NAUFRAGA GINNODOSOR I, SATRAPO DI BABILONIA
NON NOMINE, “PROGETTO FUTURO” SI SQUAGLIA!

NAUFRAGA GINNODOSOR I, SATRAPO DI BABILONIA NON NOMINE, “PROGETTO FUTURO” SI SQUAGLIA!

 3,311 total views,  2 views today

Le rivelazioni del “patto di Cingoli” alla base sta provocando un fuggi-fuggi, verso la casa madre Pd, sia di noti che di insospettabili


EXIT POOL

View Results

Loading ... Loading ...

Diaspora in casa Ginnetti: inevitabile, con il dopo voto e l’assegnazione delle prime poltrone, scatta l’allarme rosso. Ognun per se, Dio per tutti.

Alessandro BUCCELLI, da Fratelli d’Italia a Ginnetti, da Ginnetti al PD.

E dire che Pugnaloni, da collaudato ex Dc, vorrebbe mantener fede al famoso “patto di Cingoli” e rispettare la parola data nonostante che i colonnelli piddini lo invitino apertamente, una volta svuotato il bacino elettorale di Progetto Osimo, a mandare al mare gli ultimi romantici che attendono in fila, con pazienza, la collocazione in qualche Cda di serie B.

Lucia MENGHINI, da Assessore latitano a Ginnetti, da Ginnetti al PD

Insomma, considerato che il conto alla rovescia (relativo al tempo necessario a Ginnetti per dimettersi da consigliere di minoranza) è già iniziato… ce n’è abbastanza per giustificare il nervosismo di molti addetti ai lavori.

Ricapitoliamo, per i molti non attenti alle cose ginnettiane, lo stato dell’arte. I due “guru”, Ginnetti e Sampaolo, gli unici coperti dalla polizza politica cingolana, non hanno particolare fretta o meglio mostrano una fretta relativa. Chi si agita (e come) è la base del movimento che sta scoprendo, pian piano, sempre più chiaramente, di essere stata utilizzata e come tutte le basi del mondo, sedotta e abbandonata. 

Ginnetti per il momento non si agita, prende nota e lascia fare. Le cambiali personali – l’agognata candidatura forte in Regione o l’alternativina ina ina del Campana – distano ancora molti mesi all’incasso, per cui non c’è ragione di mostrare segni di nervosismo.

Achille GINNETTI

Sampaolo ne ancor meno consapevole che il tutto avverrà con gradi ancor più lenti, tipo il subentro in Consiglio comunale al posto di Ginnetti e solo dopo avvicinarsi alla presidenza, a scelta, di una qualsiasi delle Case di Riposo osimane, con la Grimani-Buttari, comunque, al centro dei desideri.

E per tutti gli altri? Solo qualche raro croccantino lasciato cadere dalla tavola bene imbandita di Pugnaloni II, Re del Bene. Di trippa (per gatti) nessuna traccia. Tanto che i due Gatti (quelli veri) in forza all’armata ginnettiana – l’ex vigile urbano Claudio Gatto e l’ex Filo d’oro Lorenzo Gatto) – risultano già passati, armi e bagagli, nelle più ricche file piddiane, così come Lucia Menghini, ex Assessore alle Attività produttive nel primo mandato Latini e – udite udite –  financo l’ex Fratelli d’Italia e l’ex latiniano Alessandro Buccelli stanno morendo dal desiderio di dare una mano rosso fuoco agli intristiti ex colori politici.

Claudio GATTO, ex vigile urbano, vicino a GINNETTI, da Ginnetti al PD

Insomma il “si salvi chi può”, ad un mese dalla vittoria di Pirro, rieccheggia alto e forte, udito distintamente anche dal resto della base, più dura che pura.

E dire che i gruppi whatsapp con cui Ginnetti e Buccelli hanno stravinto la battaglia del 9 giugno e con essa la guerra, ancora ribollono di richieste di chiarimento con cui i più tonti ma sinceri chiedono ancor oggi conto di “cosa è successo a Cingoli?”

Anche a chat chiusa la risposta ginnettiana non fa chiarezza sulla vicenda del patto con Pugnaloni, siglato nei pressi del Monte San Vicino.

Scrivere certe cose su un gruppo di 120 persone, tra cui decina di fedeli latiniani – ha inutilmente provato a chiarire Ginnetti ai più duri di comprendonio – sarebbe equivalso a mettere sulla bocca di tutta Osimo i particolari non confessabili della stretta di mano cingolana… per cui meglio qualche deluso in casa e continuare a narrare come buona l’attesa verso il 2024, piuttosto che ammettere che “Progetto Osimo” avesse sempre avuto,come progetto principale, proprio l’abbattimento dell’esperienza latiniana!

Tutto il resto è noia… destinata agli ultimi di un carro sempre meno affollato.


 

QUANDO PASSARE AL BENE, SE ERI DEL MALE, NON BASTA
LA ANDREONI RIMETTE IN RIGA ANCHE LA SIGNORA BELLI
ESPLODE LA POLITICA DEL BENE... PARREBBE VOTO SCAMBIO
DEFLAGRA IL TRITTICO OSIMANA-VAGNOZZI-PUGNALONI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *