GLI ITALIANI, A MENO DI UN ANNO, PER UN GOVERNO DI DESTRA
L’AGGRESSIONE RUSSA E LA CRISI NON MUTANO IL VOTO 2023

GLI ITALIANI, A MENO DI UN ANNO, PER UN GOVERNO DI DESTRA L’AGGRESSIONE RUSSA E LA CRISI NON MUTANO IL VOTO 2023

 25,555 total views,  2 views today

Nessuna variazione di rilevo, da una settimana all’altra, nonostante l’incalzare degli avvenimenti, internazionali e locali, tutti di segno negativo. Il Centro-Destra si mantiene ad un passo dalla maggioranza assoluta (49.80%) mentre guadagnano solo i partitini a rischio dello sbarramento sotto il 3%. Sempre molto alta l’astensione quotata al 44% del campione rilevato dalla Tecnè.


La terza settimana dall’aggressione russa all’Ucraina e l’accentuarsi della grave crisi, indotta su larga parte dell’economia italiana, non hanno prodotto cambiamenti sostanziali nelle intenzioni di voto degli Italiani.
Con una settimana in meno di attesa (ricordiamo a tutti che tra un anno esatto l’Italia sarà già andata al voto e avrà un nuovo Governo rispetto all’attuale) Fratelli di Italia e Partito Democratico continuano a contendersi la leader ship partitica nazionale col 21.50% attribuito ad entrambi.
La notizia, semmai, è data dall’elettorato della Lega che, per la prima volta da oltre un anno, non scende di livello, fermo al 16.30%. Un trend, al contrario, che i 5 Stelle non riescono ancora a governare lasciando sul campo, anche per il giro di venerdì 11 marzo, un altro 0.10% per un saldo negativo coplessivo, rispetto al 2018, di circa 350.000 elettori.
Crescono a Sinistra i piccoli partiti, tutti segnalati col segno + (+Azione, Verdi e Sinistra Italiana) ed avanza il consenso dei cespugli fuori quorum, ovvero sotto il consenso dei movimenti al di sotto del minimo di legge per essere rappresentati, fissato nel 3%. Invariato, infine, al 44% il numero degli astenuti, percentuale altissima di senza voto rispetto al campione di 1.000 cittadini, scelti come rappresentativi dell’intenzione nazionale.

Salvini non perde occasione per accellerare la decrescita della Lega

LA SASSAIOLA IMMAGINARIA MANDA L'INFORMAZIONE SOTTO CHOC
SMENTITA DAI CARABINIERI LA CACCIA AI TRE RAGAZZINI!
"SONO STATO LADRO, RICETTATORE, DETENUTO E LATITANTE
MA SOPRATTUTTO SONO STATO UN CAPRO ESPIATORIO"