“SEGUITE QUEL PESCE FINO ALLA TANA…”
LE MANI DEI CARABINIERI SU ANDREA BRAGONI E UN FANESE

“SEGUITE QUEL PESCE FINO ALLA TANA…” LE MANI DEI CARABINIERI SU ANDREA BRAGONI E UN FANESE

 137,824 total views,  2 views today

Arrestati per la detenzione di stupefacente, i due avevano appena acquistato 100 grammi di cocaina nel supermarket dell’Hotel House. La coppia, dopo un disperato tentativo di fuga e di liberarsi della droga, ammanettata ieri pomeriggio in zona Grotte


La soffiata ricevuta era giusta. Breve e non equivocabile. “Seguite quel pesce fino alla tana…”.
In più la dritta era giunta da fonti confidenziali, note per non indicare a vanvera i pesci da catturare all’amo della droga appena arrivata su piazza; insomma il solito colpo a botta sicura che i militari del Norm di Osimo, in genere, non si lasciano ripetere due volte e tantomeno scappare.
E in effetti anche stavolta le gole profonde, fluttuanti nel vasto arcipelago delle sostanze stupefacenti da trafficare, c’hanno visto giusto permettendo la ricattura di Andrea BRAGONI, osimano di 35 anni, già ammanettato in passato, sempre per droga, dalla Squadra Mobile di Ancona; con BRAGONI (residente alla Gattara in via Roncisvalle) arrestato anche il fanese Lorenzo UGUCCIONI, 42 anni, senza precedenti, presente nell’auto dell’osimano nel momento del blitz di ieri pomeriggio.
I due, ignorati di essere seguiti fin da Osimo dagli uomini del sotto Tenente Luciano Almiento, hanno condotto i Carabinieri fin sulle soglie del supermarket per eccellenza della droga rivieresca, costituito da sempre a Porto Recanati dal malfamato hotel House.

Lorenzo UGUCCIONI, 42 anni di Fano, incensurato

Acquisita in breve la “neve”, ai carabinieri non è rimasto altro da fare che attendere il ritorno in macchina della coppia, posizionando discretamente un auto civetta di scorta e alle calcagna della Fiat Panda condotta da BRAGONI, mentre un’altra pattuglia ne attendeva il passaggio, pochi chilometri più avanti, all’altezza della rotonda di Grotte, in territorio di Loreto.
All’alt degli operanti, BRAGONI, comprendendo troppo tardi di essere stato venduto, anzichè fermarsi ha iniziato una repentina quanto disperata fuga sulla Statale Adriatica, mentre UGUCCIONI si è occupato di gettare dal finestrino, sperando non essere visto, parte della droga appena acquistata.
Entrambi i tentativi non hanno sortito effetto alcuno. Mentre la pattuglia sul posto ha provveduto a recuperare quanto volato via dall’auto in corsa, l’altra ha bloccato l’utilitaria al primo tratto di strada in rettilineo, costringendo l’osimano a fermarsi alla prima piazzola nei pressi del distributore di benzina Agip.

Andrea BRAGONI, 35 anni, osimano. Precedenti di droga per traffico di hashish, l’arrestato vive alla Gattara in via Roncisvalle.

Dall’immediata perquisizione seguita, i militari hanno rinvenuto altre prove del traffico di morte perpetrato dalla coppia di spacciatori trovati complessivamente in possesso di circa un etto di cocaina, tra quella gettata al vento dal finestrino e quella occultata banalmente sotto il sedile anteriore passeggeri.
Con la droga, sequestrato anche l’importo in contanti di 370 euro, ritenuto in qualche modo provento o meglio avanzo di quanto appena speso al supermarket per il rifornimento proibito.
Al suono di sirene “a festa” per il duplice arresto, i Carabinieri hanno accompagnato i due sino in caserma per notificare loro lo stato di arresto – ai domiciliari – per il reato di concorso nella detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio.
Prima volta per il fanese, riguardo il conto del concittadino osimano, invece, pende almeno un precedente realizzato qualche anno fa dalla Squadra Mobile di Ancona; nel caso i poliziotti fiutarono la pista giusta rinvenendo, nascosta in giardino, una discreta quantità di hashish.
Con la brillante opeazione messa a segno dal Norm i Carabinieri osimani si confermano ai vertici regionali quale capacità di ascolto del territorio, vessato da una micro criminalità strutturata e ben presente nonostante ogni apparenza.

La cocaina e il denaro sequestrati alla coppia arrestata

DA DIMENTICATA DA DIO A CENTRO DEL POTERE REGIONALE!
OSIMO CAPITALE DEI NUOVI EQUILIBRI GEO POLITICI
FINE DELLA FASE 2, L’ITALIA RIPIOMBA IN PIENO ALLARME
IL DATO DI IERI SUPERA LA DIFFUSIONE DEL 17 MAGGIO