“OCCHIO A FACEBOOK…
IL GRANDE FRATELLO PUGNALONI CI SPIA TUTTI”

“OCCHIO A FACEBOOK… IL GRANDE FRATELLO PUGNALONI CI SPIA TUTTI”

 1,320 total views,  4 views today

La Mariani, ancora in attesa di repliche politiche, chiude la polemica Gif ma accusa

 

“OCCHIO A FACEBOOK…
IL GRANDE FRATELLO PUGNALONI CI SPIA TUTTI”

 

“Purtroppo abbiamo un Sindaco attento solo a quanto circola attorno alla sua persona”

Sulla piccola vicenda della GIF di violenza inviata dal Sindaco Pugnaloni alla consigliera Mariani, in risposta ad un intervento politico postato sulla propria pagina Facebook (tutto sommato una bufera in bicchier d’acqua anche se l’episodio, stranamente, tanto scalpore ha suscitato nell’opinione pubblica cittadina), ospitiamo le conclusioni della stessa Mariani.

“Grazie a tutti coloro che hanno espresso messaggi di solidarietà, amicizia ed affetto. Tutta la mia stima va a coloro che hanno condannato, senza se e senza ma, l’atteggiamento del Sindaco che ha usato (e lo fa spesso, anche nelle sedi istituzionali) un linguaggio certamente poco consono al ruolo istituzionale che ricopre.

Prendendo spunto dalla vicenda, vorrei invitare i cittadini a fare con me una riflessione.

Certamente molti di voi avranno avuto occasione di poter parlare con il Sindaco?

Ebbene Pugnaloni vi ha mai dedicato effettivamente un minimo di attenzione oppure avete dovuto “arrendervi”, tagliare corto perché lui era impegnato al telefono, al cellulare o a scrivere su Facebook?

Purtroppo abbiamo eletto un Sindaco – sottolinea la Mariani – che passa più tempo a leggere cosa scrivono di lui sui social anzichè ascoltare i bisogni reali dei cittadini e amministrare la Città.

Purtroppo avremo, ancora per un anno e mezzo, un Sindaco che interviene e commenta qualsiasi pensiero espresso in rete, che usa Facebook non per dare risposte concrete e costruttive ma  per controllare tutto e tutti… come una sorta, se possibile, di strumento di spionaggio…

Rinnovando i ringraziamenti a tutti quelli che con una parola o un messaggio hanno rafforzato la mia voglia di andare avanti, ribadisco al Sindaco Pugnaloni di voler dare risposte alle mie perplessità di consigliere comunale sull’operazione Astea-Centro Marche Acque. Se possibile”.

“DESTRA STAMPELLA DELLA SINISTRA
PER ODIO E INVIDIE PERSONALI”
EVADE DAGLI ARRESTI DOMICILIARI,
I CARABINIERI LO ARRESTANO DI NUOVO
MA PER LA MAGISTRATURA PUO’ RESTARE... DETENUTO IN CASA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *