OPERAZIONE
MUSICAL CULTURALE O RAVE PARTY?
FONTE MAGNA
SI APPRESTA A VIVERE 4 GIORNI DI INVASIONE!

OPERAZIONE MUSICAL CULTURALE O RAVE PARTY? FONTE MAGNA SI APPRESTA A VIVERE 4 GIORNI DI INVASIONE!

 2,086 total views,  1 views today

Da questo pomeriggio fino a mezzanotte di domenica la terza edizione di Font d’Art

 

OPERAZIONE
MUSICAL CULTURALE O RAVE PARTY?
FONTE MAGNA
SI APPRESTA A VIVERE 4 GIORNI DI INVASIONE!

 

Uomini e mezzi Astea lavorano per preparare l’area… al club. Normale? Attesi 300 giovani

Probabilmente non resta che sperare nella pioggia, prevista al 50% nel pomeriggio e serata di domenica, per alleviare i danni al mancato riposo notturno, promesso ai residenti della zona tutt’attorno Fonte Magna, dalla terza edizione di Font d’Art.

Lo scorso, alle tre del mattino, in una calda notte d’estate, tra l’11 e il 12 settembre, che non consentiva di chiudere le finestre, molti osimani attesero l’alba insonni perchè, alle 3 del mattino, la musica sparata dagli amplificatori della manifestazione impedivano il riposo notturno fino ad un chilometro dall’evento!

Tipo, per intenderci, invece che le 3 del mattino… fosse mezzogiorno! Nella super paziente Osimo per un simile baccano piovve alla fine una sola protesta, con la maggioranza a gironzolare sui balconi o appisolati alla finestra sperando invano che ogni brano fosse l’ultimo.

Mauro Pellegrini, Vicesindaco e assessore alla Cultura

“Ma quest’anno non sarà così” – ha assicurato il vice Sindaco Pellegrini. “Sappiamo che l’anno scorso si è abbondantemente sforata la mezzanotte. Abbiamo redarguito l’associazione organizzatrice – l’osimana Font d’Art con Monica Ficosecco – a rispettare l’orario di chiusura. Vedrete che non ci saranno problemi”.

Per verificarlo basterà attendere la mezzanotte perchè quest’anno il raduno – chi lo definisce rave party chi lo pubblicizza come una manifestazione “di arte” tesa a recuperare spazi urbani non utilizzati – raddoppia gli appuntamenti passando da 2 serate a ben 4 a partire da questo pomeriggio.

Visto il rumoroso precedente e raccolte, nell’anonimato preteso dalle fonti, testimonianze perlomeno contraddittorie sullo stato della presunta “arte” inseguita dal club Font d’Art, abbiamo provato a capirci qualcosa di più.

E’ emerso che l’imponente manifestazione – ben quattro giorni contro i tre, ad esempio, delle feste patronali!) – dovrebbe godere di una sorta di patrocinio dell’Amministrazione Pugnaloni.

Non si comprende, diversamente, a quale titolo lo spazio “dimenticato” di Fonte Magna venga non solo messo a disposizione ma addirittura preparato alla bisogna grazie al lavoro degli uomini e dei mezzi Astea!

Non risulta, ad esempio, che nelle numerose sagre che arricchiscono la tradizione, questa si, osimana gli spazi preposti siano preventivamente bonificati dal personale dell’azienda. Al riguardo sarebbe interessante che l’amministrazione Astea, visto l’interrogativo, facesse sentire la propria voce e tramite comunicato mettesse sulle tante “i” della vicenda altrettanti puntini.

Delle due una. O tutto è in perfetta regola (ragion per cui, si evince, ad ogni prossimo avvenimento privato Astea viene comandata per sistemare, preparare, predisporre al meglio la struttura ospitante) o invece siamo di fronte ad una eccezione eccezionale di cui sarà bene quantificare costi, motivazioni e soprattutto imput. A partire da chi ha deciso di inviare, questa mattina, macchinari e forza lavoro a Fonte Magna.

Eh si perchè lo spazio dal niente deve risultare bello accogliente. Quante persone? La domanda occorrerebbe porla alla signora Ficosecco; in mancanza il Vice Sindaco Pellegrini conteggia un numero di partecipanti certamente ridotto e comunque ben al di sotto delle 100 unità.

E si perchè al di sopra di quel numero scatterebbero una serie di prescrizioni, non ultima quelle sulle norme di sicurezza anti terrorismo, in grado di scoraggiare molti dall’intraprendere la strada.

Dunque nettamente sotto i 100 partecipanti per il Vice Sindaco quando solo lo scorso anno, in uno spazio temporale dimezzato, furono ben 248! E quest’anno? Stando alla pagina facebook dell’associazione culturale Font d’Art le persone che hanno manifestato interesse all’avvenimento sono addirittura 692! Di cui 246 hanno già confermato la presenza (segnalato anche il Consigliere comunale Pasquinelli).

Persone provenienti non solo da Osimo ma da mezza regione ed anche da fuori… almeno stando al programma che prevede l’arrivo da band da Recanati, Jesi, San Severino Marche, Bellaria, Roma e Bologna.

European Ghost di Bologna

Un raduno vero e proprio di giovani e giovanissimi (previsti spazi anche per bambini) che dovrebbe consentire a tanta gente il libero sfogo alle quotidiane difficoltà del vivere: ecco dunque addirittura, a margine dell’iniziativa, l’apertura di bar e stand gastronomici (!), mercatini, esposizioni d’arte, aree ricreative per bambini, live painting, perfomances musicali da far invidia a San Giuseppe da Copertino, fino alle tanto temute live music che vedranno alternarsi, tutto attorno la vecchia e povera Fonte Magna (non sarebbe un monumento da garantire? NdR.) una decina di scatenate band e dj vari.

Tornando al passato si spera che almeno quest’anno Font d’Art abbia fornito ampie assicurazioni all’amministrazione Pugnaloni (lo scorso anno impegnato con il gemellaggio a Sofia e quindi impossibilitato a prendere qualsiasi provvedimento atto a contenere altri eccessi registrati a referto).

Cacca e pipì saranno pure fertilizzanti ma fatta e abbandonata semi interrata sul posto non è il massimo. Neanche se il luogo è stato scelto apposta in quanto poco utilizzato.

Quest’anno, pare, stiano posizionando (i soliti operai Astea?) almeno due bagni chimici in grado di smaltire la parte più grossa… speriamo debbano risultare sufficienti considerato che hai 246 prenotati occorre aggiungere almeno trenta-quaranta persone dell’organizzazione, pure queste dedite a bisogni corporali frequenti nell’arco di molte ore.

Dopo di che occorre anche pensare a come verrà riconsegnato agli osimani il campetto… l’anno scorso, nonostante una raccolta parziale dei rifiuti, lasciato ai posteri come mitragliato da bottiglie e lattine di birra e avanzi vari alla maniera inconfondibile di noi italiani.

C’è poi il problema, non semplice, dell’impianto elettrico per consentire alle casse acustiche di andare a tutta manetta; lo scorso testimoni oculari hanno parlato di cavi stesi lungo la scalinata alla bella e meglio, ben lontano, quanto a sicurezza, dal rispettare le rigide norme vigenti e imposte, ad esempio, alle solite sagre (a San Sabino, se non ricordiamo male, gli organizzatori quest’anno hanno dovuto alzare bandiera bianca).

Da ultimo ma non ultimo il problema della sicurezza. Il luogo di questo raduno è talmente poco utilizzato, di norma, che all’atto pratico risulta raggiungibile solo a piedi!

European Ghost americani

Sia da un’ambulanza per prestare soccorso, sia da Polizia o Carabinieri in caso di intervento. Considerata la forte possibilità di pioggia, attesa proprio nel giorno clou di domenica, il gran numero di persone attese, una scarsa visibilità di fatto legata al luogo… ecco che i motivi di riflessione – prima che accada qualche incidente, non dopo – appaiono tutti legittimi.

A organizzatori, Vigili urbani, Polizia e Carabinieri il compito di assicurare, al resto della città, un week-end il più tranquillo e regolare possibile.

 


QUESTO IL PROGRAMMI DA GIOVEDÌ 21 SETTEMBRE A DOMENICA 24 SETTEMBRE

LIVE MUSIC – PERFORMANCE – ART EXHIBITION – LIVE PAINTING – MARKET – AREA RICREATIVA BIMBI – FOOD AND DRINK
ESPOSIZIONI ED INTERVENTI ARTISTICI di Giacomo Bergantini / Martina Biondini / Sergio Biagioli / Laudisia Colonnelli / Cristina Corradini / Simone Doria / Romina Fiorani / Francesca Fiordelmondo / Skull Run / Uomini Nudi Che Corrono
INSTALLAZIONI SONORA SULLA FONTE a cura di Alessio Beato e Alessandro Funari
UTOPIAN WORLD ERMES installazione sonora di Ambra Lorito e Kiko Tacabanda
ESPERIMENTO 1.0 video installazione di Rumore Austero e Luisa Gianfelici
IMPRONTA performance sonora sperimentale di Giorgio Staffolani
LIVE PAINTING di Mixilla / Oniro / Raze / Snat / Tom Jasper Tom
AREA RICREATIVA BIMBI ATTIVITÀ LUDICHE a cura di Lilliput

 

21 SETTEMBRE 2017
H 18 – apertura bar e stand gastronomico / mercatino / esposizione d’arte / area ricreativa bimbi / live painting / performance e live music
H 19.30 – PILLOLE DI SOSTENIBILITÀ sostenibili possibili: da più magri a più sereni.
Una piccola pillola di sostenibilità possibile, distribuita con il poco garbo di cui è capace l’ambientologo Leonardo Marotta
H 21:00 – DORMO QUI racconto teatrale, specchio di tradurre in parole un terremoto – scritta ed interpretata da Irene Rapanelli con scenografie e luci di Anita Habluetzle Esposito
H 21:30 – Live Music – POMODORO’S TROPPIKAOS – soffritto di funk in salsa rap
Osimo Brasile e dintorni
H 22:30 – Live Music – LITTLE PIECES OF MARMELADE – roccia / crossover / punk the blues_Filottrano

 

22 SETTEMBRE 2017
H 17- apertura bar e stand gastronomico / mercatino / esposizione d’arte / area ricreativa bimbi / live painting / performance e live music
H 17:00 – Attività per bambini e famiglie – ALLA SCOPERTA DI FONTE MAGNA E DEI SUOI GIARDINI… COME NON LI AVETE MAI VISTI esplorazione ludica e caccia al tesoro con costruzione di una mappa a cura di Lilliput
H 18:30 – Attività per bambini e famiglie – CELEBRIAMO L’EQUINOZIO DI AUTUNNO Ojo de Dios e tessitura dell’intento a cura di Lilliput
H 21:00 – ALLA COMUNISTA corto teatrale tratto da “La Concessione del Telefono” di Andre Camillieri – a cura di Valeria Taborro e Adriano Ferri
H 22:00 – Live Music – COBOL PONGIDE – electro giocattolismo pop Roma
H 23:00 – Live Music – PONZIO PILATES – narcosamba esplosiva_Igea Marina

 

23 SETTEMBRE 2017
H 18 – apertura bar e stand gastronomico / mercatino / esposizione d’arte / area ricreativa bimbi / live painting / performance e live music
H 22:00 – Live Music – AGOSTINO MARIA TICINO – Decomposer Live Set San Severino Marche
H 23:00 – Live Music – NATURAL DUB CLUSTER – dub aureal & visual exp Recanati

 

24 SETTEMBRE 2017
H 17 – apertura bar e stand gastronomico / mercatino / esposizione d’arte / area ricreativa bimbi / live painting / performance e live music
– Dj set by Nihil & Anna Never [post punk, dark wave, goth, industrial, ebm]
H 19:00 – Live Music – BLACK SAAGAN – ambient / drone Bologna
H 21:00 – Live Performance (alla fonte) – FERITA CATHOLICA – powerelectronics, harsh ceremonial – proiezione a cura del progetto Ferita Catholica, montaggio di Simone Alvear Calderon / VACUUM TEMPLI – metaphysic drone, experimental ambient
H 22:00 – Live Music – SINKING SELKIS – elettro post punk Jesi
H 23:00 – Live Music – EUROPEAN GHOST – darkwave / post punk Bologna
Pre/post/intorno i live w/Dj Nihil & Anna Never

 

IN COLLABORAZIONE CON:
Reasonanz AssCult
R7 Agency
Circolo Dong
Cento55
lilliput
INGRESSO RISERVATO AI SOCI.
TESSERAMENTO GRATUITO AL FINE DI PROMUOVERE LA NASCENTE ASSOCIAZIONE
21-22-23-24 / 09 / 2017 ingresso riservato ai soci, contributo artisti 5 Euro
IN CASO DI PIOGGIA L’EVENTO SI SPOSTERÀ A LORETO PRESSO L’ASSOCIAZIONE CULTURALE REASONANZ


 

TRUFFATRICI PIUTTOSTO CHE POVERE
LA ANDREONI GIOCA ALLA FINTA TONTA
AUTISTA COL VIZIETTO,
IL BANDO ALL’ATTENZIONE DEL PREFETTO
ESPOSTO DI SU LA TESTA CHE DIFFIDA ASSO
E DIRIGENTE COMUNALE

2 Comments

  1. Quel che non si capisce è perché l’astea non curi il luogo con continuità tutto l’anno, non perché sia chiamata farlo una tantum. Certo non è la sagra del “guai a chi fa qualcosa, men che meno i giovani” (questa sì di antica tradizione osimana): avrebbe avuta più attenzione da parte delle istituzioni, meno dalle forze dell’ordine, ed una “stampa” più condiscendente che non si sarebbe trovata costretta ad utilizzare il termine “rave” pur non conoscendone il significato.
    Comunque ‘sti giovani ci hanno data una bella lezione di dinamismo, capacità e, non ultimo, civismo.
    A noi, nati già vecchi, non resta che “rosicare” (ed invidiargli i capelli).

  2. A parte che i bagni chimici ci sono sempre stati ad ogni edizione ( magari sapere di che si parla, prima di scriverlo, aiuterebbe un bel pò), fonte magna è un cacatoio a cielo aperto 361 giorni l’anno, altro che monumento da salvaguardare! Fa il paio con le vie e vicoli che vedono i turisti che vengono dal tiramisù (possiamo dire che la città fa una figura di …) . Che l’Astea sia troppo impegnata a fonte magna per dare una pulita ai percorsi turistici tenuti vergognosamente sporchi?
    Facile fare i giornalisti dando addossi a chi non ha santi in paradiso ed evitare accuratamente di pestare i piedi a lor signori, presenti e passati, vero?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *