Riflessioni semi serie sui lavori a singhiozzo in Sala Gialla

C’ERA UNA VOLTA… IL CONSIGLIO COMUNALE

Riflessioni semi serie sui lavori a singhiozzo in Sala Gialla C’ERA UNA VOLTA… IL CONSIGLIO COMUNALE

 1,003 total views,  1 views today

Da Maria Grazia Mariani, gruppo misto, riceviamo:

A molti sarà capitato di ricevere l’avviso per una riunione di condominio. L’assemblea è solitamente convocata in due giorni diversi (prima e seconda convocazione) per avere certezza legale che l’assemblea possa deliberare. Infatti in prima convocazione è richiesto un numero qualificante di inquilini, in seconda convocazione il numero si abbassa e chi è presente, decide comunque.

Ora il Consiglio comunale, per quanto ultimamente scaduto di livello, non è ancora paragonabile ad una banale assemblea di condominio.

Tuttavia ad Osimo non tutti la pensano come me.

Il Presidente del Consiglio comunale Andreoni, ad esempio. La collega – continua la Mariani – ha evidentemente scambiato l’assise per una riunione di condomini!

Dopo la seduta a vuoto di giovedì scorso, il Presidente ci ha riunito di nuovo, in prima convocazione, per domani 5 aprile ore 14.30 e in seconda convocazione domenica 9 aprile, ore 9.

E’ chiaro che il Sindaco Pugnaloni non è riuscito a portare tutti i suoi uomini in aula neanche per la discussione del Bilancio di Previsione 2017!

E ora che fa? Mette a dura prova i propri consiglieri del Pd che magari potranno essere giustificati mercoledì sera, quando giocherà in Coppa la Juventus, ma non lo saranno certamente domenica, se non dovessero ripresentarsi al proseguo dei lavori, causa Santa Messa della domenica delle Palme. Che per Pugnaloni, a questo punto, si può saltare.

Ora il Bilancio di Previsione 2017, come dovrebbe essere noto, richiede l’approvazione in aula entro il 31 marzo. In caso contrario la Legge non consente deroghe ma il Commissariamento. In pratica si dovrebbe andare ad elezioni anticipate, mi sembra nella “finestra” di primavera maggio 2018.

Il Consiglio comunale di Osimo è riuscito a riunirsi entro il 30 marzo 2017? No? Allora la mancanza del numero legale ha già provocato il salto del Bilancio.

Ora il tempo è semplicemente scaduto… ma il Sindaco pensa di cavarsela comunque e – per evitare il trauma del commissariato spera di approvare il Bilancio… il più presto possibile!

E’ di tutta evidenza come, dopo soli tre anni, siamo stanchi di vedere disattesi principi e programmi che l’amministrazione stessa Pugnaloni si era data… purtroppo abbiano un Sindaco che ama continuare ad amministrare la Città violando anche le regole formali più elementari.

Tipo far convocare il Consiglio comunale applicando le regole di un condominio…  dimenticando che queste regole giustamente non sono contemplate nel Regolamento del Consiglio. Ma vallo a spiegare a Pugnaloni. No comment”.

I Carabinieri li fermano e i giudici li rimandano a casa
“CARI RAGAZZI, ANCHE STAVOLTA LO STATO PERDONA
CERCATE ALMENO DI NON FARLO ALTRE 300 VOLTE...”
Boncompagni: “Quattro gare al termine? Obiettivo vincerle tutte”

APPIGNANO E IL SECONDO ARBITRO
BLOCCANO ANCORA LA NEF OSIMO (0-3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *