IDEA PALA BALDINELLI PER L’ASSALTO DI CHARLY AL TITOLO ITALIANO
PRIMAVERA ’22, KABA-METONYEKPON PER LA CINTURA SUPERLEGGERI

IDEA PALA BALDINELLI PER L’ASSALTO DI CHARLY AL TITOLO ITALIANO PRIMAVERA ’22, KABA-METONYEKPON PER LA CINTURA SUPERLEGGERI

 23,131 total views,  2 views today

Il pugile osimano della BC Castelfidardo potrebbe coronare in casa, davanti al proprio pubblico e con probabile diretta tv, il raggiungimento di un primo obiettivo. Verdetti interessanti nella riunione interregionale mista Marche-Abruzzo. In luce Sacha Marchionni (81 kg.) e Jamel Abroud (69 kg.)


Si è svolta nei giorni scorsi, presso il palazzetto dello sport di Castelfidardo, l’attesa riunione interregionale pugilistica mista, organizzata al meglio dalla locale società dilettantistica Boxing Club.
Ospite d’onore della manifestazione, manco a dirlo, l’idolo di casa Charly METONYEKPON, professionista peso Super leggero, con all’attivo un curriculum di ben nove incontri sostenuti, tutti vinti.
Accolto da un’autentica ovazione da parte del numeroso pubblico intervenuto, Charly è salito sul ring per salutare amici e supporters, insieme al suo team formato dai maestri Andrea GABBANELLI e Daniele MARRA; l’occasione è risultata propizia per fare il punto della situazione in vista dell’assalto, già programmato, al titolo italiano.
METONYEKPON ha annunciato di trovarsi nelle migliori condizioni psico-fisiche per affrontare il tanto atteso match per la conquista della fascia tricolore.
Il maestro GABBANELLI, da parte sua, ha confermato come l’incontro, probabilmente da disputarsi nei primi mesi del prossimo anno contro l’italo albanese Arblin KABA, attuale detentore, rientra sicuramente nelle potenzialità del pugile osimano ma di scuola fidardense ed ha auspicato che l’evento, di interesse nazionale, possa svolgersi al meglio, in un’ampia struttura. Ed avendo Charly la possibilità di tentare la vittoria potendo salire sun un ring di casa, quale migliore soluzione, ha indicato GABBANELLI a mò di esempio, del vicino Palabaldinelli con i suoi comodi 4.500 posti a sedere? Una degna cornice per un macth di primo ordine, probabilmente seguito anche a livello tv, da offrire uno spettacolo ad un più vasto pubblico… in considerazione che il nativo del Benin ha già saputo conquistarsi un numeroso seguito di sostenitori anche fuori regione.
Tornando alla riunione interregionale, ecco le risultanze dei match programmati, tutti caratterizzati da una notevole carica agonistica, sia da parte dei pugili marchigiani che abruzzesi.
Apertura affidata alle donne col primo macth tra l’élite seconda serie Fabiana MERLINI (Phoenix Boxe) e Letizia PALLOTTA (Ivanko Boxing) 46° kg. La fanese MERLINI sin dalla prima ripresa si è distinta per tempistica e precisione dei colpi, tanto da far contare l’avversaria per un diretto sinistro al volto già dopo i primi dieci secondi di avvio. Sicuramente ottime le prestazioni da parte di entrambe le atlete e netta vittoria ai punti per la boxeur di casa nostra.
Match pari tra i schoolboy 54 kg. Vincenzo MAIO (Boxing Club Castelfidardo) e Matteo CILIBERTI (Ruffini Team Monteprandone, società ascolana che vanta un eccellente vivaio di giovanissimi promesse del pugilato marchigiano.
Entrambi due “pugilini”, ai loro primi incontri, hanno dimostrato di possedere il coraggio e la tecnica necessaria per il combattimento.
Incontro combattuto quello tra i 60 kg. Rayen RAZGUI (BC Castelfidardo) e Damiano RICCI (Pugilistica Jesina) con il fidardense apparso probabilmente più determinato e deciso dell’avversario in un match comunque equilibrato e composto. I giudici, alla fine, hanno optato per la vittoria ai punti del nostro RAZGUI.
Avvincente anche il combattimento tra i 69 Kg. Lorenzo PONZINI (Ruffini Team) e Jamel ABROUD (Pugilistica Jesina). Sebbene i due atleti siano ai loro esordi nella boxe, hanno dimostrato di avere un notevole talento ed una buona tecnica. In particolare lo jesino ABROUD, che ha pure ha subito un conteggio per un diretto destro sferrato dal bravo sanbenedettese PONZINI, ha spiccato per efficacia e precisione dei colpi inferti, vincendo ai punti.
Un altro pari match deciso dai giudici di bordo ring è stato quello tra gli Junior 81 Kg. Anacleto GABBANELLI (BC Castelfidardo, figlio d’arte del maestro Andrea GABBANELLI) e Andrea CASCINI (Ivanko Boxing). I due pugili si sono affrontati in un incontro equilibrato fino al termine che ha fatto registrare ripetuti assalti alternati, da parte di entrambi gli atleti.
Vittoria ai punti di Alessandro BRECCIA (BC Castelfidardo) limite 64 Kg. su Andrea MENGARELLI (Pugilistica Lionheart). Anche per loro tre riprese intense, caratterizzate da belle combinazioni di colpi, in pèarticolare da parte del fidardense e da altrettanti colpi incisivi, tirati in risposta dall’abruzzese Mengarelli.
Da registrare un richiamo ufficiale adottato dall’arbitro Elisa PECORARI nei confronti dell’abruzzese per ripetute trattenute.
Settima sfida e altra vittoria della BC Castelfidardo con il proprio atleta Sacha MARCHIONNI, sugli 81 kg., ottenuta a danno di Andrea LAMONA (Pugilistica Lionheart). Il pugile castellano che già vanta una evidente fisicità e con alte potenzialità tecniche ancora parzialmente espresse, è riuscito ad imporsi sul rivale abruzzese.
MARCHIONNI, più mobile ed efficace, ha saputo mettere a segno colpi diritti, uno dei quali, nel corso dell’ultima ripresa, ha costretto all’intervento l’arbitro Fabrizio LONGARINI facendo contare l’avversario.
Infine negli élite prima serie Davide CACCHIARELLI (BC Castelfidardo) per la categoria 91 Kg., ha battuto ai punti il più esperto Federico MAZZARA (Pugilistica Jesina).
Il 25enne fidardense, nel corso di un match molto combattuto, si è distinto per precisione di colpi sulla lunga e media distanza, sfoggiando una bella mobilità di gambe ed una buona abilità difensiva. Insomma un ottimo atleta in ascesa.

Massimo PIETROSELLI


ESECUTIVE VECCHIE CONDANNE, TORNA IN CARCERE ANDREA BRACONI
L'OSIMANO A MONTACUTO PER UN RESIDUO PENA DI CIRCA 2 ANNI
DURO COLPO AI PENDOLARI ALBANESI DEI FURTI IN APPARTAMENTO
MANETTE AL CASELLO DI LORETO PER 1 DEI 3 COMPONENTI LA BANDA