐ž๐ง๐๐ž๐ง๐ญ๐ž ๐ฅ๐ข๐ซ๐ข๐œ๐จ ๐๐ž๐ฅ๐ฅโ€™๐€๐ฌ๐ฌ๐จ๐œ๐ข๐š๐ณ๐ข๐จ๐ง๐ž ๐ฆ๐š๐œ๐ž๐ซ๐š๐ญ๐ž๐ฌ๐ž. ๐๐ฎ๐š๐ฅ๐œ๐จ๐ฌ๐š ๐๐ข ๐ฌ๐ข๐ฆ๐ข๐ฅ๐ž ๐š๐œ๐œ๐š๐๐๐ž ๐œ๐จ๐ง ๐ฅ๐ž ๐๐ข๐ฆ๐ข๐ฌ๐ฌ๐ข๐จ๐ง๐ข ๐๐ž๐ฅ๐ฅ๐จ ๐ฌ๐ญ๐ž๐ฌ๐ฌ๐จ ๐Ž๐ซ๐ฌ๐ž๐ญ๐ญ๐ข ๐๐š๐ฅ๐ฅ๐š ๐ฉ๐ซ๐ž๐ฌ๐ข๐๐ž๐ง๐ณ๐š ๐๐ž๐ฅ ๐‚๐š๐ฆ๐ฉ๐š๐ง๐š. ๐€ ๐๐ž๐ญ๐ž๐ซ๐ฆ๐ข๐ง๐š๐ซ๐ž ๐ฅโ€™๐š๐ญ๐ญ๐ฎ๐š๐ฅ๐ž ๐ข๐ง๐œ๐š๐ ๐ฅ๐ข๐จ, ๐ข๐ฅ ๐ฆ๐š๐ง๐œ๐š๐ญ๐จ ๐ฌ๐ญ๐จ๐ฉ ๐๐ข ๐Ÿ ๐š๐ง๐ง๐ข ๐ญ๐ซ๐š ๐ฅโ€™๐ข๐ง๐œ๐š๐ซ๐ข๐œ๐จ ๐ž ๐ฅ๐š ๐Ÿ๐ฎ๐ง๐ณ๐ข๐จ๐ง๐ž ๐ฉ๐ฎ๐›๐›๐ฅ๐ข๐œ๐š, ๐ญ๐ฎ๐ญ๐ญโ€™๐จ๐ซ๐š ๐ซ๐ข๐œ๐จ๐ฉ๐ž๐ซ๐ญ๐š ๐ข๐ง ๐‘๐ž๐ ๐ข๐จ๐ง๐ž.

E come per il Campana, nuovo passo indietro di Raimondo ORSETTI; stavolta dal fronte maceratese del teatro allโ€™aperto Sferisterio, 6.500 euro mensili di indennizzo, assicurati per il biennio 2023-2024.

Stavolta, a differenza dellโ€™Istituto permanente per la cultura, a formare un ostacolo insormontabile, non ha pesato una incompatibilitร , presunta e reale, tra il ruolo pubblico dellโ€™ex Sindaco di mega dirigente regionale alla Cultura e quello presidenziale del Campana; piรน brutalmente, a non far tornare i conti, avrebbe pesato la scelta, risultata sbagliata, di affidarsi al candidato elettoralmente vincente (il Sindaco e Presidente della Provincia di Macerata Sandro PARCAROLI) quanto politicamente perdente.

Eppure la mossa di portare ORSETTI, una volta pensionato, al vertice del tempio lirico marchigiano, non era stata pensata male. A cominciare dal bando di partecipazione che, con un tratto di penna, alla voce โ€œobbligo di laureaโ€, aveva messo fuorigioco, senza colpo ferire, nientemeno che il Sovrintendente uscente Luciano MESSI, nonchรฉ rivale piรน pericoloso per ciascuno dei 24 pretendenti iniziali.

Nell’immagine, di qualche giorno fa, il Sindaco di Macerata Sandro PARCAROLI e il mancato Sovrintendente Raimondo ORSETTI

MESSI, narrano i bene informati, non la prese troppo bene. Anzi affatto. Tanto da promettere โ€œtremenda vendettaโ€ a qualsiasi laureato avesse voluto soffiargli la poltrona da sotto il naso. Come? Allertando alla bisogna ciascuno degli 11, anzi 10 visto il doppio ruolo di PARCAROLI, componenti il Consiglio di Amministrazione lirico.

Nel frattempo, venendo ai giorni nostri, dei 24 pretendenti iniziali solo in tre superarono la prima selezione: esattamente il manager di Porto San Giorgio Giacomo MIANDRO, lโ€™ex Direttore generale del ROF di Pesaro Flavio CAVALLI e il nostro Raimondo ORSETTI, 65 anni a breve e da luglio in pensione, Dirigente di primissimo piano a Palazzo Raffaello, nonostante lo storico cambio della guardia CERISCIOLI-ACQUAROLI in Regione.

Proprio il fatto di non aver ancora maturato la messa a riposo, evento previsto solo tra otto mesi, ha giocato ad ORSETTI un brutto scherzo che, la politica, per quanto di potere e a targa Lega, non รจ riuscita a sopperire.

