CRIMINALITÀ GIOVANILE IN CENTRO, POF GRIDA: AL LUPO, AL LUPO
GINNETTI CAVALCA FALSA ONDA SOCIALE: “SERVE PIÙ REPRESSIONE

CRIMINALITÀ GIOVANILE IN CENTRO, POF GRIDA: AL LUPO, AL LUPO GINNETTI CAVALCA FALSA ONDA SOCIALE: “SERVE PIÙ REPRESSIONE

 28,412 total views,  2 views today

Alimentata dalla stampa, tocca ora alla politica farsi carico della soluzione ad un allarme che non esiste. “L’Amministrazione Pugnaloni – ha chiesto Osimo Futura – si faccia carico di una risposta energica che stronchi il messaggio che ad Osimo tutto è permesso”. Nella realtà i cittadini assistono, impotenti, ad una campagna di stampa tesa a gonfiare le notizie e a moltiplicare allarme per acquisire lettori


Scegliamo per voi tra i migliori titoli a sensazione: “Minorenne sorpreso a bivaccare tra i vicoli del centro storico!”.
Oppure: “Alla vista degli agenti, ragazzino scappa da un angolo buio in zona Duomo”.
O anche: “Urla e schiamazzi disturbano il sonno dei residenti in centro”.
Per tacere dei giovanissimi terribili in azione nei bagni pubblici, sotto il loggiato: “Sos di due ragazzine impaurite salvate dai Carabinieri!”.
E che dire della bravate, per vincere la noia, a colpi di gavettoni? “Baby gang scatenata in centro storico, si sfidano a colpi di schizzi d’acqua gelata. Agenti impotenti”.
Sparandola ogni week-end più grossa, allo scopo di attirare l’ingenuità degli anziani lettori in edicola o comunque garantirsi visibilità on line, di questo passo, stimiamo ben prima di Capodanno, agli osimani verrà finalmente dato di leggere: “Osimo trema, la Polizia brancola nel buio!”. Giusto un anticipo di quello che potrebbe accadere.
Un rimando dei film anni ’70 sulla violenza nel capoluogo lombardo o meglio una parodia in salsa marchigiana stile “Osimo violenta”, “Osimo, difendersi o morire” o il sempre valido titolo “Osimo odia, la Polizia non può sparare”, a questo punto potrà risultare utile – raccomandiamo ai nostri colleghi sul pezzo – per fidelizzare definitivamente l’amata clientela.

Per Achille GINNETTI, leader di POF, serve piu repressione

Se poi a questa esplosione gratuita di “viulenza” abbiniamo anche una sfacciata dose di opportunismo politico (che non guasta mai), ecco ottenuto un velenoso cocktail a base di “veritiero”, “possibile”, “verosimile”, gin e coloranti. Un miscuglio di informazioni artefatte su cui soffiare, fino ad ergersi a riconoscibili paladini della sicurezza, portatori della infranta legalità, indomiti angels city seppur fai da te.
Dispiace che tra i più attivi a cavalcare la protesta del perduto sonno (in estate) e dell’aridatece Osimo (in inverno) a distinguersi sia la civica Progetto Osimo Futura, stimabile di azioni ben più significative, che in tema “perduta serenità” cavalca l’onda da sempre.
“Atti di criminalità in centro – sottolinea il leader Achille GINNETTI nell’ultima nota inviata alla stampa – serve repressione”. Detto e fatto. Presentata e discussa, in Consiglio comunale, una interrogazione tesa ad ufficiliazzare la presunta urgenza di intervenire, con i fatti, contro la dilagante legge “fai da te” proclamata in città in fatto di pubblico disordine.
“Purtroppo – lamenta GINNETTI con tono serio – la risposta del Sindaco data venerdì in Consiglio comunale, non è stata soddisfacente. PUGNALONI ci ha risposto facendo un elenco dell’attività di Polizia locale e delle altre iniziative messe in campo dall’Amministrazione. Non c’è dubbio alcuno – conviene il capogruppo di POF – che gli agenti in servizio ad Osimo siano in gamba ma la mia interrogazione riguardava gli atti di criminalità che si verificano in centro da oltre un anno e che purtroppo vedono come protagonisti gruppi di giovani.
Prendo atto che da qualche settimana questi episodi sono diminuiti grazie all’impegno per provare ad arginare il problema. Torno però ad insistere sull’importanza della repressione. Siamo d’accordo che non rappresenta l’arma nè per contrastare questi fenomeni, nè per prevenirli… ma è utile per far comprendere c’è un limite. Un limite che se oltrepassato, può sfociare in trasgressione e in comportamenti di micro e marco criminalità.
Per risolvere questa situazione occorre una risposta energica, non solo per salvaguardare chi abita in centro, ma anche per non far passare il messaggio che ad Osimo tutto è permesso”.

Polizia locale, Commissariato e Carabinieri… disoccupati in centro storico

PREVISIONI RISPETTATE, OCCHINERO MANDA AL TAPPETO LOZZI
E SI CONFERMA MATURO PER L'ASSALTO ALLA CINTURA PESI PIUMA
MARCONI SOFFIA SULLA CRISI DELL'ALLEANZA REGIONALE CON LA LEGA
PORTAVOCE UDC CRITICO CON SALVINI SUL NO AL VACCINO AI GIOVANI