IL RECUPERO CREDITO DELL’HASHISH
FINISCE MALE
LA VITTIMA SEGNALATA IN PREFETTURA,
GLI ALTRI DUE IN GALERA!

IL RECUPERO CREDITO DELL’HASHISHFINISCE MALE LA VITTIMA SEGNALATA IN PREFETTURA, GLI ALTRI DUE IN GALERA!

 1,572 total views,  3 views today

Due extra comunitari penetrano in casa di un 17enne e reclamano il pagamento di 200 euro

 

IL RECUPERO CREDITO DELL’HASHISH
FINISCE MALE
LA VITTIMA SEGNALATA IN PREFETTURA,
GLI ALTRI DUE IN GALERA!

 

I Carabinieri arrestano la coppia e deferiscono il minorenne quale assuntore di droga

El Montaser Jamal

Nuovo record dei Carabinieri della Compagnia affidati al Capitano Conforti che, in meno di mezz’ora dall’avvenuta mini estorsione di appena 200 euro, sono riusciti ad ammanettare due giovani extracomunitari, un pachistano e un marocchino, autori di un maldestro recupero credito ai danni di un minorenne di Filottrano, pure denunciato.

I due – tali Jamal El Montaser, 21 anni, nullafacente, nativo del Marocco e residente a Cingoli, già pregiudicato; e l’altro Ali Raza Muhammad, studente, 23 anni, pakistano, residente a Filottrano e anch’esso pregiudicato; entrambi in regola con il permesso di soggiorno – erano appena riusciti a farsi consegnare dallo spaurito 17enne filottranese la somma richiesta di 200 euro, dovuta per il mancato pagamento di hashish da spacciare a Filottrano che nella vicina Passatempo.

La coppia finita a tambur battente a Montacuto, penetrata in casa del ragazzo rimasto solo in casa, non ha neanche fatto in tempo ad aprire la porta e lasciare l’abitazione che si è ritrovata davanti due Carabinieri dall’aria apparente di voler porre fine alla soperchieria.

La sfortuna dei due ha voluto che i furfanti fossero già stati attenzionati dai militari quali soggetti da osservare, controllare e pedinare. Quando il pakistano e il marocchino sono stati entrare a forza nell’abitazione in via Circumaglio di un filottranese di 63 anni in quel momento assente (zona tra il paese e Casenuove), i militari così hanno deciso di rompere gli indugi e passare a vie di fatto.

El Montaser Jamal

Successo pieno e su tutta la linea dal momento che i carabinieri non immaginavano di denunciare a piede libero, insieme ai due portati in gabbia, anche la “vittima” di quella che tecnicamente è una estorsione aggravata.

Il ragazzo, infatti, pagando i 200 euro richiesti, ha confermato che la somma era dovuta a titolo di saldo per la fornitura proibita di droga.

Possesso illegale di hashish che per quanto sia stato utilizzato dal ragazzo per uso personale è valso al 17enne il classico deferimento in Prefettura per l’adozione di provvedimenti anti patente e anti documenti validi per l’espatrio.

Tornando ai due delinquenti – avuta via libera dal dottor Pucilli per l’arresto della coppia – per marocchino e pakistano, vista la pericolosità sociale espressa in combutta (i due avevano in mente di allargare lo spaccio anche alla vicina Passatempo), la Procura ha saggiamente deciso di far attendere loro in gabbia almeno il giudizio di convalida.

In aggiunta gli uomini del Capitano Conforti hanno fatto pervenire in Questura ben tre misure di prevenzione, due a carico di Jamal El Montaser, indesiderato per i prossimi tre anni nel territorio dei Comuni di Filottrano e Osimo e la terza nei confronti di entrambi, ovvero l’irrogazione della sorveglianza speciale di Pubblica sicurezza, con obbligo di dimora nei luoghi di residenza degli arrestati.

OSPEDALE, OSIMO CHIUDE E L’ASPIO NON PARTE!
I TERRENI SU CUI EDIFICARE
ANCORA DA ESPROPRIARE!
SI FA PRESTARE L’AUTO DAL VICINO
PER ANDARE A RUBARE AL MARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *