SLOVENO DI OSIMO STAZIONE SPACCA TUTTO IN CASA
MINACCIANDO DUE CARABINIERI: “VI MANGIO IL CUORE!”

SLOVENO DI OSIMO STAZIONE SPACCA TUTTO IN CASA MINACCIANDO DUE CARABINIERI: “VI MANGIO IL CUORE!”

 5,328 total views,  6 views today

Completamente bevuto, lo straniero, 55 anni, alla fine ammanettato e subito in libertà


“Vi mangio il cuore!”. E così urlando si è lanciato contro un carabiniere afferrandolo alla gola e atterrandolo. Prima, intanto, aveva messo a segno un pugno, finito sulla spalla dell’altro carabiniere, costringendo i militari a chiedere rinforzi per avere ragione di quella furia scatenata.


Alojz Herbaj

Protagonista di una serata di Pasquetta al calor bianco uno sloveno di 55 anni, residente ad Osimo Stazione, in via Oriolo, che lunedì ha costretto la propria famiglia a richiedere soccorso visti gli intenti suicidi manifestati dall’extra comunitario.
Uccidersi ma a parole. Nei fatti Alojz Herbaj non aveva alcuna voglia di passare a miglior vita; anzi, quasi del tutto ubriaco, presentava una voglia matta di mandare lui qualcuno al Creatore, se solo si fossero posti di traverso.
Fuori di se, la situazione è peggiorata quando lo sloveno si è visto affollare la casa di ospiti indesiderati, carabinieri e uomini del 118 su tutti.
A forza di calci e pugni è nata una colluttazione alla quale i militari, dopo la mala parata dovuta all’effetto sorpresa, si sono rifatti fino a neutralizzare l’ira del padrone di casa.
Ammanettato e ridotto a più miti consigli, lo straniero è così stato dichiarato in arresto per reistenza e violenza a pubblico ufficiale.
Ad allertare la forza pubblica, in realtà, più che i familiari, impossibilitati dall’ira cieca del padrone di casa, hanno pensato i vicini a cui le grida di Herbay e le minacce sconsiderate hanno fatto temere il peggio.
Ieri mattina lo sloveno è comparso in Tribunale, ad Ancona, dove il giudice per le indagini preliminari ha convalidato l’arresto eseguito dai Carabinieri del Norm.
Difeso da un avvocato di ufficio (che ha richiesto i termini a difesa proclastinando, di fatto, l’esito del processo), per Herbay è così scattata la rimessa in libertà e la fissazione al prossimo 16 maggio di avvio processo.
Medicati entrambi al pronto soccorso osimano, i due carabinieri guariranno a breve con prognosi variabile dai 5 ai 7 giorni.


Segnalata aggressione- ambulanza e carabinieri davanti alla discoteca. Soccorso giovane ubriaco

 

ECCO LA LISTA DI “SU LA TESTA”
ALLERTA I CARABINIERI PER UNA LITE IN FAMIGLIA
E FINISCE ARRESTATO PER SPACCIO DI MARIJUANA!

2 Comments

  1. Ecco
    In questo caso se io fossi stato uno dei due Carabinieri intervenuto in casa di questo Puzzone Malandrino, la sua ira sfociata in pugni, calci e morsi l’avrei immediatamente placata dandogli il calcio della Beretta sulla testa, ma a tutta forza fino a sfondargli quella misera testa……..
    E’ pensare che solitamente sono proprio i Carabinieri che ti fanno assaggiare le coccole questa volta le hanno assaporate loro per primi…..non c’è più religione!!
    Siamo veramente allo sfacello, mi domando, ma un soggetto simile che cosa ci sta a fare a Osimo Stazione mi domando e dico?
    Ma perchè non se ne torna a rompersi le corna a casa sua????
    Complimenti alle Istituzioni che hanno accolto un rifiuto simile in un paese già allo sbando di suo

  2. Ah ah ah, di solito sono sempre i Carabinieri che ti gonfiano di botte e invece questa volta una latrina simile li ha gonfiati di botte.
    Personalmente se ero uno dei due Carabinieri gli davo il calcio della pistola sulla testa e gli facevo il tassello come nelle angurie, poi gli si passavano i bollenti animi.
    Mi chiedo, ma cosa ci fa ad Osimo Stazione una Schifezza simile di persona?
    Non mi verrete a raccontare la storiella che questo è qui per lavorare, non ci credo neanche se lo vedessi con i miei occhi, questo è solamente un ubriacone Sloveno che non ha voglia di fare niente se non fare casino, peccato che Azerbaijan non sia stato colcato di botte per bene……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *