LA RIAPERTURA DELLA PISCINA E’ COSA BUONA E GIUSTA?
ALLORA OGNI MERITO VADA A SIMONE NOSTRO, SUPER STAR

LA RIAPERTURA DELLA PISCINA E’ COSA BUONA E GIUSTA? ALLORA OGNI MERITO VADA A SIMONE NOSTRO, SUPER STAR

 2,783 total views,  2 views today

Ha riaperto ieri, dopo un mese di stop burocratico, l’impianto di Campocavallo. Decisivo, in realtà, l’intervento dell’ex Dirigente Frontaloni


“Ma quanto è bravo il Sindaco!”; “E’ proprio forte Simone nostro…”; “Pugnaloni è davvero super… alto, bello e forte” e infine un accenno finale sul classico “Bene che vince sul Male e riapre le piscine” non poteva di certo mancare.

A leggere la stampa, specie quella con propulsore le veline, e a perdere tempo in rete alla ricerca di news su Facebook, in queste ore è tutto un peana, un inno di vittoria, un canto di lode, una gara pervicace a chi incensa di più e meglio il ritrovato Sindaco nostro, da ieri eroe di tutte le piscine!


Un’immagine di repertorio della piscina “Nuova isola” di Campocavallo

Ne il nostro Primo cittadino fa molto per scansarsi dalle tumide labbre, dei sempre più numerosi osimani della seconda ora, desiderosi di recuperare il tempo perduto slinguazzando qua e la (metaforicamente) o sacrificando a Simone il capretto più tenero (questo proprio nella realtà).

Insomma ad un mese esatto dal trionfo degli angeli del Bene, in città e tutto un fluire di bave scivolose su cui mettere i piedi; e rimanerci (in piedi) si conferma impresa più per acrobati e circensi.

Nulla di nuovo o che gli osimani già non conoscano; ci fosse una disciplina olimpica legata alla capacità, partendo da fermi, di saltare dentro il carro in corsa del vincitore, Osimo si sarebbe contraddistinta – non tanto per la data di nascita ultra bimillenaria, non certo per il tratto murario romano più lungo e meglio conservato della regione, non certo per i geni che in ogni epoca han dato lustro alle 5 Torri – per la capacità unica di sfornare quintali di medaglie d’oro alla Patria.

L’ex Dirigente del Comune di Osimo, Ingegnere Ermanno FRONTALONI, vero artefice della riapertura

In pochi, pertanto, si impressioneranno anche per i sentiti ringraziamenti che Roberto Marzocchini e Ilaria Baiocco, gestori de “La nuova isola” di Campocavallo, chiusa un mese dalla burocrazia, stanno rivolgendo su ogni media a Pugnaloni e ai tecnici del Comune di Osimo che, in appena un mese, hanno trovato il modo di redigere i documenti giusti per la riapertura.

Ricordiamo brevemente ai meno attenti che l’impianto natatorio venne chiuso, ad una verifica dei luoghi fatta dai Carabinieri, non perchè gli spazi presentassero insicurezze o rischi per la clientela ma in quanto non più conformi alla via libera rilasciato anni prima che certificava, la sera, a piscina chiusa, la convivenza, negli stessi spazi, con una balera all’aperto. Locale non più presente quest’anno.

Questa semplice variazione burocratica, pur comportando lavori da compiere – ma “solo” sulla carta da compilare – è più che sufficiente – ad Osimo come in Italia – per bloccare sul nascere un’attività stagionale e rimandarne la soluzione alle calende greche.

E così sarebbe stato per i poveri gestori e l’ancor più povero proprietario se ad Osimo il Bene, alla fine, non vincesse sempre.

Nella realtà della cronaca meno confessabile, sul tipo, per intenderci, del tipo che solo OSIMO OGGI è abituata a scrivere (non avendo superiori obbligo di lecco da rispettare) la storia più vicina alla realtà descrive passi assai diversi.

La soluzione delle soluzioni, ad esempio, a noi risulta provenire dalla vicina Cingoli, residenza dell’ingegner Ermanno Frontaloni, ex Dirigente al Comune di Osimo, sollecitato ad intervenire dalla proprietà per trovare una via di uscita in tempo utile.

Sono “bastate”, si fa per dire, un paio di visite amichevoli all’ufficio urbanistico del Comune, per rimettere in riga il personale e convincerlo, vista l’urgenza di un lvoro strutturato solo in estate di cui un mese buttato, ad una sorta di “sconto burocratico”, vale a dire un minimo di precedenza su pratiche non legate alla stagionalità.

Non tutti gli ex sottoposti dell’Ing. Frontaloni, come è facile immaginare quando un dipendente ritrova un superiore privo dei… poteri, hanno festeggiato la rimpatriata e il suggerimento. Su tutti, per non fare troppi nomi, il geometra Fabio Luna pare essersi distinto per cercare di non farsi trovare pronto alla visita; da prima svicolando tutto a mancina giusto in tempo per non incrociare lo sguardo con Frontaloni e poi, vista le decisione dell’ufficio di acconsentire in via eccezionale allo “sconto burocratico”, svolgendo a puntino la relazione, seppur riottoso.

Su una cosa, alla fine dei lavori e con il via libera alla riapertura, presenti e assenti si sono trovati tutti d’accordo. “Ok, abbiamo fatto tutto questo, salvato la stagione alla “Nuova Isola” ma che almeno tutto il merito, visto che è stata fatta cosa buona e giusta, vada a Pugnaloni…”.


PREGHIERA DI RINGRAZIAMENTO

Ti rendiamo grazie, oh Simone nostro, per le tue sante decisioni che fai discendere e abitare nei nostri cuori. Gloria a te, Pugnaloni! Tu, signore possente, donasti tutte le cose per la tua gloria e affinchè gli osimani, usandone, te ne serbassero riconoscenza eterna.

Ricordati di tutti noi attraverso il Bene supremo, sempre caro a questa città; fa che diventi perfetta nel tuo amore, poichè tua è la potenza nei prossimi 5 anni. Non indurci in tentazione ma liberaci dal Male. Amen”.


PUGNALONI in versione SAN SIMONE

 


N.B. Da recitare ogni sera prima di andare a letto. Dispensa Vescovile accordata.

GINNETTI NON APPREZZA E DIFFIDA OSIMO OGGI!
OSIMO OGGI: “FARE INFORMAZIONE, UNICO INTERESSE” 
IL CDA DEI LIONS... FOTOCOPIA DELLA GIUNTA GINNETTI?
L’EX CANDIDATO SINDACO NUOVO PRESIDENTE DEI “LEONI”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *