PUGNALONI VIETA IL RAMADAN… MA SOLO AI LATINIANI!
LA SOLA COMUNITÀ PUGNALONIANA POTRÀ FESTEGGIARE…

PUGNALONI VIETA IL RAMADAN… MA SOLO AI LATINIANI! LA SOLA COMUNITÀ PUGNALONIANA POTRÀ FESTEGGIARE…

 13,586 total views,  2 views today

Al gruppo islamico vicino al Sindaco concesso il grande parcheggio del Pala Baldinelli mentre gli altri musulmani, dopo aver ottenuto dalla Bracaccini la pista di atletica leggera alla Vescovara, si sono visti revocare la concessione! Pugnaloni al solito evita e non commenta la situazione


Guerra culturale al Campana ma anche guerra di religione in vista del Ramadan. Non sono giorni facili per il Sindaco PUGNALONI improvvisamente autoproclamatosi giudice unico in una vicenda che di intricato, almeno fino alla sua intromissione non richiesta, non aveva proprio nulla.
A complicare terribilmente le cose, però, proprio la volontà punitiva del Sindaco nel voler dividere gli adepti di Maometto e ribattezzare le due comunità islamiche presenti in città in “musulmani pugnaloniani” e “musulmani latiniani”!

Attivi a OSIMO due diversi e distinti gruppi di fede islamica

I primi, in vista della fine del Ramadan (prevista per mercoledì 12 maggio e denominata festa di Id-al-Fitr, ovvero festa dell’interruzione del digiuno) hanno chiesto e ottenuto dall’Amministrazione comunale, attraverso il concessionario Geosport, l’utilizzo del parcheggio privato presente a contorno del Pala Baldinelli; il secondo gruppo, numericamente simile, una settantina di persone più donne, anziani, figli, parenti e amici, si è invece rivolto per tempo all’Atletica amatori Bracaccini, società custode della pista di atletica leggera presso il centro sportivo della Vescovara. Positivo anche in questo caso il verdetto, con la Bracaccini che non ha avuto problemi a concedere l’utilizzo dell’impianto.
Insomma un doppio Ramadan festeggiato alla grande, in punti diversi della città, da due diverse “parrocchie” islamiche, da quel che si sa non in competizione tra loro, desiderose unicamente di festeggiare il termine del periodo di digiuno (un pò come Natale per noi) in spazi adeguati, lontano dal fluire cristiano del resto della città.

Il grande parcheggio privato al Palabardinelli concesso al gruppo islamico vicino a PUGNALONI

Senza un perchè credibile, motivato da circostanze innopugnabili, il Presidente Bracaccini nei giorni scorsi si è però trovato a dover revocare alla “parrocchia” islamica latiniana, l’assenso alla concessione dell’impianto prenotato per mercoledì. A suggerire di inventarsi una scusa credibile, incredibile ma vero, il solito PUGNALONI, mosso nientemeno che da rivincite elettorali!
Sembra che un paio di adepti musulmani appartenenti alla “parrocchia Bracaccini” risultino simpatizzanti del gruppo liste civiche e che altrettanti si siano persino presi la libertà di fare campagna elettorale nel 2019, per tacere di quanti si sono spudoratamente schierati in lista, due anni fa, con l’attuale Presidente del Consiglio regionale!
Quanto basta e avanza per scatenare, tra i pacifici musulmani di casa nostra, una sorta di diatriba ritual-religiosa-politica all’osimana, manco fossero pericolosi radicali sciiti e sunniti.

Il Sindaco presso la pista di atletica leggera alla VESCOVARA negata al secondo gruppo musulmano

Così, quando il gruppo musulmano latiniano ha intuito la mala parata, non c’era più molto da fare; dall’alto del minareto di palazzo comunale, PUGNALONI in versione muezzin, ha richiamato alla sacra preghiera solo il gruppo fedele… gli altri possono pure arrangiarsi!
Stamani, come al solito, il Sindaco PUGNALONI si è reso indisponibile a rispondere a qualsiasi domanda essendo impegnato in lavori di Giunta. Non potremo quindi ospitare la spiegazione dei fatti raccontati in cronaca e soprattutto comprendere, al di la degli orientamenti politici, la differenza di trattamento tra i due diversi gruppi.
Comprendiamo che agevolare cittadini che mal ripagherebbero, una volta in cabina, anche un interessamento positivo, non è politicamente piacevole; ma in questo caso da fare non c’era proprio nulla! Sarebbe bastata una presa d’atto informale e il problema non sarebbe mai diventato cronaca.
Al contrario, invece, è il gruppo islamico pugnaloniano (con ampie rifiniture andreoniane) a debordare i limiti comunali consentiti, essendo il vasto parcheggio privato a ridosso del Pala Baldinelli di proprietà privata e convenzionato con il Comune solo per gli eventi previsti all’interno della struttura. E non viceversa!

Mercoledì 12 maggio, giorno di Ramadan: cercasi spazio

Insomma chi dovrà rivolgere una preghierina in più a Maometto e volgersi verso La Mecca battendosi il petto con più forza sono proprio gli amici di cabina elettorale del nostro caspita di Sindaco!
E ora? Spazi all’aperto cercasi disperatamente. E in fretta. Il ricongiungimento con parenti e amici, feste e balli, preghiere e scambio di regali, tipico di una festività solenne, celebrata fino a tre giorni, necessità di spazi certi e sicuri. Proviamo a buttarla li. Il Diana o il rinnovato Santilli o che sia PUGNALONI “condannato” ad indicarlo!


FILISETTI STRONCA ANCHE L'ULTIMO APPIGLIO, NOMINA VALIDA
SUL CAMPANA IL PROVVEDITORE SI RIFÀ ALLO STATUTO
DOPO ALESSANDRINI INDISPONIBILE, INCONFERIBILE LA GIACCHETTI?
SULLA NOMINA REGIONALE LA SPADA DELLA NORMA ANTICORRUZIONE