IMPATTO FRONTALE-LATERALE TRA AUTOCARRO E C3
PERDE LA VITA MARIA AMURA, 46 ANNI, DEL PADIGLIONE

IMPATTO FRONTALE-LATERALE TRA AUTOCARRO E C3 PERDE LA VITA MARIA AMURA, 46 ANNI, DEL PADIGLIONE

 16,409 total views,  2 views today

IMPATTO FRONTALE-LATERALE TRA AUTOCARRO E C3
PERDE LA VITA MARIA AMURA, 46 ANNI, DEL PADIGLIONE

Originaria di Torre Annunziata, separata, la donna lascia una bimba di 8 anni. Al vaglio della Polizia locale le cause dell’impatto


Maria AMURA

Si chiamava Maria Amura, originaria di Torre Annunziata ed aveva festeggiato da poco il 46° compleanno. Nella vita era una guardia giurata e viaggiava in direzione Jesi.

La donna, protagonista con E.M. – un filottranese di 42 anni che si trovava alla guida di un Fiat Ducato – ha perso la vita questo pomeriggio a causa di un impatto frontale-laterale tra l’autocarro dell’uomo e la Citroen C3 condotta dalla poveretta.

Per cause al vaglio della Polizia locale di Osimo, intervenuta sul posto con i Vigili del Fuoco, Carabinieri e l’eliambulanza di stanza a Torrette, i due messi sono entrati in collisione lungo la provinciale Jesina, a non troppo distanza dal cimitero di Casenuove.

L’impatto, avvenuto attorno alle 14.30, non ha lasciato scampo alla poveretta che, in pratica, è deceduta sul colpo, prima ancora dell’arrivo dei soccorritori.

Preoccupazioni gravi anche per il conducente dell’altro mezzo, ricoverato a Torrette in prognosi riservata.
Maria Amura, 46 anni, originaria della Campania, si era trasferita a vivere a Padiglione, con la propria bambina di 8 anni; divorziata, prima di scegliere la nostra città aveva vissuto a Fabriano.

La provinciale Valmusone, sempre trafficatissima e purtroppo ricca di tragedie stradali, da tempo non reclamava particolari tributi di sangue; interrotta per circa quattro ore, la strada è stata riaperta al traffico attorno le 18.

Aggiornamento ore 18


 

MARIA CENTRATA IN PIENO DALL’AUTOCARRO IMPAZZITO
I RILIEVI ADDOSSANO A MORETTINI L’INVASIONE DI CARREGGIATA
FRONTALE SULLA VALMUSONE,
OSIMANA DI 46ANNI PERDE LA VITA A CASENUOVE
GRAVE ANCHE IL CONDUCENTE DELL’AUTOCARRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *