PUGNALONI SPAZZA IL PDT CON DURLINDANA ANDREONI
EPURAZIONE DEI NON PIÙ UTILI TRADITORI LATINIANI

PUGNALONI SPAZZA IL PDT CON DURLINDANA ANDREONI EPURAZIONE DEI NON PIÙ UTILI TRADITORI LATINIANI

 3,233 total views,  4 views today

Fautori delle ultime due elezioni con il Pd, Natalucci, Mengoni, Belli, Gallina e Ginnetti oggi non appaiono più utili


EXIT POOL

View Results

Loading ... Loading ...

Franco NATALUCCI, in scadenza il 31 dicembre 2019

Col piglio da guerriera amazzone che la contraddistingue da sempre (e che la carica di vice Sindaco esalta), Paola Andreoni ha impiegato giusto un mese per fare piazza pulita delle armate alleate dell’antico e glorioso PDT (partito dei traditori), due volte decorato sul campo – guerra 2014 e guerra 2019 – con medaglia d’oro al valor del volta faccia!

Silurato Natalucci, con tanto di sceneggiata e correre Carabinieri, dalla direzione Asso con scadenza 31 dicembre; invitato Giancarlo Mengoni, dal 31 maggio scorso, ad auto trasformarsi addirittura in disoccupato Astea in attesa di pensione (pare tra circa un anno). Colpiti trasversalmente, attraverso l’incolpevole moglie, gli interessi e i sentimenti di famiglia più cari del povero Massimiliano Riderelli Belli; respinta infine con perdite la richiesta economica di adeguamento stipendio avanzate dal Cavalier Mirco Gallina (niente +500 euro mensili richiesti per il sostegno offerto in campagna elettorale).

Achille GINNETTI, l’unico con ancora un futuro seppur difficile e nebuloso

Per tutti e quattro a mostrare il volto truce ha pensato la ricordata Andreoni, con cinque anni di anticipo candidata a Sindaco 2024 al posto di Pugnaloni, imbattuto e imbattibile (da Latini) nelle due ultime campagne elettorali, alle spalle e pertanto ai box per legge.

Che toccherà alla Andreoni in luogo delle sempre eterno capitan Futuro democratico Mauro Pellegrini, è certamente un azzardo affermarlo con 5 anni di anticipo… ma i giornali esistono anche per questo motivo, predire il futuro a lume di logica, per cui possiamo affermare, da questi primissimi provvedimenti non causali, che Paoletta quantomeno studi da Sindaco, il primo – se così sarà – unicamente del Centro-Sinistra, dopo la preistorica esperienza 1995 con Alberto Niccoli.

Mirco GALLINA, per il Cavaliere niente adeguamento di stipendio

In entrambe le proclamazioni di Pugnaloni, l’apporto del PDT è infatti risultato a dir poco efficace e quindi decisivo oltre ogni credere.

Da qui la necessità del Primo cittadino di accettare e fare buon viso a cattivo gioco per l’intero quinquennio passato, preservando i singoli esponenti nel luogo e bell’incarico trovati con la designazione di Simoncini; ora, però, incassato in cabina elettorale 2019 l’ennesimo bottino di voti sottratto ai Civici e la vista l’incandidabilità di Pugnaloni imposta dalla legge nel prossimo mandato… tanto vale liberarsi dagli incomodi compagni di viaggio. Ormai non più utili.

Giancarlo MENGONI convito a dimettersi dall’incarico e attendere la pensione, tra un anno, da disoccupato

E il fatto che il ricordato “lavoro sporco” sia stato fatto fare, con classe tutta femminile, alla Andreoni piuttosto che all’ex enfant prodige esperto di clarinetto, indica più di qualsiasi altro possibile endorsement verso quale sponda penderà il parere, decisivo, di “una idea al giorno”. 

Unico a salvarsi in questo gioco al massacro che, più di tante belle parole, spiega ai più sprovveduti il concetto politico del tradimento (una operazione, da una parte all’altra del campo, che nella storia non ha mai pagato) è il cognato Alessio Angeloni, non per nulla cognato di Pugnaloni, a cui pure è toccato il no della feroce Andreoni alla richiesta di “ritocchino” di stipendio post elettorale.

Ultimo della lista il buon Achille Ginnetti, principale protagonista delle Amministrative anti Latini con 2.200 voti e spicci, di cui oltre il 50% andati a Pugnaloni al ballottaggio, senza indicazioni di voto ma semplicemente agendo sulla scheda gruppi messa gratuitamente a disposizione da whatsapp.

Massimiliano BELLI, per lui la “vendetta” è giunta trasversale attraverso la moglie, confinata in biblioteca

E già perchè le elezioni appena in archivio, diranno gli storici tra circa mezzo secolo, sono state anche le prime dove un ruolo importante è stato giocato e quindi attribuibile alle nuove tecnologie, Facebook e Whatsapp su tutte. 

Visti quanto rimbalzato indietro, dritto sul muso, agli ex compagni civici del PDT sopra elencati, al posto di Ginnetti ci muoveremmo con tutta la diplomazia e il passo felpato possibile, cercando di girare, per prudenza, più a largo possibile da tutte le possibile orbite percorse dal corpo celeste, anzi celestino, Andreoni. 

Un impatto non previsto dell’asteroide “Progetto futuro” contro siffatto pianeta ostile avrebbe ripercussioni nefaste per il piccolo corpo solido rotante attorno a Sole Pugnaloni… attualizzando il progetto da futuro ad un nefasto presente ricco di micidiale pioggia radioattiva.


 

CHARLY PROF COLPISCE PER LA SECONDA VOLTA!
“PSICO DRAMMA DESTRA OSIMANA, IL VOTO A PUGNALONI”
CICCIOLI SCAGIONA LA MARIANI E LA PREMIA PORTAVOCE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *