“COMPAGNI CONTR’ORDINE.
L’OSPEDALE È SALVO!”
PUGNALONI INCASSA L’ASSICURAZIONE
DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE SANITÀ

“COMPAGNI CONTR’ORDINE. L’OSPEDALE È SALVO!” PUGNALONI INCASSA L’ASSICURAZIONE DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE SANITÀ

 1,317 total views,  1 views today

IL Sindaco e l’Assessore alla Sanità Bernardini ricevuti in Regione

 

“COMPAGNI CONTR’ORDINE.
L’OSPEDALE È SALVO!”
PUGNALONI INCASSA L’ASSICURAZIONE
DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE SANITÀ

A tranquillizzare tutti le parole del Presidente regionale commissione Sanità Volpini

“Fermate i Girotondi, sit-in, flash mob e proteste varie. Compagni, contr’ordine, l’ospedale di Osimo resusciterà presto… già nei primi giorni di settembre 2017. Pneumologia in testa… che sarà addirittura potenziata! E Gastroenterologia? Rimarrà al S.S. Benvenuto e Rocco, che diamine! Altro che Senigallia…”.

Firmatario del dispaccio di Vittoria su tutta la linea? Gesù in persona? No, pare troppo indaffarato. Il Presidente Mattarella? Improbabile, non immaginando l’esistenza non dell’ospedale ma di Osimo stessa.

Il Presidente del Consiglio Gentiloni? Magari bastasse crederci. E allora chi altri? Rottamatore Ceriscioli che, dopo aver dichiarato guerra ad Osimo e agli Osimani tutti, ha avuto in sogno il presentimento di un malore importante proprio in occasione di una visita nei paraggi? Possibile ma non confermato.

Forse la parola spesa è quella, non meno autorevole, dell’Assessore regionale alla Sanità ma anche in questo caso la gioia dura mezzo secondo: Ceriscioli non vuole scherzi e l’Assessore alla Sanità lo fai lui… anzi fa quasi esclusivamente l’Assessore regionale alla Sanità, conservando da sempre l’incarico ad interim.

Chi, dunque, ha firmato il miracoloso dispaccio, probabilmente destinato a rianimare – più che i rassegnati osimani – le esauste truppe piddine senza testa?

Cerca e ricerca, alla fine la risposta è arrivata anche in Redazione. Deludente assai ma è giunta a fare chiarezza.

A promettere per l’ospedale nuova gloria e a garantire a Pneumologia di risorgere, come un’araba fenice rinasce dalle proprie ceneri, non appena scoccherà la mezzanotte del 18 settembre 2017 e il termine del piano ferie condiviso con Jesi, è nientepopodimenoche il Presidente PD della Commissione regionale Sanità… tale Fabrizio Volpini.

Secondo costui, che Pugnaloni e Bernardini hanno appositamente incontrato ad Ancona lunedì mattina, il protocollo di integrazione tra il S.S. Benvenuto e Rocco e l’Inrca sancisce chiaramente che la struttura complessa di Pneumologia appartiene ad Osimo e che quindi verrà attuato quanto stabilito. Anzi, a palle ferme Osimo ne uscirà fuori – dichiara Bernardini – addirittura potenziata!

Attraverso quale percorso non è dato sapere. Ma non è da escludere che Pneumologia di Osimo possa vivere e potenziarsi andando a rubare personale medico proprio a Jesi!

In fondo basta crederci o almeno fingere di farlo.

A proposito di finzioni da rimarcare come, da bravo piddino, Volpini ha purtroppo omesso di ricordare – a Pugnaloni e a Bernardini – che il contendere in atto non è tra Osimo e Inrca ma tra Osimo e Jesi…

Come a dire che: la struttura complessa e il protocollo saranno tecnicamente messi in condizione – il 18 settembre, a piano ferie esaurito – di prendere atto che il Reparto osimano di Pneumologia non c’è più e che non vi è traccia, oltre che dei malati, anche del personale sanitario.

Inrca ne prenderà atto senza strapparsi i capelli; più o meno come hanno iniziato a fare gli osimani e tanta povera gente gravitante a sud di Ancona e ormai priva di punti di riferimenti proprio in ordine alla salute.

In caso di improvvisa urgenza a chi rivolgersi? A San Giuseppe, ai Santi Benvenuto e Rocco, provare a fare il 118 e attendere l’ambulanza per un giro a vuoto ad Osimo oppure avventurarsi in auto – se si dispone di mezzi propri – verso Jesi o Senigallia? O più prosaicamente affidare in esclusiva alla Madonnina la salvezza di anima con surplus di corpo?

LAVORATORI IN NERO O SOTTOPAGATI ASSO
NOME PER NOME TUTTI I FREGATI 2012-2013
"SPINELLONE", 17 ANNI,
PROBABILE FINE DELLA CARRIERA
I CARABINIERI SORPRENDONO IL PUSHER
A PIAZZA NUOVA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *