LA COSCIENZA SPORCA TRADISCE GIOVANE SPACCIATORE OSIMANO
1.000 EURO IN TASCA, ALLA VISTA DEI CARABINIERI SI INNERVOSISCE

LA COSCIENZA SPORCA TRADISCE GIOVANE SPACCIATORE OSIMANO 1.000 EURO IN TASCA, ALLA VISTA DEI CARABINIERI SI INNERVOSISCE

 56,786 total views,  12 views today

Denunciato a piede libero Elia Antonangeli, 21 anni, trovato in possesso di 14 grammi di marijuana suddivisa in dosi. A settembre, senza patente, finì dritto alla curva di via Cialdini con l’auto del fratello!


Stava per rientrare a casa, in zona Sacra Famiglia, quando giovedì pomeriggio è stato intercettato da una pattuglia del nucleo Radiomobile di servizio in zona. O meglio è stato il giovane Elia ANTONANGELI, osimano, 21 anni, ad incrociare il passaggio in strada dei Carabinieri e ad innervosirsi alla sola vista delle divise.
Gli uomini del Sottotenente Luciano ALMIENTO, in realtà, non erano li per il ragazzo; in normale servizio di controllo su strada, i militari non hanno potuto fare a meno di notare lo strano comportamento tenuto dal 21enne, peraltro già noto per precedenti di piccola entità.
Decisiva è stata l’esperienza della squadra operante che in un attimo, notato ANTONANGELI procedere sulla propria strada di buon passo, come per uscire dal campo visivo della pattuglia, ha deciso di intervenire per chiarire quel comportamento anomalo.

Dal proprio profilo Facebook, un’immagine di Elia ANTONANGELI

Il fiuto dei militari, in effetti, si è dimostrato ben presto vincente. Intimato l’alt e richieste al giovane le generalità, dalla centrale operativa di via Saffi è giunta una prima conferma che ANTONANGELI poteva effettivamente avere qualcosa da nascondere.
Da qui il passo successivo della perquisizione personale mentre, nel frattempo, dalla scheda intestata a suo nome, iniziava a dipanarsi il curriculum, già non breve, collezionato dall’osimano.
In pratica è emerso come la persona fermata era la stessa che, ad inizio settembre, si era resa protagonista di un “disguido” familiare, con ANTONANGELI a sottrarre la vecchia Fiat Punto del fratello e, pur senza patente e consapevole di essere a rischio etilico, mettersi alla guida del mezzo!
Finì – clicca qui – con ANTONANGELI a raddrizzare il curvone in salita di via Cialdini, fuoristrada, dritto dritto verso la cancellata di alcune abitazioni, tra i civici 17 e 19.
Uscito incolume dall’impatto ma con danni importanti riportati dall’auto di famiglia, praticamente semi distrutta. Danneggiamenti di un certo rilievo, da rifondere, anche per gli oggetti di contorno alla villette interessate all’urto. E ricca multa comminata dai Carabinieri per guida senza patente; oltre alla degna conclusione di nottata conclusasi con i rilievi di laboratorio – alcool o droghe – per appurare l’esatta causa di quel colpo di sonno.
E proprio mentre tutte queste informazioni venivano acquisite che sul conto di Elia ANTONANGELI si è materializzato il primo dei dubbi dei Carabinieri: dal giubbotto indossato sono saltati fuori circa 1.000 euro in contanti, suddivisi in banconote in ordine sparso da 10, 20 e 50 euro.

Solito super lavoro per i Carabinieri di OSIMO

Una discreta somma di cui il giovane, a precisa domanda, non ha saputo giustificare il possesso, andando ulteriormente in difficoltà. Da un passo all’altro si è così reso necessario l’ulteriore approfondimento di legge, attraverso la perquisizione domiciliare del giovane, alla ricerca della probabile causa di quell’incasso.
Ricerca andata ulteriormente a buon fine visto che nel vicino appartamento i Carabinieri hanno rinvenuto quanto pensavano fin dal primo istante: marijuana già suddivisa in dosi, oltre ad un bilancino di precisione, per un totale di 14.30 grammi di fumo proibito.
Anche stavolta, tutto sommato, ad Elia ANTONANGELI è comunque andata discretamente bene; il bilancio di giornata ha registrato la sola confisca di droga, materiale e denaro, mentre il giovane se l’è cavata con la sola denuncia a piede libero per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

RAPINE, FURTI E RICETTAZIONE, AZZERATA INTERA BANDA
IN CARCERE NAPOLETAN ALBANESI DALLE DOPPIE E TRIPLE IDENTITÀ
SCIENTIFICO, SI AI LABORATORI, FINE DELL'INSEGNAMENTO A DISTANZA
GENITORI PREOCCUPATI, MOLTI NON MANDERANNO RAGAZZI A SCUOLA