FILISETTI STRONCA ANCHE L’ULTIMO APPIGLIO, NOMINA VALIDA
SUL CAMPANA IL PROVVEDITORE SI RIFÀ ALLO STATUTO

FILISETTI STRONCA ANCHE L’ULTIMO APPIGLIO, NOMINA VALIDA SUL CAMPANA IL PROVVEDITORE SI RIFÀ ALLO STATUTO

 13,444 total views,  3 views today

“Valuteremo con attenzione l’elezione della Giacchetti rivolgendosi, se del caso, al parere dell’Avvocatura dello Stato. Onestamente però le regole dell’Istituto sembrano rispettate e l’incarico legittimo”. Diffida formale immotivata, con Pugnaloni ad invocare, a fase alterna, la stretta osservanza di regole più che maltrattate nella vicenda Luna!


Articolo 4, statuto del Campana: “Il Presidente del Consiglio di Amministrazione viene eletto dai membri del Consiglio, nel proprio seno, con il voto favorevole di almeno tre membri”.
Alla luce del predetto articolo la diffida sostanziale comunicata dal Sindaco PUGNALONI all’Ufficio scolastico regionale, non ha ragione d’essere e si ritiene superata. L’elezione di Gilberta GIACCHETTI a Presidente dell’Istituto appare dunque pienamente legittima.
Le parole non sono esattamente quelle del Provveditore regionale agli studi, contattato per venire a capo di una situazione lasciata ogni giorno alla libera interpretazione delle parti in causa, ma la musica, possiamo assicurarla, è quella del dottor Marco Ugo FILISETTI, rintracciato telefonicamente nella natia Bergamo.

Marco Ugo FILISETTI, Provveditore agli Studi: “L’elezione della GIACCHETTI sembra in linea col dettato dello Statuto”.

“Ho saputo, essendo stato puntualmente informato, delle vicissitudini che le varie nomine, di parte Comunale, hanno incontrato in questi giorni. In particolare – spiega FILISETTI – sono a conoscenza del passo indietro, una volta ufficializzata la nomina del professor ALESSANDRINI, registrata dal nuovo Cda proprio in avvio di insediamento e relativa prima convocazione.
Non sta a me, in questa sede, anticipare il pensiero dell’ufficio scolastico chiamato a decidere sulla validità di una elezione, quella della dottoressa Gilberta GIACCHETTI, avvenuta in assenza del quinto componente. Posso però dire che ci atterremo strettamente al pensiero dello Statuto che mi pare preveda l’acquisizione di tre voti (ovvero la maggioranza assoluta, NdR.) senza però specificare quanti componenti aventi diritto al voto debbano partecipare. E’ ovvio – continua pacatamente FILISETTI – che sottoporremo il giudizio al nostro ufficio legale e, se non bastasse, ricorreremo ad un parere presso l’Avvocatura dello Stato, proprio per dissolvere qualsiasi dubbio. Mi sembra però che l’elezione della GIACCHETTI possa essere, allo stato, considerata più che valida”.
Insomma il quinto componente del Cda che il Consiglio comunale determinerà solo il prossimo 10 maggio non ha alcuna possibilità di ribaltare la situazione?

Gilberta GIACCHETTI, primo Presidente donna del Campana, alla guida ormai effettiva dell’Istituto per il prossimo quinquennio

“Statuto alla mano, torno a ripetere, la nomina appare del tutto legittima, forte oltretutto di un voto ottenuto con unanimità dei presenti. Il consigliere che verrà indicato dal Comune di Osimo in surroga del dimissionario – ha precisato ancora FILISETTI – ritengo possa avanzare, qualora non d’accordo con l’elezione della GIACCHETTI, mozione di sfiducia. E quindi ottenere la ripetizione del voto. Ma è una evenienza, questa, del tutto normale che non ha nulla a che vedere con la richiesta di verifica avanzata dal Comune di Osimo”.
Insomma per la GIACCHETTI gli unici pericoli, oltretutto solo in potenza, appaiono legati alla posizione dubbia rispetto al Decreto legge 39/2013 sulle cosiddette misure anticorruzione. Posizione però che per essere analizzata dovrebbe essere sollevata ufficialmente portata da qualcuno all’attenzione presso l’Autorità nazionale Anticorruzione, Presidente Giuseppe BUSIA. Diversamente, vista la natura davvero minore della vicenda, è davvero da escludere che l’Anac possa intervenire motu propriu.
Infine una osservazione finale, prima di dichiarare ufficialmente conclusa la vicenda Campana, spetta di diritto alla “diffida”, di fatto fatta filtrare da PUGNALONI, abile a mescolarla insieme al messaggio di auguri e buon lavoro inviato alla latiniana di ferro GIACCHETTI.

Per Simone PUGNALONI una brutta esperienza e soprattutto una pessima figura. Per la prima volta nella sua Storia il Campana non sarà guidato una Amministrazione in linea con la guida comunale!

In molti hanno notato da quale pulpito scadente sia giunto l’invito a verificare la legittimità della delibera di nomina… “a tutela dell’Istituto Campana. Trattasi infatti, a parti rovesciate, della stessa posizione del Consigliere Massimo LUNA (Pd) in Consiglio comunale, nonche Presidente di Commissione.
Da anni le opposizioni, a tutela del Consiglio comunale, hanno solevato la questione di quale fine faranno, di fronte alla prossima sentenza del giudice, i provvedimenti promossi dalla Commissione presieduta da LUNA, consigliere comunale a rischio di titolo!
Come dire, PUGNALONI non ritiene che la tutela del Consiglio comunale venga prima di quella del Campana?


PUGNALONI A BRACACCINI: "PER ME IL RAMADAN LATINIANO È NO"
"NON VOGLIO ROGNE MAROCCHINE, INVENTATI QUALCOSA SUL COVID"
PUGNALONI VIETA IL RAMADAN... MA SOLO AI LATINIANI!
LA SOLA COMUNITÀ PUGNALONIANA POTRÀ FESTEGGIARE...