Una norma dimenticata dello Sferisterio prevede, infatti, che tra la messa a riposo di un funzionario pubblico e la sua ascesa allโ€™ente lirico, debba compiersi un periodo di raffreddamento dei ruoli di almeno due anni. Circostanza che il 1ยฐ gennaio 2023 non solo non sarebbe ricorsa ma neanche avrebbe iniziato ad accumulare alcun effetto visto che ORSETTI, il nuovo anno, lo avrebbe addirittura iniziato con un doppio incarico.

Ma tantโ€™รจ. La settimana scorsa il Sindaco PARCAROLI, nel tentativo disperato di mettere il Cda di fronte al fatto compiuto, prova a convocare il Cda con il nome di ORSETTI prescelto e tanto di parere legale, di un avvocato amministrativista, utile a sgomberare il campo dallโ€™incompatibilitร , presunta o reale, incombente su ORSETTI.

La mossa dโ€™azzardo non funziona. In particolare uno dei Consiglieri dello Sferisterio (individuato in un rappresentante dellโ€™universitร  di Macerata) punta i piedi, coinvolgendo nel dissenso parti significative del CdA.

PARCAROLI prende tempo; non ritira la candidatura ORSETTI ma neanche pone ai voti il nominativo, dimostrando di controllare ben poco dei nominativi prescelti, da Sindaco e da Presidente provinciale!

Fino al colpo di teatro di mercoledรฌ mattina allorquando il Dirigente regionale alla Cultura, al Turismo e alla Internazionalizzazione, mangiata ampiamente la foglia, decide di togliere il disturbo, giusto in coincidenza con la maxi scossa di terremoto!

โ€œLo Sferisterio โ€“ ha spiegato il manager osimano in una nota inviata allโ€™Associazione lirica โ€“ non puรฒ permettersi di aspettare ancora, settimane o mesi, la nomina di un Sovrintendenteโ€.

Un bel gesto, quello di ORSETTI, ormai obbligato, vista lโ€™incapacitร  politica della Lega (sovra rappresentata nel Maceratese rispetto alla reale consistenza in declino) di far valere il proprio peso.

Una mossa, quella dellโ€™ultimo Sindaco democristiano di Osimo, frutto del lunghissimo corso politico del personaggio, chiamato ormai, unicamente, a provare a salvare la faccia, rispetto al cattivo gioco.

Questi, per la cronaca, i nominativi degli undici componenti del Cda contrario, di fatto, a ratificare ORSETTI: Sandro PARCAROLI (Sindaco e Presidente della Provincia di Macerata, voto doppio), Valfrido CECCONI (rappresentante dei 100 consorti che diedero vita al teatro), Carla SAGRETTI (ex Provveditore agli Studi della provincia di Macerata), Andrea MOZZONI (Giornalista in quota Fratelli di Italia), Claudio PETTINARI (Rettore universitร  Camerino), Francesco ADORNATO (Rettore universitร  Macerata) e Franco MALGRANDE, Gabriella ALMANZA, Filippo OLIVELLI e Giuseppe RIVETTI, tratti tutti degli ambienti universitari maceratesi.

โ€œ๐€๐‚๐‡๐ˆ๐‹๐‹๐„ ๐‹๐€๐”๐‘๐Ž? ๐†๐‹๐ˆ ๐Ž๐’๐ˆ๐Œ๐€๐๐ˆ ๐๐Ž๐ ๐’๐Ž๐๐Ž ๐๐Ž๐“๐”๐“๐ˆ ๐•๐„๐๐ˆ๐‘๐„โ€ฆ
๐’๐„ ๐Œ๐€๐†๐€๐‘๐ˆ ๐€๐•๐„๐’๐’๐„๐‘๐Ž ๐๐Ž๐“๐”๐“๐Ž ๐๐„๐‘๐Œ๐„๐“๐“๐„๐‘๐’๐ˆ ๐ˆ๐‹ ๐๐ˆ๐†๐‹๐ˆ๐„๐“๐“๐Žโ€ฆโ€
๐๐Ž ๐€๐‹๐‹๐€ ๐Œ๐„๐’๐’๐€ ๐ˆ๐ ๐’๐ˆ๐‚๐”๐‘๐„๐™๐™๐€ ๐ƒ๐„๐‹๐‹โ€™๐ˆ๐๐‚๐‘๐Ž๐‚๐ˆ๐Ž ๐‚๐€๐‘๐†๐Ž๐๐ˆ๐„๐‘
๐๐Ž๐‚๐‚๐ˆ๐€๐“๐Ž ๐‹โ€™๐”๐“๐ˆ๐‹๐ˆ๐™๐™๐Ž ๐“๐„๐Œ๐๐Ž๐‘๐€๐๐„๐Ž ๐ƒ๐„๐‹ ๐‚๐€๐•๐€๐‹๐‚๐€๐•๐ˆ๐€ ๐๐„๐‘ ๐€๐๐‚๐Ž๐๐€