MIGLIOR TECNICA E VOGLIA DI COMBATTERE
CHARLY NON SI FERMA PIU’

MIGLIOR TECNICA E VOGLIA DI COMBATTERE CHARLY NON SI FERMA PIU’

 2,152 total views,  10 views today

Il pugile osimano batte anche Castillo e passa ai quarti del trofeo Cinture WBC 2019


E Charly vola ai quarti di finale del Trofeo 2019 della federazione pugilistica, riservato ai professionisti Cinture WBC.

Battendo per verdetto, sul ring di casa di Cavarzere, il veneto Luis Castillo Vargas (della Cuba Boxe Vicenza), Metonyekpon ha così meritatamente conquistato il passaggio al gradino successivo WBC.

Sul ring di Cavarzere, l’arbitro alza il braccio a CHARLY

L’incontro, originariamente previsto nella piazza della cittadina veneziana, si è invece disputato al coperto, in una palestra, di fronte ad un buon pubblico, causa le condizioni ostili del tempo.

Come da previsioni il match si è confermato avvincente ed intenso per l’intero arco delle 6 riprese previste ed ha visto i contendenti profondere energia ed impegno ad altissimo livello; mai un calo di concentrazione o un rallentamento per recuperare forza e ritmo, per una “garra” profusa da Metonyekpon e Castillo in alternati attacchi per tutti i 18 minuti effettivi.

Anzi è stato proprio Castillo Vargas, reduce da una vittoria per KO, a cercare fin dall’avvio l’iniziativa, specie nella misura corta del corpo a corpo, letti alla perfezione dall’osimano.

METONYEKPON attorniato dai propri allenatori, Andrea GABBANELLI e Daniele MARRA

Bravo Charly, anch’egli sul ring con due vittorie consecutive, a neutralizzare puntualmente i colpi fino ad imporre la propria boxe mettendo a segno precisi esignificativi ganci e montanti al volto.

La miglior tecnica dell’osimano, la velocità di braccia, la precisione dei colpi, la freddezza nello schivare e soprattutto l’intelligenza pugilistica dimostrata ha certamente pesato nel fare la differenza contro un Castillo generoso, inutilmente portato dal pubblico.

Ancora un’immagine dopo il combattimento tra CHARLY e CASTILLO

al termine delle sei riprese, affrontate da Metonyekpon con la consapevolezza di essere migliore, senza mai sottovalutare la boxe dell’avversario, l’osimano ha avuto la meglio con un verdetto ineccepibile, valido il passaggio ai quarti del trofeo WBC.

Pienamente soddisfatti dell’ulteriore passo in avanti, i coach Andrea Gabbanelli e Daniela Marra della Boxing club di Castelfidardo-

“Charly – hanno dichiarato Gabbanelli e Marra – si sta rivelando il piccolo campione che abbiamo sempre intravisto; soprattutto lascia ben sperare il fatto che stia migliorando da un incontro all’altro”.

Un faccia a faccia dell’incontro valido per i quarti di finale “Trofeo Cinture WBC”

Un ottimismo, quello dell’ambiente pugilistico fidardense, condiviso da molti anche il modo di allenarsi dell’osimano, tutto sudore e sacrifici anche in palestra, pur di appropriarsi dei segreti della nobile arte.

“Ci piace soprattutto – spiegano i suoi allenatori – il fatto di sapersi adattare alle diverse tecniche di combattimento proposte da qualsiasi avversario. Non possiamo non essere fieri di Charly!”.

24 anni, cittadino italiano e osimano di adozione, Metonyekpon si è diplomato al “Meucci” Castelfidardo, prima di scoprire la palestra fidardense della boxing club.

Per l’originario del Benin abbiamo, fin qui, oltre 80 incontri professionisti, di cui oltre due terzi vinti.

L’esordio nel mondo professionistico appena 4 mesi fa vincendo a Castelfidardo, sostenuto dal suo pubblico, contro il temuto serbo Pavlovic, messo a terra per KO. Altro successo, stavolta ai punti, contro l’italo tunisino El Kadimi.

Per Charly, continuando con queste prestazioni di livello assoluto, il futuro all’orizzonte appare davvero rosa.


PIERGIACOMI, IL TRIBUNALE DI MILANO SCAVALCA ANCONA
INFLITTI QUASI 5 ANNI AL RE DELLE TRUFFE IMMOBILIARI
NOTISSIMO OSIMANO ARRESTATO PER VIOLENZA SESSUALE SU MINORENNE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *