BARISTA UBRIACO AD AGOSTO,
SENZA PATENTE A SETTEMBRE

BARISTA UBRIACO AD AGOSTO, SENZA PATENTE A SETTEMBRE

 1,517 total views,  1 views today

Il ragazzo , con valori nel sangue oltre tre volte, era stato coinvolto in un incidente

 

BARISTA UBRIACO AD AGOSTO,
SENZA PATENTE A SETTEMBRE

 

Minorenne osimano pizzicato a Castelfidardo con mezzo grammo di hashish

Ubriaco il 12 agosto si gioca la patente un mese dopo. Un barista 21enne di Loreto, pregiudicato, è stato deferito all’autorità giudiziaria per guida in stato ebbrezza ed essere rimasto coinvolto in incidente stradale notturno.

Tutto è accaduto il mese scorso quando il giovane, tale A.D., nato e residente nella cittadina mariana, si è reso protagonista di un incidente stradale, per fortuna senza gravi conseguenze.

Ricoverato per accertamenti presso il pronto soccorso del S.S. Benvenuto e Rocco, il barista, sottoposto a rituale verifica alcolemica, è risultato di molto positivo in ragione di un valore illegale pari a 1,68 grammi per litro di sangue. Una misura oltre tre volte il consentito.

I Carabinieri del nucleo Operativo e Radiomobile, a conclusione dell’indagine, hanno così provveduto al ritiro del documento di guida (trasmessa in Prefettura per i provvedimenti del caso) e provveduto a denunciare il barista in Procura.

Nel complesso, nell’arco dei servizi straordinari esterni eseguiti su tutto il territorio della Val Musone, questa settimana gli uomini del Maggiore Conforti hanno controllato complessivamente 93 veicoli, 112 persone ed elevato 13 contravvenzioni al codice della strada per violazioni varie (pari al 14% dei mezzi sottoposti a verifica) quali omessa copertura assicurativa, omesso uso delle cinture di sicurezza, uso continuo e smodato del telefonino durante la guida, dimenticanza dei documenti di guida, violazione dei limiti di velocità con accertamento tecnico autovelox-telelaser.

Sono state altresì eseguite 25 perquisizioni sul posto a soggetti di interesse operativo e controllati 25 persone sottoposte agli arresti e alla detenzione domiciliare.

Nell’ambito delle operazione “Terra sicura” che ha visto coinvolto tutte le principali stazioni della Compagnia, i carabinieri di Castelfidardo, nella tarda serata di lunedì, hanno contestato ad un minorenne osimano, M.P., 17 anni, la detenzione di mezzo grammo di hashish.

Il ragazzo, fermato per un controllo finalizzato anti-droga, si è subito mostrato impacciato e impaurito dall’incontro con i militari; sottoposto a maggior ragione a perquisizione domiciliare, gli uomini del maggiore Conforti hanno rinvenuto, occultata nel portafogli, la sostanza stupefacente, immediatamente sottoposta a sequestro.

Per il minorenne osimano la violazione amministrativa prevista dall’articolo 75 DPR di detenzione illegale, sia pur per uso personale, di sostanze stupefacenti.

SONDAGGI POLITICHE 2018,
CENTRO-DESTRA AL 35,2%
NON ANCORA CONSUMATO
IL MATRIMONIO CON SOFIA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *