FONTANA URINA, NELLE CAM I VOLTI E GLI SCHIZZI DEI PROTAGONISTI
PARTITE LE INDAGINI DELLA POLIZIA MUNICIPALE… ANZI ANCHE NO!

FONTANA URINA, NELLE CAM I VOLTI E GLI SCHIZZI DEI PROTAGONISTI PARTITE LE INDAGINI DELLA POLIZIA MUNICIPALE… ANZI ANCHE NO!

 15,714 total views,  4 views today

Tra il neo Comandante Buscarini e l’Assessore Federica Gatto divergenze di vedute. Ad Ancona, frattanto, altri Unni devastano le 13 Cannelle. Urge la puntuale e soprattutto rapida risposta delle Istituzioni


PUGNALONI CHE DOPO L'OK AI FUOCHI DI ARTIFICIO IN PIAZZA
TOLLERA ANCHE LA TRASFORMAZIONE DELLA FONTANA A CESSO SOTTO LO STELLE, È:

View Results

Loading ... Loading ...

Gepostet von Simone Pugnaloni am Montag, 25. Mai 2020
Nel video, il Sindaco PUGNALONI quando predicava distanza e mascherine

Davvero non è un bel periodo per le pubbliche fontane, vilipese un giorno si e l’altro pure da atti contrari alla pubblica decenza.
Dopo la vicenda della Fontana della Pupa, oltraggiata domenica all’alba da ragazzi sufficientemente sbronzi da scambiarla per un pisciatoio sotto le stelle (tra le grida di incitamento e gli sguardi divertiti di chi ha assistito allo spettacolo), la cronaca registra una vicenda meno grave, ma simile di fatto, ai danni della fontana delle 13 Cannelle, ad Ancona.
Il monumento rinascimentale, detto del Calamo, opera del recanatese Pellegrino TIBALDI nel 1559, è stata scambiata da una coppia di giovani per una normalissima fontanella. Senza rispetto.
E’ successo, oltretutto in pieno giorno – martedì mattina – sotto lo sguardo di chi è evidentemente abituato a notare ben di peggio.

L’Assessore Federica GATTO in attesa dei primi risultati delle indagini

In ogni caso senza che nessuno abbia sentito la necessità di interrompere le abluzioni corporali dei due giovani.
Lui è salito in piedi sul parapetto, si è tolto la maglia, si è sciacquato il viso e le ascelle. Poi ha preso una bottiglia di plastica, l’ha riempita, si è gettato l’acqua in testa, lavandosi quasi completamente. Non pago, ha sputato diverse volte all’interno della fontana.
Al che, si è rimesso la maglietta e ha risputato dentro.
La sua “signora” non è stata da meno. Una bella boccata refrigerante (che ci voleva proprio dato il gran caldo), una bottiglia riempita per inumidirsi i capelli, un pò di acqua sui piedi. E per finire un sorso sputato all’interno per par condicio.
La buona notizia, indiretta, è che sembra che non sarà possibile peggiorare, magari portandoci pentole e piatti da lavare, in quanto il monumento medioevale si presenta in pessimo stato di conservazione.
In tutte le tredici vasche il muscio regna sovrano, ci sono pacchetti di sigarette infilzati, tappi di plastica e cartacce. Inoltre l’odore che ne deriva, anche alimentato dal solleone, non è sicuramente dei migliori.
Tradizione vuole che chi intenda ritornare ad Ancona non potesse non sorseggiare almeno un sorso d’acqua, un tempo scendente dal Cònero e oggi offerta dall’acquedotto… ma forse, visto il degrado dei tempi, sarà meglio rivedere e correggere il suggerimento…
Ad Osimo non va meglio, anzi. L’unica notizia buona è che le numerose telecamere insistenti su piazza Boccolino hanno fatto il proprio dovere riprendendo, da più inquadrature, gli autori del misfatto.
Il vandalismo di sabato notte, oltre ad indignare i residenti del centro storico e più in generale la città, anche se non più reato penale costituisce comunque una chiara violazione punita con una salata mulat alla voce atti contrari alla pubblica decenza.

Il neo Comandante dei Vigili urbani, Daniele BUSCARINI, invece, delegherebbe il compito a Polizia e Carabinieri…

Ma chi dovebbe indagare e dare un nome certo ai diversi protagonisti? Ovviamente la Polizia municipale, preposta istituzionalmente a perseguire violazioni rientanti, genericamente, tra i vari vandalismi dei pubblici arredi.
In tal senso l’Assessore Federica GATTO, sentita sulla vicenda, ha rassicurato tutti che non solo le telecamere hanno inquadrato e ripreso ma – anche e soprattutto – che i suoi uomini stanno talmente indagando per individuare i responsabili… che i risultati al momento necessitano della necessaria discrezione.
Di tutt’altro avviso il neo Comandante Buscarini, pure sentito sulla vicenda e apparso abbastanza “fuori tema” su quanto sta accadendo, al punto da affermare che le immagini verranno affidate, per le indagini vere e proprie, a Polizia e Carabinieri!

I due giovani intenti a lavarsi sulla fontana delle 13 cannelle ad Ancona

E’ evidente che delle due versioni fornite, almeno una conduce lontano dalla verità. In mancanza di reati più gravi del “semplice” vandalismo, oltretutto di recente depenalizzato e sostituito da una forte multa, Polizia e Carabinieri non “perdono tempo” in questioni di minori entità, per quanto ugualmente tilevanti nel sentimento della cittadinanza.
Insomma queste benedette indagini, sempre che si abbia voglia di svolgerle, dovranno obbligatoriamente essere portate avanti dagli uomini in divisa del Comune. E non da altri. Che non ci saranno.
In mancanza di una risposta precisa e puntuale – che, a nostro avviso, a 72 ore dai fatti, doveva già essere stata promossa e portata a termine da chi di dovere, perchè anche la velocità di reagire è elemento portante per far toccar con mano la presenza dello Stato – il prossimo week end non resta da attendersi un ulteriore passo in avanti, nel segno del disinteresse e del degrado.

Detto che non ci risulta, quattro giorno dopo, alcuna particolare azione di pulitura e rimessa a norma dell’opera idraulica, non resta che lasciarci prendere dall’ineluttabilità degli eventi e domandarsi… opo aver utilizzato la fontana della Pupa da comodo e prestigioso pisciatoio… chi sarà il primo ad andare ancor più oltre e farci anche galleggiare qualcosa di solido?


TOP & FLOP DELLE LETTURE
OSIMO OGGI SEGUITO IN MEDIA DA 21.076 UTENTI
FRATELLI ITALIA RADDOPPIA, CON MARIANI IN LISTA ANCHE FRONTINI
ACCORDO IN CASA CONFCOMMERCIO, POLACCO ASSESSORE TURISMO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *