PULMINO DISTRUTTO, PUGNALONI RINVIA… CI PENSA LATINI!
IN ARRIVO DALLA REGIONE UN CONTRIBUTO FINO A 12.000 EURO

PULMINO DISTRUTTO, PUGNALONI RINVIA… CI PENSA LATINI! IN ARRIVO DALLA REGIONE UN CONTRIBUTO FINO A 12.000 EURO

 28,296 total views,  2 views today

Bando pubblico di 600.000 euro per rinnovare il parco automezzi delle società in difficoltà. Per l’Assessore regionale “Incentiviamo la partecipazione dei giovani alle pratiche e all’educazione allo Sport, incrementando la sicurezza degli spostamenti”


E mentre PUGNALONI sul pulmino distrutto all’Atletica Osimo continua a promettere (ma a rinviare il ristoro), LATINI eroga contributi a fondo perduto!
Il paradosso, nell’aria da un pò, si è materializzato l’altro giorno quando in via Gentile di Fabriano si è concretizzato il progetto di sostenere concretamente le società sportive marchigiane, in particolare i club in difficoltà, nell’acquisto di mezzi di trasporto per atleti tesserati.
Insomma sembrerebbe, quasi, che la Giunta regionale, nel conformare il bando, abbia pensato alle esigenze concrete dell’Atletica Osimo, il cui pulmino – come è noto – è stato danneggiato lo scorso 10 maggio (da teppisti ancora nell’ombra) fino alla soglia dell’inservibilità.
Dall’Assessore allo Sport Giorgia LATINI, dunque, l’input per un contributo straordinario valevole 600.000 euro complessivi, da ridistribuire tra le società aventi diritto e da calcolarsi fino ad un massimo di 12.000 euro di finanziamento a pioggia.

Vicenda pulmino distrutto alla società Atletica leggera a OSIMO, si attende la realizzazione della promessa…

In pratica la Regione erogherà il 50% della somma sostenuta dalle società (sia per mezzi nuovi che per pulmini a chilometri zero) e fino ad un tetto massimo di spesa pari a 24.000 euro per ciascuna associazione ammessa, di cui il 50%, pari a 12.000 euro, rimborsabili.
Per l’Atletica Osimo, all’oscuro della notizia fino a ieri, si tratta indubbiamente di un colpo grosso inatteso e formidabile, da riuscire assolutamente a concretizzare attraverso le varie fasi del bando pubblico.
Anche perchè, se è vero, come sarà vero, che il Sindaco a fine anno non lascerà nessun club indietro, ovvero manterrà fede alla parola data di venire incontro al danno grave subito dal club che ha dato i natali sportivi all’olimpionico Gianmarco TAMBERI, è altrettanto vero che nessuno puà immaginare la sostanza di questo aiuto sbandierato in favore di stampa.
Per il momento, quando si è trattato di distribuire fondi extra da Covid 19, l’Atletica Osimo è rimasta a guardare gli 8.000 euro andati all’Atletica amatori Bracaccini con la scusa di gestire l’impianto alla Vescovara.
Così come – a guardare – la dirigenza è rimasta nel vedere la fine dei restanti 142.000 euro, distribuiti insindacabilmente da PUGNALONI dalla pesca sportiva agli arcieri, passando per bocciofile e associazioni varie, dimenticando proprio la regina dello sport!
E dato che le buone notizie (come le cattive) non vengono mai sole… ecco la news ulteriore che vorrebbe, questa volta attraverso lo Stato centrale, i Comuni rientrare di somme erogate per l’acquisto di materiale didattico beneficiato da palestre, campi, palazzetti, piscine e quanto solitamente viene utilizzato a fini sportivi.

Dalla Regione Marche, 600.000 euro a fondo perduto per rinnovare il parco automezzi

Insomma piccoli aiuti ma concreti per un mondo, come Tokyo ’20 ha appena terminato di dimostrare, che non smette di sorprendere l’intero Paese.
Tornando al bando della Regione, ecco come l’Assessore Giorgia LATINI ha commentato l’iniziativa: “Si tratta di un intervento che riveste molteplici finalità: facilitare la partecipazione dei giovani allo sport e incrementare la sicurezza dei trasferimenti da e verso le strutture sportive; agevolare le famiglie nella conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.
Sostenendo l’acquisto di automezzi da adibire al trasporto e all’accompagnamento dei giovani atleti che, per questioni logistiche/territoriali, familiari o di altra natura, non possono raggiungere le strutture sportive, si incentiva la pratica sportiva e l’educazione allo Sport in un clima di sicurezza.”
Ed ancora: “Un’ulteriore finalità è legata all’ambiente: abbiamo anche pensato alla sostituzione di automezzi obsoleti – ha concluso l’Assessore regionale allo Sport – con automezzi rientranti nelle più stringenti normative antinquinamento, oltre all’applicazione delle politiche regionali per la difesa della qualità dell’aria e alla lotta all’inquinamento atmosferico”.
I soggetti beneficiari del provvedimento della Giunta ACQUAROLI sono le società sportive e in particolare le associazioni sportive dilettantistiche; tra i requisiti richiesti dal bando quello di aver sede nella regione Marche e di svolgere attività sul territorio regionale.
Le società aventi diritto dovranno, inoltre, risultare iscritte nel Registro CONI da almeno 2 anni.
Si potrà fare domanda, presentandola sulla piattaforma https://sigef.regione.marche.it/web/HomePage.aspx. dal prossimo 15 settembre e fino alla scadenza del 10 gennaio 2022.
Il contributo a fondo perduto sarà, come detto, del 50% della spesa ammissibile e con un limite massimo di 12.000 euro, da spendersi sia per veicoli nuovi che usati, cosiddetti KM 0.
Sul veicolo, infine, dovrà essere apposta la dicitura: “ACQUISTATO CON IL CONTRIBUTO DELLA REGIONE MARCHE”.




"SUL BIOGAS CARDINALI SCELGA, AMBIENTALISTA O ASSESSORE?"
CASO GREEN FARM AL TAR, C'È LITE TRA DUE INTERESSI OPPOSTI
GIOVANE CUOCO OSIMANO INDAGATO, PEDINATO E AMMANETTATO
BLITZ DI FERRAGOSTO, SPACCIO PER LORENZO MAZZIERI, 21 ANNI