“SPINELLONE”, 17 ANNI,
PROBABILE FINE DELLA CARRIERA
I CARABINIERI SORPRENDONO IL PUSHER
A PIAZZA NUOVA

“SPINELLONE”, 17 ANNI, PROBABILE FINE DELLA CARRIERA I CARABINIERI SORPRENDONO IL PUSHER A PIAZZA NUOVA

 1,890 total views,  1 views today

A.P., studente romano residente ad Osimo, si era già fatto un nome tra i teen agers

 

“SPINELLONE”, 17 ANNI,
PROBABILE FINE DELLA CARRIERA
I CARABINIERI SORPRENDONO IL PUSHER
A PIAZZA NUOVA

Il ragazzo non sapeva che i giardini pubblici non sono il miglior luogo possibile… anzi!

Appena 17 anni e già un nome d’arte – Spinellone – sinonimo di affidabilità, conosciuto positivamente nell’ambiente della droga frequentato dai poco più che bambini!

Sembrerebbe una favola horror di quelle che piacciono tanto e invece, al solito, è la triste, nuda e cruda realtà che supera anche le fantasie più accese.

Per quanto già affermato, però, il nostro eroe di giornata, tale A.P., nato a Roma ma residente ad Osimo, ha pur sempre 17 anni e non è ancora bravissimo in geografia come lo è, invece, nello spacciare marijuana, hashish e altre delizie per il corpo e la mente.

Avendo in pagella appena un 5, dunque, Spinellone non sapeva e manco immaginare che, a poche decine di metri dalle panchine di Piazza Nuova scelte dal romano per cacciare le proprie prede, i Carabinieri avevano messo le tende da quasi 40 anni!

Insomma sarebbe stato meglio evitare… ma sarà il gran caldo che obnubila la mente, sarà la non conoscenza che fuoco era davvero troppo vicino per non bruciarsi, sarà perchè questi poveretti, noti o meno noti, possono vantare materie grigie discretamente limitate… sta di fatto che ai militari è bastato affacciarsi dalle finestre che da sui giardini per rendersi conto che valeva la pena… uscire di sotto e partecipare, modi loro, al festino.

Spinellone, con alle calcagne militari in abiti civili, è stato prima visto cercare prede nella zona di piazza Gramsci e i giardini pubblici cercando di avvicinare coetanei con un fare che la diceva lunga.

Deciso che era stato visto ababstanza, la pattuglia è entrata in azione avvicinandosi allo studente in modo da evitargli la fuga.

L’operazione è riuscita in pieno nonostante che Spinellone, datosi alla fuga e liberatosi di una busta contenente la mercanzia da rivendere, non sia riuscito in nessuno degli intenti.

Bloccato non appena ha provato a darsela a gambe, i Carabinieri hanno recuperato anche la busta fatta cadere in terra, rinvenendo all’interno circa 7 dosi già confezionate, dal peso complessivo di circa 6 grammi, di marijuana e hashish, a seconda della necessità.

Del resto non si è Spinelloni a caso. Arresosi ai Carabinieri che nel frattempo erano spuntati sul prato come funghi dopo una pioggia estiva, i militari hanno bussato poco dopo nell’abitazione di famiglia rinvenendo altre 4 doti di marijuana per 3 grammi ulteriori, nella disponibilità del ragazzo, oltre ad un bilancino di precisione e un rotolo di cellophane usato per il confezionamento.

Materialmente finito tutto sotto sequestro. Nel frattempo Spinellone ha subito in caserma il primo fotosegnalamento di quella che potrebbe essere la sua carriera di pusher, insieme ai rilievi dattiloscopici.

Al termine della procedura il ragazzo è stato riaffidato ai genitori e alla famiglia, corredato di denuncia a piede libero presso la Procura dei Minorenni ad Ancona

“COMPAGNI CONTR’ORDINE.
L’OSPEDALE È SALVO!”
PUGNALONI INCASSA L’ASSICURAZIONE
DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE SANITÀ
NAPOLETANO ACQUISTA TELEFONINO RUBATO
INCURANTE DEL SISTEMA DI LOCALIZZAZIONE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *