SOTTRAE L’AUTO AL FRATELLO E SI ADDORMENTA ALLA GUIDA!
SENZA PATENTE, 21ENNE OSIMANO VA DRITTO IN CURVA

SOTTRAE L’AUTO AL FRATELLO E SI ADDORMENTA ALLA GUIDA! SENZA PATENTE, 21ENNE OSIMANO VA DRITTO IN CURVA

 18,432 total views,  6 views today

Il giovane, probabilmente ubriaco e anche “fatto”, multato al momento per la sola mancanza del titolo di guida. Rischia di essere anche denunciato per lo stato di ebbrezza o sotto effetto di sostanze


Senza patente, sottrae al fratello la vecchia Fiat Punto di famiglia e, probabilmente ubriaco, si mette alla guida in direzione centro.
E’ successo la notte scorsa ad un 21enne che per convenzione, in attesa dei responsi di laboratorio, chiameremo Elia, residente ad Osimo in via Martin Luther King, zona “Tetti blu” case popolari.
Al ragazzo, sospettato anche di essere giunto “fatto” in via Cialdini, all’altezza del civico 17/9, non è servito giovarsi nemmeno dell’adrenalina messa in circolo dal gusto del proibito… Elia, infatti, forse già annoiato dall’esperienza, pare si sia addormentato sul più bello… andando dritto alla curva sotto Piazza Nuova. Finendo la propria corsa, per fortuna senza danni fisici, contro la cancellata della villa Borgognoni e l’ingresso di una villetta laterale.
Era circa l’1.30 di martedì ed Elia era giunto, miracolosamente intatto sin li, percorrendo circa tre chilometri di curve, rotonde, scali di marce e quant’altro su strade, per fortuna, a quell’ora deserte.
Lo stesso impatto nella notte non è stato particolarmente avvertito dai residenti; a dare l’allarme ai Carabinieri è toccato ad un passante che si è ritrovato davanti la scena della Punto, pressochè distrutta, conficcata nella recinzione distrutta di un’abitazione!

La rete del civico 17 divelta dall’impatto

Il ragazzo alla guida, affatto scosso dall’accaduto, pare stesse continuando a dormire, aggrappato al volante… ma certo il soccorritore non poteva saperlo.
Presupponendo il peggio con i Carabinieri è giunta sul posto una ambulanza che ha provveduto a svegliare Elia e accompagnarlo in ospedale per essere sottoposto agli esami di laboratorio circa la possibile presenza nel sangue di alcol e/o sostanze tossiche.
Il referto atteso dai Carabinieri non è stato ancora ufficializzato dai militari operanti di Offagna ma sembrerebbe che, in effetti, l’intuizione dei militari stia per essere doppiamente confermata, sia a livello di alcol presente in corpo in quantità proibita, che per quanto riguarda l’assunzione di proibite sostanze erbacee tossiche.
Al momento, in attesa della conferma delle analisi di laboratorio, per Elia si è materializzato, con il risveglio “solo” la multa prevista per guidatori senza aver mai conseguito il titolo di guida.
Infrazione di recente depenalizzata dal governo Renzi e convertita in una multa salatissima, variante dal minimo di 2.257 euro alla misura massima di 9.032, ovvero 4.514 euro pari al tradizionale raddoppio del minimo.
Per il giovane insofferente alle regole osimano si apre ora il rischio concreto di una denuncia per guida, oltre che senza patente, in stato di ebbrezza e/o sotto l’effetto di sostanze; dovesse risultare incensurato la pena da mettere in conto non sarebbe granchè.
Peggio, molto peggio, dover sopportare i rimbrotti (o peggio) che fratello e familiari gli hanno già riservato per aver praticamente distrutto il mezzo di famiglia.


QUANDO LA CAMERATA MARIANI SCELSE IL COMPAGNO PUGNALONI
REPLICA IL SINDACO: "MA IO NON SONO MAI STATO DI DESTRA"
2014 PASQUINELLI PENTITO, LA MARIANI MINIMIZZA
2019 BIS. NEL 2020 NUOVO FUOCO AMICO SU LATINI!

2 Comments

  1. Leggendo questo articolo ti viene in mente di porti una domanda,
    Sebbene la macchina era del fratello forse maggiore, era parcheggiata sotto alla loro abitazione ma questo Elia come avrebbe fatto a reperire le chiavi?
    Ci sarebbe anche incauto affidamento da parte del fratello maggiore che per la Legge Italiana è custode della propria autovettura e per chiamarsi fuori da ipotetici guai dovrebbe querelare suo fratello per furto.
    Cmq non c’è che dire, questo Elia ha nel sangue la guida piuttosto che qualcos’altro

  2. Non è dato sapere dove fosse stata lasciata l’auto anche perchè non rilevante ai fini della notizia. L’incauto affidamento non è però stato contestato al giovane osimano dal momento che l’auto di famiglia è stata, giusto appunto, sottratta alla disponibilità del fratello. Tecnicamente si tratterebbe, infatti, di un furto ma non essendo stata posta querela, anche il furto dell’auto non esiste. La guida provetta, piuttosto, ad una analisi visiva, non sembrerebbe essere stato elemento prevalente nel sangue…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *