CON UN SEMPLICE VOTO A OSIMO SI MANGIA DOPPIO!
PER LATINI E PUGNALONI, APPUNTAMENTO IN PIAZZA

CON UN SEMPLICE VOTO A OSIMO SI MANGIA DOPPIO! PER LATINI E PUGNALONI, APPUNTAMENTO IN PIAZZA

 3,446 total views,  6 views today

Gran finale in contemporanea, venerdì ore 19. Latini offre pizza e birra mentre Pugnaloni sceglie l’aperocena


Non si fa in tempo ad avere una buona idea che, subito – puoi scommetterci – c’è qualcuno pronto a copiarla. Ben venga la concorrenza, per carità… anche se non sarebbe poi male se ciascuno ragionasse con la propria testa, anzichè affidarsi sempre a quella migliore… degli altri.

E’ il caso dell’aperocena, con tanto di intrattenimento musicale, che mister Pugnaloni ha organizzato, in fretta furia da Joselito, venerdì ore 19, non appena si è sparsa in giro la notizia della pizzata in piazza Boccolino dei fans latiniani!

Stessa ora, stesso giorno, distanza massima 77 metri. Il tutto per contenere centinaia di pacifiche famiglie osimane, si spera, dalle idee appena contrapposte su quale futuro far imboccare alla città.

Di certo il centro storico non aveva mai visto, come gli toccherà venerdì sera per la chiusura della campagna elettorale, tanta folla messa li, tutta insieme, per lo stesso motivo e l’analoga speranza: catturare l’ultimo voto disponibile, il penultimo incerto, il terz’ultimo indeciso e infine, provare per l’ultima volta con l’amico dell’amico, il parente lontano, il conoscente titubante ma possibile.

Latiniani e pugnaloniani con contorno di candidati e relative mogli, mariti, figli, amanti, parenti fino alla terza generazione e amici di tutte le specie, si daranno appuntamento tra l’ultima propaggine di piazza del Comune e piazza Boccolino anche per sfidarsi visivamente, dare l’uno all’altro un chiaro ed inequivocabile segno di forza.



Sarebbe bello, a questo punto, immaginare che anche le scartine, ovvero i cinque ruba-voti detentori in percentuali varie del voto inutile, dessero appuntamento alle proprie truppe… o meglio ai propri drappelli, fino ai body gard detenuti da Pasquinelli e dalla Mariani, per celebrare un evento unico, mai visto nella storia di Osimo: tutti insieme, in maniera pacifica e leale, a dire la propria, confondendosi tra la movida ritrovata di un venerdì sera particolare.

Sarebbe bello, dunque, che Ginnetti organizzasse in tempo un intrattenimento 5 Stelle al centralissimo Gustibus… menu alla carta offerto dal dottore, tanto per sottolineare, un ultima volta, che gustibus e suffragium non sunt disputandum.

Decisamente più proletario l’appello al voto di Fabio Pasquinelli che potrebbe riunire i propri aficidionados al decisamente popolare bar Diana, mentre la Mariani a basso costo di queste elezioni potrebbe comunque cadere in piedi e ricorrere al classico e sempre gradito oanino con porchetta offerto dalla macelleria Paolucci.

Becco asciutto, infine, per i candidati e gli elettori di Lega e 5 Stelle. Gli aficionados del Carroccio saranno comunque graditi in piazza, per un ultimo in bocca al lupo ad Alessandrini, ma per rifocillarsi dovranno per forza spacciarsi per latiniani, pugnaloniani o – più difficilmente – ginnettiani o pasqualinelliani dell’ultima ora… visto che il Conte Duca ha già ampiamente sforato tutti i badget di spesa, di molto sopra i 120 euro stimati.

Quanto ai pentastellati la prima idea è stata quella di non partecipare all’evento a 7 e di indire, al suo posto, un sitting di partecipazione attiva al grido “onestà, onestà” rivolto ai mangiatori a sbafo riuniti.

Alla fine sembrerebbe aver prevalso il buon senso e anche i 5 Stelle parteciperanno all’ideale chiusura sfruttando la super centrale nuova sede, ovvero gli spazi del vecchio studio legale di Giancarlo Alessandrini il cui balcone da esattamente sopra le teste degli astanti al Bar Diana, Caffè della piazza, Ristorante Gustibus e Macelleria Paolucci.

Un barbecue verrà strategicamente acceso sul balcone in modo da indirizzare profumini proibiti verso un pubblico ormai preso per la gola e pronto a votare chiunque!

In attesa che i 5 del primo turno decidano di essere anch’essi presenti, confermiamo la presenza in piazza di un migliaio di supporters latiniani e di oltre 500 pugnaloniani convinti di riuscire a strappare al favorito civico almeno il ricorso al ballottaggio.

Venerdì sera, intanto, per una volta, a guadagnarci saranno gli osimani, specie quelli non schierati. Con un semplice voto, infatti, avranno diritto a piazza e birra offerti da Latini e all’apero-cena offerta da Pugnaloni con tanto di intermezzo, a scelta, tra musica e politica.

Strette di mano, sorrisi a 32 denti, felicitazioni anticipate e comizi privati da parte di Latini e Pugnaloni, nonchè udite udite, l’anticipazione dell’ultimo immancabile sondaggio, prima del giorno di silenzio.

Ma l’esito del voto ve lo sveleremo solo all’orecchio.


 

POLTRONA O 52.500 €? MARCHETTI NON RINUNCIA A NULLA!
L’AMMINISTRATORE ASTEA IN LISTA PD PUR DA INELEGGIBILE
INTERVISTA DOPPIA PUGNALONI-LATINI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *