A 80 ANNI LA MAGNALARDO DI NUOVO IN SELLA GRAZIE A MARCHETTI
LA COORDINATRICE LEGHISTA ANCORA DECISIVA CONTRO LATINI

A 80 ANNI LA MAGNALARDO DI NUOVO IN SELLA GRAZIE A MARCHETTI LA COORDINATRICE LEGHISTA ANCORA DECISIVA CONTRO LATINI

 6,022 total views,  4 views today

Cacciata di fatto da Arrigoni, la sempre in piedi pasionaria (di se stessa) ha colpito ancora imponendosi per la candidatura regionale di Alessandrini al posto del leader civico! Il tradimento di Osimo da parte di Marchetti.


Paolo ARRIGONI, una volta compreso di essere stato sviato dalla retta latiniana e condotto per mano verso l’inevitabile sconfitta, ci mise un record di pochi secondi a stracciare la nomina di coordinatrice comunale.
Troppo facile. Soprattutto troppo tardi ed anche discretamente troppo inutile, anche se non si dice.
Figuriamoci se Franca MAGNALARDO, una vita politica spesa a passare da un partito all’altro, poteva farsene un cruccio particolare.
Troppo esperta, all’alba dei primi 80 anni, per non sapere che in politica i tempi sono tutto. Basta saper aspettare e quanto uscito dalla porta rientra prepontemente ed inaspettato dalla finestra.
E a Franca MAGNALARDO puoi dire tutto meno di non essere capacissima nell’arte dell’attesa. Stavolta neanche troppo lunga.
E’ bastato che Salvini si armasse di calcolatrice per scoprire che il lavoro di anni del Senatore lecchese non portava mai 4!

Franca MAGNALARDO, in uno scatto di un paio di anni fa, con il leader della LEGA SALVINI

2+2? A volte 3, qualche altra 2… persino, spesso, è uscito il numero 1 o addirittura zero! Come nel caso del gradimento degli osimani, leghisti o solo vagamenti interessati alla causa Salviniana, incapaci di comprendere come ci si possa fare la guerra localmente… pur pensandola allo stesso modo!
E così aspetta e aspetta, in silenzio, senza polemiche, come nulla fosse successo (in realtà il Comune è stato regalato, nuovamente, ad un partito Democratico ingrato, che neanche stavolta ha ricambiato le congratulazioni leghiste…) Franca MAGNALARDO ha saputo ritrovare, abilmente, la strada per ricicciare ad effimera coordinatrice della Lega in città.
A riporla sul trono quel Riccardo MARCHETTI, decisamente poco Augusto, spuntato a sorpresa, tre mesi fa, dal magico cilindro Salviniano.
Via ARRIGONI e dentro MARCHETTI, uguale a fuori MAGNALARDO di nuovo in sella MAGNALARDO! Una sorta di restaurazione Marchettiana, molto in minore stile congresso di Vienna, come a voler riportare indietro le lancette del recente passato.

Il fallimentare operato del Senatore ARRIGONI rischia di essere rivalutato a confronto con MARCHETTI

Operazione riuscita! Tornata in sella (stavolta per grazia ricevuta) la pasionaria di se stessa ci ha messo un attimo a convincere MARCHETTI che il problema della Lega è quel cattivone di Dino LATINI e non gli osimani che non riescono a credere ad un ALESSANDRINI leghista, di ultima o penultima ora… essendo ALESSANDRINI eccetera trasmigrato con la stessa MAGNALARDO giusto in tempo e giusto apposta dal mondo sbagliato delle civiche!
Peccato che credere alle favole sia pur sempre e soltanto legittimo e non ancora obbligatorio! Il poco augusto MARCHETTI, nonostante le promesse fatte anche a questo giornale di voler ripagare gli osimani del maltolto del 2019, ha infatti abboccato all’esca come un pesce ragno affamato, notoriamente il più lento di riflessi di tutti i pesci da canna!

Il neo Commissario leghista MARCHETTI aveva pronunciato parole al miele per OSIMO…

Non ci credete? Al sottoscritto, anni fa, sulla spiaggia di Portorecanati, capitò di pescare ben due pesci ragno contemporaneamente! Il primo aveva abboccato all’amo credendo di fare un solo boccone di un invitante vermiciattolo… ma il secondo, preso dai crampi della fame, aveva addentato addirittura l’amo nudo e crudo!
Il povero “ragno” non visse troppo a lungo per spargere la voce e fece danni solo a se stesso, cucinato fritto per la sera.
Anche MARCHETTI, dopo aver riabbracciato la MAGNALARDO e sposato la causa, ora comune, anti Latini e pro ALESSANDRINI, rischia di insaporire la frittura del 20 e 21 settembre; un appuntamento dove il Centro-Destra marchigiano, fedele agli errori del passato, può solo pensare di vincere o vincere.
Altrimenti, nel nostro super piccolo, alla MAGNALARDO toccherà nuovamente farsi da parte e mettersi alla ricerca del 14° partito in cui credere…

Franca MAGNALARDO, 80 anni, e tanti danni in politica…

MAN ROVESCIO ALLA EX, ARRESTATO MASSIMO FEDERICO
LA DONNA ATTESA E PESTATA SOTTO CASA DELLA MADRE
CALICI E SICUREZZA, UNA CAGATA PAZZESCA!
ORDINE PUBBLICO DI FATTO SOSPESO FINO ALLE 00.30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *