Compleanno amaro per il Sindaco
37 ANNI PER PUGNALONI
MA C’È POCO DA FESTEGGIARE
Fabio Pasquinelli e Carlo Catena minacciano di mandare in crisi la maggioranza

Compleanno amaro per il Sindaco 37 ANNI PER PUGNALONI MA C’È POCO DA FESTEGGIARE Fabio Pasquinelli e Carlo Catena minacciano di mandare in crisi la maggioranza

 702 total views,  1 views today

Compleanno amaro nel giorno in cui Simone Pugnaloni festeggia i propri 37 anni. Voci ricorrenti in seno alla maggioranza insistono sul possibile venir meno dell’appoggio di altri 2 consiglieri di maggioranza, ovvero l’ex candidato a Sindaco Fabio Pasquinelli (Altra Osimo con la Sinistra) e Carlo Catena (Energia Nuova).

In verità i rumors non indicano nulla di particolarmente nuovo. L’insofferenza di troppi componenti la maggioranza di Sinistra-Centro alla politica del bene comune – leggi conclusione del mandato – ha già portato più volte le grida politiche ad annunciare e smentire per poi riannunciare il gran passo indietro dei due recalcitranti consiglieri.

Il trascorrere dell’amministrazione, il sommarsi dei problemi con soluzione non condivisa e soprattutto la necessità di smarcarsi dal marchio di fabbrica Pugnaloni per tornare ad avere una propria identità in vista delle Elezioni 2019, spinge ogni giorno di più al gran passo.

Una macchina indietro che specie i più duri e puri della Sinistra cittadina minacciano di mettere in atto pur consapevoli di mettere l’attuale maggioranza in gravi difficoltà, se non addirittura a rischio.

Dei 24 Consiglieri comunali eletti l’8 giugno 2014 (15 alla maggioranza e 9 all’opposizione) una – Maria Grazia Mariani, Udc – è immediatamente passata in minoranza portando la bilancia politica sul 14 a 10 voti. Se ora il duo Pasquinelli-Catena dovessero portare alle estreme conseguenze il dissenso sulla vicenda dell’ex Cinema Concerto, sulla inopinata cessione delle quote di Astea Energia e sul ventilato e temuto ulteriore ridimensionamento delle prestazioni sanitarie erogate dal SS.Benvenuto e Rocco, ecco che la situazione numerica segnerebbe la perfetta parità – 12 a 12 – con il solo voto del Sindaco Pugnaloni a mantenere in piedi la baracca di una maggioranza in seria crisi.

In attesa di misurare la corresponsione delle parole misurate agli eventi, non ci resta che esclamare “Auguri, signor Sindaco” nell’auspicio di festeggiare almeno altri 2 di questi giorni.

CESSIONE ASTEA ENERGIA
“PUGNALONI DICA LA VERITÀ”
Mariani incalza il Sindaco sulla reale destinazione dei 23 milioni
DECINE DI COLPI TRA MARCHE E PUGLIA...
MA DI UNDICI BANDITI UNO SOLO È IN GALERA
In attesa di giudizio quattro ai domiciliari e sei a piede libero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *