TERZA CORSIA INAUGURATA E GIÀ DEPENNATA!
AL SUO POSTO ASSISTENZA A BASSA INTENSITÀ

TERZA CORSIA INAUGURATA E GIÀ DEPENNATA! AL SUO POSTO ASSISTENZA A BASSA INTENSITÀ

 1,902 total views,  2 views today

A catena Pneumologia subentra all’Abi e Medicina a Pneumologia. Gettate le basi per la trasformazione dell’ospedale in casa di riposo. In attesa del Pat al posto del pronto soccorso!


Dall’Obi (osservazione breve intensiva) all’Abi (assistenza a bassa intensità) nel breve volgere di un paio di giorni! Gloria e morte della cosiddetta terza corsia.
Inaugurato mercoledì a mezzogiorno, lo sbandierato ampliamento del pronto soccorso è rimasto in vita, senza medici ad occuparsene, appena 48 ore… giusto il tempo per scattare qualche foto ricordo, fare qualche dichiarazione roboante e dare spazio ad articoli di giornale.
Esaurita la facciata, si è improvvisamente scoperto che di sostanza c’era rimasto ben poco e che senza medici ad occuparsene tanto valeva utilizzare lo spazio per una causa migliore.
La non sanità osimana ha così ufficializzato, di fatto, il cambio di destinazione degli otto nuovi posti-letto; un mini reparto appena inaugurato, per la famosa terza corsia di un pronto soccorso che, nell’indifferenza generale, ha invece iniziato il count down verso il declassamento a Pat, punto di assistenza territoriale).
Già da questa mattina la terza corsia, già destinata a osservazione breve intensiva, si è trasformata di fatto in assistenza a bassa intensità (da dove peraltro proviene, letti a parte, gran parte dell’arredamento.
In pratica l’osservazione breve, dopo due giorni di lavoro sulla carta, sparisce per far posto all’assistenza a bassa intensità scesa, dal secondo, al primo piano.
E non solo. Gli spazi lasciati liberi dal reparto Abi stanno, in queste ore, per essere a tutti gli effetti Pneumologia la quale, a sua volta, cederà i propri ad un ampliamento, questo si, di Medicina.



Tutti questi passaggi, da un piano all’altro, di reparto in reparto – esaurito il tempo delle foto a 32 denti – per salvare il salvabile e almeno utilizzare in qualche modo, attraverso un giro dell’Oca irto di ostacoli, i lavori appena eseguiti.
Riepilogando: niente terza corsia, niente assistenza a bassa intensità, niente pronto soccorso; al loro posto il punto di assistenza territoriale e otto posti letto di Medicina (il famoso cronicario promesso da Ceriscioli mercoledì, tra gli applausi di molti osimani) inizia a farsi strada ogni giorno di più!

IN ARRIVO VITTORIA, “SARÀ LA VITTORIA DI TUTTI NOI!”
SETE DI RIVINCITA, L’ARRINGA DI LATINI SCALDA I CUORI
PRONTO SOCCORSO CLINICAMENTE MORTO, ARRIVA IL PAT
L'OSPEDALE? UN CRONICARIO DI ACCOMPAGNO ALLA MORTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *