LO STRANO CASO DEI POPOLARI:
PUR DI NON VOTARE LATINI…
CANDIDANO A DESTRA,
PRENDONO VOTI AL CENTRO
E SOSTENGONO LA SINISTRA!

LO STRANO CASO DEI POPOLARI: PUR DI NON VOTARE LATINI… CANDIDANO A DESTRA, PRENDONO VOTI AL CENTRO E SOSTENGONO LA SINISTRA!

 1,681 total views,  4 views today

LO STRANO CASO DEI POPOLARI:
PUR DI NON VOTARE LATINI…
CANDIDANO A DESTRA,
PRENDONO VOTI AL CENTRO
E SOSTENGONO LA SINISTRA!

L’elezione della Mariani al Congresso nazionale di Fratelli d’Italia fa infine chiarezza

Quando, tra molti decenni, gli storici osimani saranno chiamati ad esaminare gli anni ‘10 del nuovo millennio ed esprimere un primo giudizio sulle vicende in corso d’opera ai giorni nostri, scopriranno un fatto che – esaminato oggi – farà rizzare tutti peli del corpo agli elettori, maschi e femmine, di Destra e Sinistra.

Pochissimi migliaia, in definitiva, visto che l’osimano-medio vota da sempre… in medio dove di più e meglio, sembrerebbe, risiedono le virtù.

Le complicate e particolarissime elezioni del 25 maggio 2014 non si conclusero, come da scontato pronostico, con la probabilissima vittoria al primo turno di Latini pensata dagli osimani ma determinarono a sorpresa il ricorso al ballottaggio, poi deciso al foto finish da una sentenza del Consiglio di Stato.

Per giungere a tanto, insieme a molti errori pagati a caro prezzo da Su la Testa, occorse la combinazione di tanti piccoli improbabili ingranaggi che, come convocati dal fato, intervennero tutti e tutti al di sopra delle speranze dei rispettivi promotori, fino a  sovvertire per due soli voti l’esito finale delle consultazioni.

Un dato – quello che portò alla sorpresissima di un Pugnaloni Sindaco, attorniato da una corte inadeguata di politici-bambini e di un Pd lontanissimo anni luce dall’interpretare le istanze della stragrande maggioranza… al mare degli osimani – che andò ben oltre le aspettative stesse dei congiurati.

Gente, quasi tutta, che avrebbe festeggiato solennemente la gran paura fatta correre a Latini per l’assottigliarsi al ballottaggio dei quasi 3.000 di vantaggio nel primo turno ma che mai, in cuor loro, avrebbero desiderato cinque lunghi anni di salto nel buio.

Tra i fautori della “grande paura” da incutere a Latini troviamo, a scelta (perchè i nomi da fare al Centro, oltre quello di Renato Gardoni, si contano a decine) quello del già ricordato Gardoni.

“Pipinaro” dalla nascita o ancor prima, l’esponente della Dc ruspante di campagna, semplicemente non ama veder vincere facile Latini. A Gardoni e a tanti altri orfani dello Scudo Crociato piace il potere purchè conquistato di volta in volta… frutto di promesse vecchie e nuove, non quello acquisito venti anni prima e rimasto, immutato, fedele nei decenni alle liste civiche.

E sai che ti dico? Gardoni potrebbe avere ragione. A vincere facile non c’è gusto! Le figuracce messe insieme da Niccoli, Giacco e la Andreoni – perdenti come per decenni hanno perso tutti, senza scalfire, davanti alla Balena bianca democristiana – sono ammesse solo se inflitte da un grande partito – locale e di governo – come fu per mezzo secolo la vecchia Dc; questi presuntuosi delle liste civiche che almeno tremino fino all’ultima scheda e si chiedano per qualche attimo dove hanno sbagliato.

Come andò a finire è storia nota. E’ assolutamente inedita, invece, la notizia che vuole Maria Grazia Mariani eletta alla unanimità quale delegata provinciale al prossimo congresso nazionale di Fratelli di Italia, in programma a Trieste il 2 e 3 dicembre prossimi.

Robe che non accadevano, ovvero osimani a discutere in congressi nazionali, dai tempi preistorici della politica. Ed è significativo che a tornare a farlo sia una combattiva esponente di questo mare magnum navigato da pescicani… con la museruola, tipo il buon Renato; una Mariani dall’animo certamente a Destra, eletta per sbaglio al Centro con “Popolari per Osimo” allo scopo di sostenere, con 618 preziosissimi voti, un Sindaco di Centro-Sinistra capitato li per caso!

Un super inciucione andato negli effetti, ripetiamo, ben oltre le aspettative di ogni protagonista, piccolo o grande; protagonisti in minore della politica che ben si sarebbero accontentati “di vedere, di nascosto, l’effetto che fa…” mai immaginando di aver invece dato la stura ad un ribaltone di portata storica.

La chiara identificazione a Destra dell’amica Maria Grazia Mariani quanto meno, seppur tardivamente rispetto al gusto con cui si dovrebbe intendere la politica, ha il pregio di restituire ad ognuno il suo, ricollocare il consigliere comunale nel proprio ambito naturale (altro che “Popolari per Osimo”), rispiegare agli amici di Sinistra che ad Osimo è possibile vincere solo con i voti in libera uscita dalla Destra e soprattutto chiarire in casa Su la Testa che resta a Destra un piccolo (618) serbatoio di voti da bonificare a mezzo prosciugamento, visto anche l’annunciato ritorno a vita privata della Mariani al termine della legislatura.

FIN QUI ALLA ANDREANI BRICIOLE PER 101.662 €
L’AGGIO È IL VERO AFFARE... FISSATO AL 19.98%!
PIOVONO CARTELLE SULLE IMPRESE
CHE HANNO GIÀ PAGATO!
TARES 2013, IN ARRIVO MULTE A 5 ZERI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *