9 NOVEMBRE 1921, 100 ANNI FA NASCEVA IL PARTITO FASCISTA
“PER RINSALDARE LA DISCIPLINA E INDIVIDUARE IL SUO CREDO”

9 NOVEMBRE 1921, 100 ANNI FA NASCEVA IL PARTITO FASCISTA “PER RINSALDARE LA DISCIPLINA E INDIVIDUARE IL SUO CREDO”

 43,913 total views,  6 views today

A Roma il III Congresso dei Fasci di Combattimento decretò di sciogliere il movimento (312.000 iscritti) in favore di una veste politica più rispettabile. Michele Bianchi primo segretario del PNF. Un anno dopo la fondazione ecco la marcia su Roma


“Giovinezza”, Inno trionfale del Partito Nazionale Fascista e del fascismo, qui nella versione anni ’20 di Salvadopr GOTTA e cantato dal celebre tenore recanatese Beniamino GIGLI

Mercoledì 9 novembre 1921, martedì 9 novembre 2021: 100 anni fa nasceva il partito nazionale Fascista.
Per iniziativa di Benito MUSSOLINI era già operativo, il 23 marzo 1919, un movimento chiamato Fasci Italiani di Combattimento, fondati a Milano, in piazza San Sepolcro.
Due anni e mezzo dopo, questa volta a Roma, venne fondato il PNF, nel corso del III congresso dei Fasci, dal 7 al 10 novembre 1921.

Michele BIANCHI in testa al gruppo

Fu deciso lo scioglimento del movimento che contava in Italia già 312.000 iscritti e come primo segretario venne eletto il sindacalista e giornalista calabrese Michele BIANCHI. Rispetto ai Fasci, il partito fascista abbandonò, via via che si consolidava al potere, gli ideali tendenti al socialismo o ad esso vicini e repubblicani, per virare decisamente verso la Destra dello scacchiere politico italiano.
A livello giovanile il PNF, partito politico italiano ed espressione del movimento, si dotò sin da subito, dell’avanguardia giovanile Fascista. Nato dalla trasformazione in partito del movimento “Fasci italiani di combattimento”, guidò la cosiddetta marcia su Roma che nell’autunno del 1922 portò MUSSOLINI a divenire presidente del Consiglio dei ministri.
Nel 1923 il PNF si fuse con l’Associazione nazionalista italiana e tra la metà e la fine degli anni 1920 diventò, prima de facto e poi de iure, il partito unico del Regno d’Italia, fino alla caduta del regime fascista, avvenuta il 25 luglio 1943.

Michele BIANCHI alla Marcia su Roma, con gli occhiali, primo a da sinistra

L’organo ufficiale del partito fu “Il Popolo d’Italia”, quotidiano fondato da MUSSOLINI nel 1914. L’inno era “Giovinezza”, nella versione di Salvator GOTTA musicata nel 1925 e qualificato come Inno trionfale del Partito Nazionale Fascista.
La legge numero 545/52 del 20 giugno (detta «legge Scelba»), in attuazione della XII disposizione transitoria e finale della Costituzione italiana, ne vieta la ricostituzione.

Simbolo PNF

VACCINATI E SCEGLI LA RAGAZZA CHE TI PIACE DI PIÙ!
A VIENNA SESSO GRATIS PER INCENTIVARE LA SCELTA VAX
MADONNA DI OSIMO, OGGI 110 ANNI DI MISTERI E SILENZI
IL DIPINTO DEL LOTTO SCOMPARVE DAL COMUNE NEL 1911