AFFAIRE LUNA, A RISCHIO ANCHE IL SEGRETARIO GIULIONI?
DIMISSIONI DALLA TPL FURONO PROTOCOLLATE? FORSE NO!

AFFAIRE LUNA, A RISCHIO ANCHE IL SEGRETARIO GIULIONI? DIMISSIONI DALLA TPL FURONO PROTOCOLLATE? FORSE NO!

 3,872 total views,  2 views today

In vista, domani sera, un infuocato Consiglio comunale con Luna ancora seduto tra i banchi della maggioranza


EXIT POOL

View Results

Loading ... Loading ...

Dimissioni fantasma dalla TPL, crescono i punti interrogativi sul regolare protocollo del documento. Inseguito per l’intera giornata dai cronisti di OSIMO OGGI, Massimo Luna ha prima preso tempo con la Redazione per poi affidarsi ad uno scarno comunicato whatsapp: “Non posso rilasciare interviste”, lasciando intendere scenari inenarrabili che tanto piacciono ai nostri lettori.



Dunque, cosa bolle realmente nella pentola PD-TPL? Per non sapere ne leggere e ne scrivere, il settore “cronaca politica” ha dedicato l’intera giornata di ieri al tentativo di venire comunque a capo della vicenda, ricavando documenti e impressioni.

Partiamo dalla documentazione scritta, carta canta. Il testo che riproduciamo, discretamente leggibile, è datato 9 aprile 2019 e riproduce la raccomandata a mano con cui l’Amministratore di TPL Massimo Luna annuncia al Comune di Osimo le proprie dimissioni dall’incarico.

Massimo LUNA contemporaneamente Consigliere e Amministratore

Documento universalmente noto per essere stato annunciato, a suo tempo, dallo stesso Luna e oggi finalmente riscontrabile.
Cosa dice il pezzo di carta firmato da Luna? Racconta che partecipando alla campagna elettorale come candidato al Consiglio comunale di Osimo, ritiene tale posizione incompatibile con la precedente nomina ad amministratore della società TPL Osimo Srl non potendo più svolgere l’incarico “con la diligenza e l’indipendenza richiesta e dovuta”.

Ciò premesso Massimo Luna dichiara, giusto tre mesi, di dimettersi dalla carica della suddetta società con effetto immediato.

Effetto immediato un emerito piffero perchè, analizzando ripetutamente il documento caduto nelle nostri mani, la lettera di dimissioni non risulta dotata del necessario timbro di presa in carico da parte dell’ufficio protocollo.

Ora delle due una sola verità è possibile: o il documento riprodotto ci è stato mostrato in epoca “non ancora protocollato” per diventare ufficiale, magari, qualche istante dopo (ma questo non lo sappiamo, ne il silenzio di Luna aiuta gli osimani a comprendere) oppure il documento, semplicemente, non è mai stato portato al protocollo e pertanto non può produrre alcun effetto legale.

Tra le due ipotesi possibili non sappiamo, allo stato, su quale propendere. Provando a spiegare il perchè dei nostri dubbi, in un verso o nell’altro.



IPOTESI A, IL DOCUMENTO ESISTE: se ci fosse, da qualche parte, un atto ufficiale attraverso il quale si certifica la volontà di Massimo Luna si dimettersi dall’incarico in TPL, questo documento sarebbe da tempo nella disponibilità del Segretario comunale Giuliano Giulioni. Che giustamente, nella seduta di convalida dei nuovi Consiglieri, nulla avrebbe potuto eccepire sul nome di Massimo Luna.

IPOTESI B, IL DOCUMENTO NON ESISTE: in questo caso ci troveremmo di fronte ad un grave errore del ricordato Giulioni (che per la cronaca risulta in procinto di essere sfiduciato da Pugnaloni) il quale avrebbe omesso di verificare la posizione di ciascun possibile eletto fidandosi, nel caso di Luna, di voci ad arte, dicerie messe in giro, commenti che non fanno testo.

Tanto vale, per provare a capirci qualcosa, ritornare ai fatti certi: Massimo Luna, alla prima seduta del Consiglio comunale, viene ufficializzato, con le carte in regola, a partecipare ai lavori dei prossimi cinque anni; quattro giorni dopo lo stesso Luna rimette piede in TPL e come niente fosse, come se il documento di dimissioni presentante (?) il 9 aprile non esistesse, firma impegni economici rilevanti per l’azienda, per circa 250.000 euro complessivi (anche di questo passaggio mostriamo documento).


Nubi plumbee sul capo del Segretario GIULIONI?

A quale gioco strano la città sta assistendo?

Proviamo ad azzardare risposte in attesa che la nuova seduta di domani sera in Sala Gialla possa fornire ai cittadini e ai lettori ogni più ampia delucidazione.

L’unica ipotesi politicamente tortuosa ma ragionevole che ricaviamo è che Pugnaloni non abbia ancora le idee chiare sul futuro di TPL ed abbia consigliato a Luna, vietandogli espressamente di parlare, di stare per qualche tempo con i piedi in più staffe. 

Sperando in un sonnellino di OSIMO OGGI. Ipotesi naufragata.

Da domani il tempo delle spiegazioni.


 

ESPLODE LA POLITICA DEL BENE... PARREBBE VOTO SCAMBIO
DEFLAGRA IL TRITTICO OSIMANA-VAGNOZZI-PUGNALONI
GINNETTI NON APPREZZA E DIFFIDA OSIMO OGGI!
OSIMO OGGI: “FARE INFORMAZIONE, UNICO INTERESSE” 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *