VIOLA IL COPRIFUOCO PER LASCIARSI CADERE NEL VUOTO
DOMENICO BELLEZZA, 89 ANNI, SUICIDA ZONA “GRATTACIELO”

VIOLA IL COPRIFUOCO PER LASCIARSI CADERE NEL VUOTO DOMENICO BELLEZZA, 89 ANNI, SUICIDA ZONA “GRATTACIELO”

 20,084 total views,  6 views today

L’anziano osimano, approfittando dell’obbligo di restare in casa, ha messo fine ai propri giorni scavalcando la balaustra di via Leopardi per perdere la vita sul colpo sulla sottostante via Cinque Torri


Il coprifuoco notturno era appena iniziato ma Domenico BELLEZZA, 89 anni, anzichè rincasare, ha preferito farla finita con la vita lasciandosi cadere dal parapetto di via Leopardi, nei pressi del “grattacielo” Canalini, sulla sottostante via Cinque Torri.
Un volo di diversi metri, almeno una decina, che non ha lasciato scampo al poveretto, deceduto sul colpo. Nonostante l’orario e il lockdown imperante l’allarme è stato lanciaro, quasi in tempo reale, poco dopo le 23, da un’auto dei Carabinieri di pattuglia nel centro storico.
Per soccorrere l’anziano sono state allertate sul posto sia gli operatori medici del 118 che una squadra del 115 risultati però, gli uni e gli altri, impossibilitati a compiere qualsiasi tentativo per rianimare l’uomo essendo la morte di Domenico BELLEZZA sopraggiunta sul colpo.

Il parapetto di Via Leopardi, scavalcato da BELLEZZA altezza grattacielo

Per l’anziana vittima, non nuova stando alle informazioni raccolte dagli investigatori, non si trattava del primo tentativo autolesionistico avendo già manifestato ai familiari (l’uomo lascia la moglie e vari parenti) l’intenzione di chiudere anticipatamente il combattimento della vita.
Insolita piuttosto, per la più che consolidata tradizione suicidaria osimana, la scelta di un luogo insolito come via Leopardi in luogo della assai più ricorrente “Piazza Nova” (ultimo episodio a luglio dell’anno scorso) decisamente meno trafficata e garante di non essere sorpresi da passanti.
A suggerire alla mente di Domenico BELLEZZA la pratica di una soluzione alternativa, probabilmente, il fatto che il parapetto che assicura la strada figuri decisamente basso e semplice da scavalcare; anche per un uomo di quasi 90 anni.
Tanto che a memoria di cronista il ricordo di episodi analoghi, con al centro la balaustra di via Leopardi, si perde nei decenni, fino anni ’90 dello scorso secolo.
Espletate le formalità di rito il corpo ricomposto di Domenico BELLEZZA è stato riconsegnato alla famiglia. Per l’ultimo addio al poveretto non sono stati previsti funerali.


I NODI VENGONO AL PETTINE, IN CELLA ROBERTO REITANO
NEL 2014 IL COMMERCIANTE IMPOLVERÒ DI EROINA LA VALLATA
SUPERMERCATI, COVID, FAKE E CLIENTI POSITIVI
DENUNCIATA UNA BANCARIA OSIMANA, AUTRICE DELL'AUDIO