PIERONI, COLPO DI SOLE O INTERVENTO IDIOTA?
PROBABILMENTE IL GRAN CALDO; IN TILT ANCHE ORSETTI

PIERONI, COLPO DI SOLE O INTERVENTO IDIOTA? PROBABILMENTE IL GRAN CALDO; IN TILT ANCHE ORSETTI

 4,834 total views,  2 views today

Concordati ben due interventi di inutili precisazioni sulle trattative politiche attorno al Covo


Dall’Assessore regionale Moreno Pieroni riceviamo nella pagina Fb di OSIMO OGGI.it: “Pangrazi scusa ma pochi giorni fa mi hai chiamato per sapere se Ginnetti era presente alla cena organizzata dal dottor Orsetti; ti avevo già detto con chiarezza che il dottor Ginnetti non era presente. Quindi mi sembra molto scorretto e squallido scrivere certe cose sperando che gli osimani credano ancora in questi articoli stupidi”.


Caro Moreno, diversamente da Orsetti di cui sono stato compagno di scuola, non saprei valutare il tuo profitto scolastico in “lettura” che, debbo arguire, essere stato tra il balbettante e l’insufficiente. 

Né purtroppo la materia pare esserti diventata meno ostica col passare del tempo…

Scrivi quattro righe di inutili puntualizzazioni, dove a parte scuse iniziali di maniera, mi offendi personalmente due volte, dando persino degli stupidi ai lettori osimani che poi, magari, dovrebbero rivotarti!

Raimondo ORSETTI, persa un’ottima occasione per tacere

Poco interessano i tuoi giudizi sulla mia persona; ma a livello professionale ciò che tu esprimi con immotivato livore, non è operazione concedibile a nessuno.

Ti ho chiamato, giovedì scorso, oltre che fare un primo excursus sui movimenti politici in vista delle Regionali 2020, anche per verificare la notizia della presenza o meno di Ginnetti alla cena post Covo in casa Orsetti.

Purtroppo ad Osimo, di recente, è invalsa la buona abitudine dei politici locali di scegliersi i giornalisti con cui comunicare; e io non sono nella lista di molti.

Come vedi non c’è problema. 

Non mi risultava Ginnetti a cena; avendone informazione di mio conto e avendomelo appena confermato lo stesso padrone di casa 5 minuti prima. Non presenza che mi hai correttamente ribadito. 

Tanto è vero che Ginnetti, dalla lettura dell’articolo, non risulta presente a tavola pur essendo stato in prima linea durante la festa, al pari tuo, di Ceriscioli e altri.

65 gli invitati di casa Orsetti ma non Ginnetti (per la cronaca pur avendone teoricamente titolo essendo medico di famiglia del padrone di casa).

Tutto il mondo sa, dunque, che Ginnetti, esaurito il contatto mediatico e politico durante la festa (ti ricordo che ci avviciniamo ad elezioni Regionali) non si è seduto a tavola in quel di Campocavallo.

Come si evince chiaramente – tocca ripetere – dalla lettura dell’articolo (sforzo che non hai fatto fidandoti dell’input che hai ricevuto, da Orsetti? NdR.)

Cosa ci sia di squallido e scorretto nella ricostruzione giornalistica di un incontro politico è invece cosa che gradiremmo imparare visto la tua immotivata levata di scudi; così come restiamo curiosi di sapere a quale passaggio collocare l’aggettivo “stupido” in relazione al suddetto articolo.

Onestamente, escluso un colpo di sole sempre possibile, visto il gran caldo di questi giorni, non sapremmo quale altro accidenti possa averti indotto ad una cantonata grave, fatta tua solo per il gusto di farsi del male.


E così rincara la dose l’ex Sindaco di Osimo Raimondo, sempre su Fb.


“Da oltre trent’anni sono solito invitare a casa mia, a conclusione della sfilata del Covo, il Sindaco in carica e qualche personalità presente. Lo faccio per il piacere di farlo invitando anche dei miei amici personali; e per evitare loro, qualora decidano di fermarsi a cena, la calca umana degli stands, a quell’ora presi letteralmente d’assalto da centinaia di persone. 

Moreno PIERONI, intervento incommentabile

Così negli anni sono stati invitati e sono pure venuti i Sindaci Niccoli, Latini, Simoncini e Pugnaloni, magari accettando l’invito una sola volta, ma sono stati presenti. Così è stato pure questa volta. Pieroni ha fatto toccata e fuga (presente 15 minuti), Ginnetti non c’era perché non invitato. 

Nel merito del teorema. Non conosco nessun fantomatico “accordo di Cingoli” ed escludo che esista. A casa mia, il Presidente Ceriscioli, presente con moglie, figlia e genero (è venuto da Pesaro con la sua auto personale) non ha parlato assolutamente delle questioni scritte sempre con molta fantasia nell’articolo, prive di qualsiasi fondamento. 

A cena eravamo in 65 e siccome non siamo ossessionati come altri dalla politica, abbiamo parlato del più e del meno, con cordialità. 

A proposito, anche la notizia dei “boccolotti del batte” è falsa… gnocchi e tagliatelle fatti rigorosamente a mano da mia madre!”


Caro Raimondo, credo che già ai tempi ricordati delle comuni scuole medie, entrambi non credessimo più, da un pezzo, all’interagire di gnomi e fate turchine sulle umane vicende.

Giunti entrambi a 61 anni suonati, non siamo ancora così malandati… tu senz’altro. Spero che vorrai concedermi lo stesso onore.

Diversamente dovrei iniziare a curarmi, non essendo più nelle condizioni di distinguere, a naso, una cena di piacere da un happening pre elettorale (alludo alla casuale presenza di Governatore Ceriscioli, in auto dalla lontanissima Pesaro addirittura con la propria auto… costringendo il genero a fargli da autista e quindi a farsi seguire, oltre che dalla moglie, anche dalla povera figlia!).

Addentrandoci nella parte seria dell’intervento apprendiamo una autentica notizia: “Orsetti esclude qualsiasi accordo di Cingoli!”. Ti chiedo banalmente: da quando la politica osimana 2.0 passa ed è regolata attraverso i tuoi vecchi canali di riferimento?

Sono almeno 20 anni che non perdi occasione per prendere le distanze da quello che è stato anche il tuo mondo e da un pezzo costituisce il tuo passato politico. 

Con questi presupposti, che nessuna ti contesta, ora vorresti addentrarti in una delle pagine più controverse – il contratto di Cingoli appunto – degli affari di casa nostra degli ultimi tempi?

Io, al tuo posto, non avendo elementi per conoscere – tranne quanto fornito puntualmente da OSIMO OGGI – eviterei alla grande.

Anche perchè il passo seguente, poi, rischia di venire da solo definendo, con sprezzo del pericolo, OSIMO OGGI.it testata che ospita articoli di fantasia!

Ti risparmio il rimbrotto per l’altra definizione di OSIMO OGGI.it (ossessionati dalla politica) essendo ormai Ferragosto e troppo caldo per scaldarci ancora.

Chiudo con piacere, invece, con una doverosa sottolineatura di giornalismo. Notizia non per il collega giornalista Orsetti (i tuoi maestri professionali dovrebbero avertelo insegnato) ma per i lettori.

Ebbene, molti sanno che il titolo è tecnicamente costruito con diversi scopi. Il primo è evidentemente quello di dare la notizia condensandola in poche parole (meno sono, meglio è) e l’altro, non meno importante, consiste nell’essere bravi affinchè quella notizia acchiappi l’interesse di chi deve leggerla.

Una notizia venduta senza un minimo di enfasi è destinata a passare subito dalla carta o dal web al dimenticatoio, passando per il giro più breve.

E’ quindi consentito, entro limiti precisi, “pompare” la news con particolari di minor importanza ma maggiore effetto. Da qui, per intenderci, i “boccolotti del batte” che – apprendiamo come fosse una notizia – casa Orsetti non ha cucinato; pur standoci meglio, ad esempio, al posto degli gnocchi, in una cena contadina.

Probabilmente perchè ad aiutare a preparare gnocchi e tagliatelle, fatte a mano da mamma Orsetti, anche stavolta è intervenuto uno chef stellato, a libro paga Regione Marche, tanto bravo quanto digiuno di usanze tipiche campagnole.


 

BASISTA CAMPOCAVALLESE ÌDEA FURTO DI OCHE E PAPERE!
VENERDÌ NOTTE FRIGO SVUOTATI PER LA FESTA DEL COVO
L’INGEGNER SASSO (GREEN) SUCCEDE A DINO LATINI
IN CONSIGLIO SCATTA IL TURN OVER TRA I CIVICI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *