PUGNALONI SCAPPA DAL CONFRONTO CON LATINI
ACCUSANDO OSIMOOGGI.it DI ESSERE DI PARTE!

PUGNALONI SCAPPA DAL CONFRONTO CON LATINI ACCUSANDO OSIMOOGGI.it DI ESSERE DI PARTE!

 10,101 total views,  2 views today

Secca replica del Direttore Pangrazi: “Di parte si… ma dalla parte dei lettori!”
Le liste civiche avevano accettato il braccio di ferro (Pala Baldinelli, giovedì 23 maggio) rifuggito dal Sindaco


RITIENI CHE LATINI POSSA VINCERE SUBITO O SI ANDRA’ AL BALLOTTAGGIO?

  • NO (57%, 65 Votes)
  • SI (35%, 40 Votes)
  • NON SO (9%, 10 Votes)

Total Voters: 115

Loading ... Loading ...

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 26 MAGGIO 2019: VOTA IL CANDIDATO A TE PIÙ VICINO

  • Dino LATINI (Liste civiche) (29%, 292 Votes)
  • Simone PUGNALONI (Partito Democratico + Movimenti di Sinistra) (25%, 247 Votes)
  • David MONTICELLI (Movimento 5 Stelle) (14%, 144 Votes)
  • Alberto Maria ALESSANDRINI PASSARINI (Lega) (13%, 130 Votes)
  • Achille GINNETTI (Lista civica) (10%, 103 Votes)
  • Maria Grazia MARIANI (Difendiamo Osimo + Fratelli d'Italia + Casa Pound) (4%, 43 Votes)
  • Fabio PASQUINELLI (Estrema sinistra) (4%, 43 Votes)

Total Voters: 1.002

Loading ... Loading ...

SONO UNA DONNA E:

  • SONO CONTRARIA (57%, 185 Votes)
  • VOGLIO LATINI SINDACO (39%, 127 Votes)
  • NON HO ANCORA DECISO (5%, 15 Votes)

Total Voters: 327

Loading ... Loading ...

SONO UN UOMO E:

  • SONO CONTRARIO (57%, 237 Votes)
  • VOGLIO LATINI SINDACO (38%, 156 Votes)
  • NON HO ANCORA DECISO (5%, 20 Votes)

Total Voters: 413

Loading ... Loading ...

Con chi vorresti che le Liste civiche stringessero, ai fini di vincere al primo turno con Latini nuovo Sindaco e governare la città nei prossimi 5 anni, un patto politico di alleanza?

  • C) Con nessuno (33%, 101 Votes)
  • B) Con la sola Lega (23%, 71 Votes)
  • A) Con il Centro-Destra unito (18%, 55 Votes)
  • F) Appoggino di Ginnetti (9%, 28 Votes)
  • D) Inciucio con Pugnaloni (8%, 24 Votes)
  • G) Conversione della Mariani (5%, 14 Votes)
  • E) Super inciucio con i 5 Stelle (4%, 12 Votes)

Total Voters: 305

Loading ... Loading ...

Su quale percentuale si fermerà il crollo a 5 Stelle?

  • Tra il 15 e il 20% (47%, 110 Votes)
  • Sotto il 25% (20%, 47 Votes)
  • Sotto il 20% (18%, 42 Votes)
  • Non so (15%, 34 Votes)

Total Voters: 233

Loading ... Loading ...

La Lega da sola quanto può pesare nel voto osimano?

  • Dal 7 al 12% (40%, 102 Votes)
  • Oltre il 15% (40%, 102 Votes)
  • Dal 12 al 15% (14%, 37 Votes)
  • Non so (6%, 15 Votes)

Total Voters: 256

Loading ... Loading ...

Pugnaloni scappa dal confronto diretto con Latini prendendo a scusa la supposta parzialità di OSIMO OGGI.it nei suoi confronti!

E’ successo ieri sera al termine di una dura giornata dedicata a convincere la controparte politica Dino Latini ad accettare quello che poteva essere l’unico faccia-a-faccia tra candidati Sindaco.



Restio da sempre, in tempo di campagna elettorale, a confronti con i suoi avversari diretti (forte di una maggioranza di voti che gli ultimi sondaggi, prima del silenzio, indicano Latini posizionato attorno al 40%) OSIMO OGGI.it era dunque riuscita nell’impresa di far accettare il contraddittorio al favorito del 26 maggio.

Ottimo lo scenario previsto (il Pala Baldinelli avrebbe consentito a larga parte della cittadinanza di assistere al braccio di ferro) con diretta Facebook assicurata sui canali di OSIMO OGGI.it, Liste civiche e Pd.

Ottima la data prescelta, quella di giovedì 23 maggio, a quarantotto ore dal voto; ottimi gli argomenti su cui dire la propria: vicenda ospedale, vendita quote Astea energia e dibattito – nord o sud e soprattutto con quali soldi – sulla attesissima strada di bordo.

Ottimo anche il conduttore, consentiteci l’auto elogio, con serata affidata alla miglior penna possibile – il sottoscritto quando in giornata di vena – oltretutto disponibile a lavorare gratis per amor di osimanità!

Insomma gli ingredienti per ricavare un dopo cena interessante – sia per chi ha già deciso come indirizzare il voto e a maggior ragione importante per illuminare le menti ancora tormentate sul da farsi – c’erano davvero tutti.

Secco no di Simone PUGNALONI al confronto con Dino LATINI

Difficile, semmai, smuovere le antiche convinzioni latiniane di non concedere vantaggi ad avversari in difficoltà, concedendo loro una ribalta importante e magari un esito positivo.

Evaporati anche gli ultimi dubbi latiniani, con piena disponibilità anche sui temi, pochi ma buoni, da affrontare… ci siamo risolti ad inoltrare l’invito anche a Pugnaloni, non immaginando nella nostra beata ingenuità, ostacoli di sorta ad accettare una tal vetrina.

Ostacoli che in effetti non si sono presentati nel merito della proposta – a cui Pugnaloni non è mai giunto avendo rinunciato alla serata a priori – risultando per il Sindaco insormontabile la sola idea, una volta salito sul ring immaginario, di trovare il sottoscritto quale giudice arbitro!

Ma purtroppo c’è di più. Nello scambio di messaggi whatsapp intercorsi tra OSIMO OGGI.it e il Sindaco, Pugnaloni oltre a negarsi ha anche motivato il proprio rifiuto:

“Non ho interesse a lavorare – ha replicato – con chi è di parte, mi dispiace!”.

Respingendo al mittente la grave accusa professionale (frutto, vogliamo sperare per l’interessato, delle difficoltà che la competizione manifesta in maniera crescente con l’approssimarsi di un giudizio non appellabile) vorremmo far osservare a Pugnaloni e ribadire agli osimani che non può certo ricadere nelle nostre responsabilità la decisione unilaterale – fatta dal Sindaco Pugnaloni come fece a suo tempo il Sindaco Niccoli – di non comunicare mai, neanche per errore, con la testata leader cittadina!

E questo nonostante Pugnaloni si avvalga, come Sindaco, di addetti stampa, portavoce, sito istituzionale, pagina Facebook personale e altri collaudati sistemi di comunicazione; oltre a poter contare, in questi mesi, della più grande macchina elettorale in attività sul territorio.

Una macchina informativa mai così tanto sfarzosa e piena di costi, oltretutto da rigirarsi a piè di lista sulle spalle degli osimani paganti (naturalmente pool elettivo a parte), per poi risultare incapace di stringere il benchè minimo contatto di collaborazione… salvo poi lamentarsi in tutte le salse, senza contraddittorio, che potevano essere trattati meglio o bene.

Tutto questo dispiace. Dispiace per gli osimani a cui, senza colpa, è stato sottratto il piatto forte dell’intera campagna elettorale.

Dispiace per il collega Pugnaloni in versione giornalista, che così facendo viene meno ad uno delle regole più sacre, quella della “colleganza” tra giornalisti, definendoci di parte.

Dispiace per Latini e Pugnaloni a cui verrà a mancare la miglior ribalta possibile per attirare consenso decisivo.

Dispiace per Osimo, la città che amiamo e a cui è quotidianamente viene offerto gratis il frutto del lavoro di OSIMO OGGI.it, privata di uno strumento in più per formare la propria idea.

Dopo di che prendiamo atto che per ottenere da Pugnaloni il patentino di libera stampa, foglio super partes, giornale attendibile, quotidiano on line accreditato… occorre – imprescindibile –  il via libera del Pd e suoi satelliti.

Ringraziamo e preferiamo restare di parte, come etichettato da Pugnaloni. Ma dalla parte dei lettori!

ECCO LA LISTA DEL "PARTITO DEMOCRATICO"
ECCO LA LISTA DI "PROGETTO OSIMO"

4 Comments

  1. Non voglio essere di parte ma, ricordo che, alle passate elezioni comunali, fu proprio Latini a non presentarsi al confronto tra candidati trasmesso da eTV Marche. In fondo dobbiamo essere realisti, Osimo Oggi è di parte, lo leggo perchè comunque sono dell’idea che a notizia va letta nella sua interezza e pluralità ma, davvero gli estremi vanno ponderati. Comunque continuate il vostro lavoro perchè davvero credo nella pluralità. La ratio poi porta a trarre le proprie conclusioni e a decidere.

  2. Incredibile!!!! Vergogna!!! Al netto della schermata pubblicata abbastanza dubbia… (ci vorrebbero i detective di Osimo Oggi per scoprire come sia stato possibile recuperare la schermata di Pugnaloni che avrebbe risposto inoltrando un messaggio… magari non ha neanche il pollice opponibile…) mi sembra irrispettoso rinunciare ad avere un arbitro così imparziale!!! Non ho parole….

  3. Caro Marco del 16 maggio,
    il fatto che Latini abbia rinunciato ad un analogo confronto nel 2014 mi pare c’entri poco con il rifiuto 2019 fatto ad OSIMO OGGI.it (!) e non a Latini.
    Pugnaloni nel motivare il rifiuto sottilineando che siamo di parte… ha scoperto l’acqua calda! Da sempre i giornali rappresentano la propria parte, il proprio pubblico, coloro a cui fare riferimento. Non fossero – tutti i giornali – di parte, non soddisfarebbero le attese di nessuno e sarebbero condannati, in breve, alla chiusura.
    Vuoi qualche esempio? Ci sono giornali femminili e maschili, per giovani e giovanissimi e anche per persone ormai anziane; ci sono giornali di Destra e ci sono giornali di Sinistra, così come giornali di Centro, parrocchiani e per tutti i gusti possibili. Importante non è la preferenza del giornale verso tizio o un altro argomento ma la professionalità che la testata possiede o non possiede quando tratta qualsiasi argomento.
    Un giornale degno di questo nome renderà un buon servizio anche al proprio avversario; senza esagerare, sia chiaro, limitato nel tempo, circoscritto al momento.
    Probabilmente Pugnaloni e i tanti Pugnaloni sparsi in giro per il mondo proprio questo voleva insinuare… l’incapacità strutturale di OSIMO OGGI a fare buon giornalismo.
    Questa accusa, ci mancherebbe, la restituiamo immediatamente a Pugnaloni, libero di partecipare, dire e affermare ciò che vuole, dove vuole e quando vuole senza però metterci in mezzo perchè incapace di distinguere tra gli interessi e la professione, la deontologia e la partigianeria, o – più semplicemente – il bello dal brutto.

    1. Come cazzo è possibile mostrare professionalità se si è di parte? Fino a prova contraria, il lavoro del giornalista è quello di informare il lettore, non di influenzarlo. Sinceramente, quest’idea che un giornale debba essere di parte è semplicemente una panzana, non irrealistica (perché è ovvio che lo facciano la maggior parte delle testate italiane), ma comunque una panzana e contro il codice giornalistico stesso. Magari, un giorno, quando finalmente i giornali non si caleranno le braghe al loro padrone, le persone risulteranno più informate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *