ALLA VISTA DEI CARABINIERI
SI DISFA DI UN GRAMMO DI HASHISH

ALLA VISTA DEI CARABINIERI SI DISFA DI UN GRAMMO DI HASHISH

 1,496 total views,  3 views today


SOSTIENI OSIMO OGGI E ANCHE DOMANI
Sostieni la stampa cittadina con un contributo, piccolo o grande, a piacere.
Godere di una voce in più locale pronta a raccontarti, ogni giorno, la città costituisce un “tesoro” di informazione da difendere soprattutto con il contributo di ciascun osimano.
Grazie per aver pensato anche a OSIMO OGGI.


Osimano di 20 anni si assume la responsabilità del fumo e salva due amici

 

ALLA VISTA DEI CARABINIERI
SI DISFA DI UN GRAMMO DI HASHISH

 

“Quella roba è mia… i miei amici non sanno nulla”. Addio a patente e viaggi all’estero

Osimano di 20 anni, F.I., assuntore di hashish, ha seriamente rischiato di mettere in gravi difficoltà due suoi ignari amici.

In auto con un tunisino di 23 anni residente a Castelfidardo e un 20enne residente ad Offagna, l’osimano ha pensato bene di disfarsi del grammo di hashish di cui era in possesso, lasciandolo scivolare dal finestrino alla vista dei Carabinieri che intimava loro lo stop.

Il terzetto, seguito da tempo dai militari della Compagnia di via Saffi, stava scendendo da Offagna verso San Biagio a bordo di una Golf condotta dal tunisino, ignari di essere seguiti dal personale dedito alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Arrestata la corsa, all’occhio di uomini attenti ai particolari non è sfuggita ma manovra del ragazzo osimano che, vista la mala parata, ha provato a disfarsi del fumo lasciandolo cadere a terra dal finestrino.

L’intento, seppur repentino, non poteva però non attirare l’attenzione di uomini allenati a simili escamotage; colto in fragrante, tutti i tre occupanti sono stati sottoposti a perquisizione personale, così come il veicolo è stato a lungo ispezionato senza però rinvenire altro fumo.

Vista comunque la mala parata, non sapendo a chi attribuire la proprietà dell’hashish rinvenuto i Carabinieri avrebbero potuto deferire tutti i tre occupanti, l’osimano ha ammesso le proprie responsabilità dichiarandosi l’unico assuntore dei tre.

Vera o meno che sia il racconto, la versione ha comunque avuto il pregio di scagionare gli, facciamo finta ignari, altri due ragazzi.

Pagherà per tutti l’osimano rinunciando a lungo a patente, viaggi all’estero e – dovesse averlo – porto d’armi, esattamente come indica il troppo poco conosciuto articolo 75, legge 309/90.

Sanzioni ben più pesanti, visto lo stile di vita dei giovani di oggi, anche piuttosto a qualche giorno in cella. Purtroppo la contro-informazione di cui si nutrono troppi consumatori, porta erroneamente a pensare che, dichiarandosi assuntori abituali o qualcosa del genere, si possa godere di qualche facilità o sconto o addirittura ottenere il perdono giudiziale.

E’ vero esattamente il contrario!

Esattamente il contrario di quanto avviene nella realtà





SENZA LAVORO, SENZA GAS, QUASI SENZA LUCE
E AD OGNI WEEK-END ANCHE SENZA MANGIARE!
AUTO STORICHE,
AD ANTONIO ANGIOLANI
IL SUCCESSO
ALLA SARNANO-SASSOTETTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *