IL VOTO SICILIANO SPINGE IN ALTO LATINI SUBITO
TRACOLLO 5 STELLE E BLUFF LEGA QUANDO CORRE SOLA

IL VOTO SICILIANO SPINGE IN ALTO LATINI SUBITO TRACOLLO 5 STELLE E BLUFF LEGA QUANDO CORRE SOLA

 5,353 total views,  2 views today

Le Liste civiche si confermano vincenti, sia a Destra che a Sinistra. Salvini ad Osimo il 9 maggio, giorno di mercato


Discesa senza paracadute per i 5 Stelle anche in Sicilia. Per i grillini le elezioni amministrative si confermano terreno impervio avendo accumulato, su e giù per l’Italia, dopo l’exploit del 4 marzo 2018, solo pesanti sconfitte!
In particolare a voltare la schiena ai pentastellati sono stati proprio gli elettori dei Comuni amministrati per un quinquennio dai soci di Di Maio e co: ci riferiamo alle Amministrazioni di Gela (74.000 abitanti) e Bagheria (55.000 abitanti) i cui elettori hanno stoppato “o-ne-stà o-ne-stà”, rispettivamente, al 15.50% e addirittura al 9.56%!
Vince ma non sfonda la Lega che comunque elegge il Sindaco più sud d’Italia conquistando il Comune di Motta Sant’Anastasia, cintura di Catania, appena 12.000 abitanti.



Si conferma, soprattutto, la ricetta che dovrebbe esser nota: la Lega vince alle Comunali se corre in appoggio a candidati Sindaci espressione del territorio e non paracadutati da chissà dove o da quale ambiente particolare.
Tradotto: Lega vincente se in accordo con le Civiche. Lega perdente se sola o male accompagnata.
I leghisti, in realtà, come le elezioni parziali dimostrano anche in Sicilia, potrebbero vincere in gran parte d’Italia se alleati al Centro-Destra (come del resto avvenne anche alle Politiche 2018 con il 37.50% di coalizione, dato maggioritario “sfuggito” a Mattarella), mentre – Motta Sant’Anastasia a parte – si autopuniscono spesso presi dal desiderio di “osimanizzarsi”, ovvero contarsi e fare per conto proprio!
Inesistente il Partito Democratico, inesistente al punto di non presentarsi proprio alle elezioni con il proprio simbolo (eccezione per un solo piccolo Comune dove, pur spendendosi con il nuovo segretario “Montalbano 2”, il Pd non ha superato il 17%), le elezioni siciliane dimostrano, in chiave osimana, quanto segue:
A) il Partito democratico è solo un lontano ricordo;
B) i Grillini sono ormai maturi per autodistruggersi o ritornare alla casa madre Pd;
C) i Leghisti da soli ottengono un risultato buono ma inutile;
D) il Centro-Destra unito vince o va al ballottaggio;
E) le Liste civiche dettano le regole e fanno discrimine tra Paradiso e Inferno.
Confermata, infine, la nostra indiscrezione che vuole Salvini in tour elettorale anche ad Osimo. Il segretario leghista, proveniente da Montegranaro, sarà in città giovedì 9 maggio, giornata di mercato, sfruttando la maggior visibilità possibile.



 

ECCO LA LISTA DELLA "LEGA"
ECCO LA LISTA DEL "MOVIMENTO 5 STELLE"

1 Comment

  1. Almeno ora sentiremo pure se Salvini pronuncerà quella cazzata devoto disgiunto, o se è al contrario una trovata “geniale” di questo tabacchinaio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *