Corriere Adriatico rompe il silenzio fornendo chiare indicazioni per il riconoscimento della vittima
GIUDICE E AVVOCATO OSIMANO
RICATTATO DA SEXY ORGANIZZAZIONE
Squallida trappola su Facebook. Il filmato di masturbazione finisce in rete!

Corriere Adriatico rompe il silenzio fornendo chiare indicazioni per il riconoscimento della vittima GIUDICE E AVVOCATO OSIMANO RICATTATO DA SEXY ORGANIZZAZIONE Squallida trappola su Facebook. Il filmato di masturbazione finisce in rete!

 2,163 total views,  4 views today

OSIMO OGGI era a conoscenza della notizia dell’avvocato osimano over 50 da almeno 48 ore, prima della pubblicazione di Corriere Adriatico e da qui al resto dell’informazione locale.

Per due giorni chi scrive si è arrovellato il cervello su quale prevalenza basare la notizia: il diritto inviolabile del pubblico a conoscere le vicende quotidiane, anche le più scabrose, scottanti e intime; oppure evitare di fare il gioco di spregiudicati ricattatori dell’Est Europa che, forti di una impunità pressoché garantita, nuotano nel mare magno di internet.

Abbiamo scelto la seconda via e non ci pentiamo di aver imboccato la strada che avrebbe garantito colui che, in definitiva, è invece diventato vittima due volte: degli spregiudicati ricattatori oltre confine e della bramosia a sfondo sessuale della stampa.

Sempre chi vi scrive possiede non a caso tutte le carte in regola anche da questo punto di vista essendo rimasto, a livello nazionale, l’ultimo giornalista italiano a firmare pubblicazioni porno per il pubblico dell’edicola.

Nessuno meglio di noi, ergo, conosce il valore di un mancato scoop basato sulla principale delle S che da sempre delineano l’interesse del pubblico: sesso, sangue e soldi.

Ben sapendo tutto questo, non senza fatica e sempre mantenendo il rispetto per chi ci legge quotidianamente, abbiamo sperato in un miracolo, ovvero in un passo avanti di troppi miei colleghi, sempre pronti a farsi belli a parole ma terribilmente aridi quando si tratta di operare una scelta tesa, per una volta, alla salvaguardia di chi si trova, dalla sera alla mattina, invischiato e travolto da un gioco al massacro le cui vittime innocenti, al solito, non interessano nessuno.

Esprimiamo quindi la nostra piccola solidarietà, per quel poco che potrà consolare, al giudice e avvocato osimano, over 50, ripreso nelle immagini con tanto di fiocchetto; al tempo stesso invitiamo i colleghi di “Corriere Adriatico” a riflettere, almeno a posteriori, sulla bontà dell’operazione giornalistica appena condotta.

Bontà che al botteghino ha certamente pagato, con il tutto esaurito persino delle vecchie copie cartacee poste in vendita; decisione che però, per una volta, prescindendo dall’aspetto economico conseguente allo scoop, avrebbe dovuto porsi obiettivi più nobili, invece calpestati.

Angela Leggieri, 40 anni, è comparsa dinanzi al giudice di Pace di Ancona
LESIONI PERSONALI SU UN ANZIANO
OPERATRICE DEL BAMBOZZI A GIUDIZIO
La famiglia del poveretto si è costituita parte civile
Il neo Presidente, da 27 anni a libro paga della Regione, Ente chiamato a vigilare sulla casa di riposo
PRESIDENZA DEL GRIMANI BUTTARI
SCOPPIA L’INCOMPATIBILITÀ PER CECCONI?
Alla lente di ingrandimento il nodo del doppio ruolo di controllore e controllato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *