FRATELLI ITALIA RADDOPPIA, CON MARIANI IN LISTA ANCHE FRONTINI
ACCORDO IN CASA CONFCOMMERCIO, POLACCO ASSESSORE TURISMO

FRATELLI ITALIA RADDOPPIA, CON MARIANI IN LISTA ANCHE FRONTINI ACCORDO IN CASA CONFCOMMERCIO, POLACCO ASSESSORE TURISMO

 15,203 total views,  28 views today

Il via libera ratificato dallo stesso Acquaroli nell’incontro in sede di martedì. Lo strano percorso politico di un ex domocristiano, ex piddino ed ex leghista oggi in campo con la Fiamma


Doppio candidato per Fratelli di Italia che in città, oltre a Maria Grazia MARIANI, dovrebbe schierare al 99% anche il Presidente della delegazione Confcommercio di Osimo Renato FRONTINI.
La chiusura dell’accordo politico si sarebbe avuta martedì mattina ad Ancona, sede Confcommercio Marche centrali, approfittando della presenza in visita del candidato Governatore ACQUAROLI.
Un viaggio e due notizie quelle portate dal possibile Presidente di Centro-Destra: la presenza di GARDONI nella lista dei 9 candidati della provincia di Ancona (in quota a Fratelli di Italia) e via libera per Massimiano POLACCO (vice Presidente Confcommercio), in caso di successo, per il ruolo attualmente coperto da Moreno PIERONI: Assessore regionale con competenza sul Turismo.

Il candidato ACQUAROLI nella sede Confcommercio di Ancona col Direttore POLACCO

Questi gli altri otto candidati, con Renato FRONTINI, per Fratelli d’Italia: Milvia MAGNANI di Castelbellino (ex consigliere provinciale), Massimo BELLO di Ostra Vetere (ex Sindaco), Goffredo BRANDONI di Falconara Marittima (ex Sindaco), Mirella BATTISTONI di Fabriano (consulente di impresa), Yasmine AL DIRI pure di Falcona Marittima (vice Sindaco Falconara Marittima), Lorenzo RABINI di Camerano (coordinatore provinciale di Fratelli di Italia), il capolista Carlo CICCIOLI (Ancona) e la già ricordata Maria Grazia MARIANI.

Renato FRONTINI

Un paio su tutte le considerazioni politiche da farsi, in caso ovviamente di ratifica della lista. Cosa e quanto potrò portare Renato FRONTINI alla causa di Fratelli di Italia? E soprattutto come mai la Fiamma Tricolore punta grosso proprio su Osimo?
A questa domanda è semplice rispondere individuando nel partito di Georgia MELONI l’interesse di riappropriarsi del proprio elettorato osimano; elettorato da tempo immemore “ostaggio” delle Liste civiche latiniane, oggi in difficoltà.
Approfittare del lungo momento negativo dei civici (interrotti dopo 15 anni di dominio da due ballottaggi 2014 e 2019 all’ultimissima scheda) avrebbe per la Fiamma il significato di piantare solide bandierine su cui basarsi in vista dell’appuntamento elettorale 2024 del dopo PUGNALONI.
Molto o tutto dipenderà dalla capacità di reazione, nel Centro-Destra, dei vertici civici e dal tipo di soluzione alternativa da proporre alla città. Soluzione ancora lontana dal vedere la luce in quanto in fase dibattimentale; ma soluzione che dovrà giungere obbligatoriamente… pena lasciare campo libero alla “nemica” storica MARIANI e al nuovo “scudiero” FRONTINI.

Lo storico abbraccio lungo Corso MAZZINI dell’allora leghista FRONTINI, col riconfermato Sindaco PUGNALONI

Quanto al Presidente della delegazione osimana di Confcommercio, per rispondere al secondo interrogativo, difficilmente riuscirà a portare alla causa consensi personali; molti di più potrebbero essere i voti indotti verso Fratelli di Italia in quanto FRONTINI, pur senza chances personali, si è dipinto a CICCIOLI come grande elettore di Osimo, uomo “potente”, in grado di spostare consenso.
In realtà FRONTINI tranne qualche preferenza al Padiglione (per via di legami familiari) e a San Biagio (a causa dell’attività commerciale insistente nella frazione) non pare l’uomo giusto da cui attendersi gli sperabili sfracelli.
Democristiano fino all’osso, fintanto la Dc ha prosperato ed esisista, FRONTINI è stato, nel tempo, fedelissimo dei Sindaci Orsetti, (non risulta Niccoli) ed anche Latini e Simoncini, per poi tesserarsi, tra i primi a farlo in città, con il neonato Partito Democratico…
Fin qui il percorso politico noto del candidato FdI Renato FRONTINI… almeno fino alla luna di miele, giusto un paio di anni fa, con la Lega di Salvini… fidanzamento interrotto giusto al ballottaggio bis LATINI-PUGNALONI.

Presenzialista a livelli record nell’ultimo decennio – si narra abbia preso parte di tutti gli appuntamenti politici (e relative cene) di qualsiasi partito politico, grillini esclusi – FRONTINI è entrato definitivamente nei libri dei “saltafossi politici da record” riuscendo, contemporaneamente, nel risultato di fare campagna elettorale per ALESSANDRINI (fino a maggio 2019) e per PUGNALONI (a giugno!).
Fiutatore come pochi dell’aria che tira, la candidatura di FRONTINI risulterà piuttosto utile ai Latiniani per “scovare”, sezione elettorale per sezione, in base alle preferenze ricevute, quanti sono stati e grosso modo chi, coloro a cui imputare il doppio gioco del voto promesso ma trasformato in Pugnaloniano.


FONTANA URINA, NELLE CAM I VOLTI E GLI SCHIZZI DEI PROTAGONISTI
PARTITE LE INDAGINI DELLA POLIZIA MUNICIPALE... ANZI ANCHE NO!
L'EX MINISTRO KYENGE "RIMANE NEGRA" ANCHE PER I GIUDICI
VICE SINDACO CIVITANOVA ASSOLTO DALL'ACCUSA DI ODIO RAZZIALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *