Fa da contraltare il successo delle liste civiche:
350 a cena, rapporto 5-1!

PD, AL VOTO IL 64,41% DELLA BASE
OLTRE L’80% VOTA LA RICONFERMA DI RENZI
PECCATO CHE I VOTANTI SIANO STATI SOLO 76…

Fa da contraltare il successo delle liste civiche: 350 a cena, rapporto 5-1! PD, AL VOTO IL 64,41% DELLA BASE OLTRE L’80% VOTA LA RICONFERMA DI RENZI PECCATO CHE I VOTANTI SIANO STATI SOLO 76…

 977 total views,  3 views today

Numeri irriverenti a confronto.

Iscritti osimani al Partito democratico di cittadino: 118

La mangiata benefica alla Misericordia organizzata dalle Liste Civiche

Partecipanti alla cena di beneficenza del comitato di aiuto pro Osimo, vicino alle liste civiche: 429 circa

Votanti domenica mattina per eleggere rappresentanti in vista del prossimo congresso nazionale Pd: 76

Mangianti sabato sera al salone della Misericordia: attorno ai 350

Hanno ottenuto voti: Renzi 61, Orlando 13 ed Emiliano 2

Hanno ottenuto gradimento: Orecchiette con asparagi 327, maialino al forno 276 e risotto al radicchio 254.

Ci fermeremmo qui. Inutile porsi la domanda a cui gli osimani intellettualmente onesti, fatti salvi gli elettori del Pd, si sono già posti: come è possibile amministrare al meglio una città di 35.000 abitanti quando un solo osimano su 300 condivide, in maniera attiva, la linea del partito di governo cittadino?

Certamente non è cosa semplice. Le disavventure colte in serie negli ultimissimi tempi dalla Pugnaloni-band, dal suo segretario Canapa e dalla mente grigia Andreoni stanno li a testimoniare come il Pd, nelle scelte importanti riguardanti tanto presente e una fetta di futuro di questa città, è lasciato terribilmente solo dalla gente.

Il vuoto assoluto in casa PD

Non uno che si alzi per suggerire un comportamento, un atteggiamento, una tattica, una soluzione alternativa al solito procedere a testa bassa, prima operando e dopo pensando alle conseguenze.

Negli anni ruggenti della vecchia Dc osimana, con tutti i difetti e le colpe, alcune gravi che un partito di queste dimensioni si è inevitabilmente fatto carico in mezzo secolo di maggioranze assolute, 118 iscritti potevano essere i partecipanti ai lavori di San Paterniano! Per tacere di Campocavallo, praticamente comune a se, e comunque dell’intero territorio comunale a marchio biancofiore.

Nessuno chiede al Pd miracoli o imputa ai democratici numeri che la politica 2.0 non potrà più raggiungere, quanto meno nelle forme e nel consenso del passato.

Più modestamente è legittimo chiedere ai 118 tesserati di accettare l’idea di costituire una piccola minoranza in città, forse neanche seconda, e di muoversi in conseguenza.

L’arroganza di chi, condannato dai numeri, si fa beffe della democrazia fino all’ultimo, non ha mai prodotto risultati positivi. E Osimo necessita di voltare pagina.

Il ragazzo del Campana, residente a San Biagio, primo in Italia fra migliaia di studenti

ASTRAZIONI E SOTTIGLIEZZE DEL RAGIONAMENTO
A LUCA SGOLASTRA, 17 ANNI,
LE OLIMPIADI DELLA FILOSOFIA!

Il 25 maggio il filosofo rappresenterà l’Italia agli internazionali di Rotterdam
Sabato sera presso il salone della Misericordia

IL COMITATO DI AIUTO AD OSIMO
ESORDISCE CON IL BOTTO!
QUASI 400 ALLA CENA DI BENEFICENZA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *