CHARLY VEDE GIÀ LA SFIDA TRICOLORE PER IL TITOLO SUPERLEGGERI
L’OSIMANO SUPPLENTE TRA IL CAMPIONE KABA E LO SFIDANTE ZAGATTI

CHARLY VEDE GIÀ LA SFIDA TRICOLORE PER IL TITOLO SUPERLEGGERI L’OSIMANO SUPPLENTE TRA IL CAMPIONE KABA E LO SFIDANTE ZAGATTI

 12,730 total views,  8 views today

In caso di forfait del pugile ferrarese, Metonyekpon sarebbe chiamato alla prova già il 27 novembre. Domenica pomeriggio, sul ring di casa, prova generale contro l’esperto bosniaco Ivkovic. Pubblico finalmente ammesso al palas. In caso di assalto alla Cintura rinviato al 2022, al lavoro per portare a Castelfidardo il macth decisivo


Prova generale per il nostro Charlemagne METONYEKPON, ormai prossimo a tentare la scalata al titolo italiano, categoria di peso Superleggeri. L’osimano, in forza da sempre alla BCC Castelfidardo, è infatti stato nominato dalla Federazione in qualità di “supplente” della prossima sfida tra il detentore Arblin KABA (campione italiano dal 2019, foggiano di origini albanesi) e il contendente ferrarese Daniele ZAGATTI; match in programma sabato 27 novembre nel capoluogo estense.

Un bel primo piano di Charly in uno degli ultimi incontri vincenti da prof

E’ proprio in vista di questo possibile evento anticipato (nel caso in cui il pugile padrone di casa non fosse in grado di salire sul ring) che domenica pomeriggio, sul ring innalzato al palazzetto di piazzale Olimpia, Charly metterà in tiro l’attuale invidiabile condizione di forma incrociando i guantoni con l’esperto bosniaco Nikola IVKOVIC; 34 incontri da professionista alle spalle, di cui gli ultimi 4 vinti.
Nelle aspettative l’incontro, in programma alle 16.30 col campione di Prijedor, previsto sulla distanza delle sei riprese, dovrebbe costituire davvero l’ultima prova prima di tentare l’assalto al Avvicinamento al Tricolore, ovvero possibile chance, dovesse capitare giù a fine novembre, Charly proverà a cogliere presentandosi al meglio della forma fisica.
26 anni, imbattuto negli otto incontri da boxeur professionista sostenuti, il pugile originario del Benin e allenato dai maestri Andrea GABBANELLI e Daniele MARRA, attende con fiducia il 27 novembre e guarda serenamente all’esito della sfida al vertice di Ferrara.

Da destra Andrea GABBANELLI, Charly e Daniele MARRA

Strappare la cintura al campione uscente dal confronto e farlo, magari, tirando nella Castelfidardo pugilistica che lo ha cresciuto e poortato ad un passo dal titolo, sarebbe il massimo!
Al riguardo è ancora presto per qualsiasi illazione ma… se la boxing club Castelfidardo dovesse riuscire nel miracolo di organizzare in casa l’evento memorabile della vicenda sportiva di METONYEKPON – ad occhio non prima della primavera ’22 – ci sarebbe da festeggiare in anticipo!
Sono almeno 20 anni o più, a memoria di cronista, che le Marche attendono di tornare ad organizzare una sfida valevole per il Tricolore; farlo potendo portare al centro del ring il frutto più importante di un lavoro sportivo iniziato anni fa, sancirebbe definitivamente la bontà della scuola pugilistica fidardense.
In attesa di notizie dalla Romagna, domenica Charly proverà a mettere sotto anche il 30enne IVKOVIC, esperto e tenace campione di Bosnia and Herzegovina. Con l’organizzazione, oltre che del circolo boxing padrone di casa anche della BUCCIONI boxing team, saliranno sul ring fidardense, da contorno, anche sei sottoclou dilettantistici regionali con i pugili della MIAMI BOXE (Fano), PUGILISTICA FABRIANESE (Fabriano), AUDAX BOXE (Fano) e ACCADEMIA PUGILISTICA (Macerata).
Con l’occasione il pubblico, finalmente e per la prima volta dopo la pandemia, risulterà ammesso all’interno del palazzetto, pronto a sostenere Charly!

Massimo PIETROSELLI

Ancora la grinta dell’osimano cresciuto a Castelfidardo

IN ATTESA DI CHARLY, BRILLA ANCHE LA BOXE MARCHIGIANA
SABATO CON RIUNIONE DILETTANTI AL PROMOTEO DI TORRETTE
STANGATA LA BANDA ALBANESE DEGLI ARRAMPICATORI IN ABITAZIONE
AI TRE LADRI 20 ANNI DI CARCERE DA SUDDIVERSI IN PARTI UGUALI