ROTATORIA CONTESTATA AL SAN CARLO
STRUMENTALIZZATO DON PAOLO!

ROTATORIA CONTESTATA AL SAN CARLO STRUMENTALIZZATO DON PAOLO!

 2,911 total views,  2 views today


SOSTIENI OSIMO OGGI E ANCHE DOMANI
Sostieni la stampa cittadina con un contributo, piccolo o grande, a piacere.
Godere di una voce in più locale pronta a raccontarti, ogni giorno, la città costituisce un “tesoro” di informazione da difendere soprattutto con il contributo di ciascun osimano.
Grazie per aver pensato anche a OSIMO OGGI.


Le parole a fine messa del parroco scatenano la presa di posizione piddina

 

ROTATORIA CONTESTATA AL SAN CARLO
STRUMENTALIZZATO DON PAOLO!

 

Sconocchini contrario alla realizzazione dei lavori. Telefonata chiarificatrice con Latini

Per fortuna che OSIMO OGGI c’è.

Cominciamo dal fondo e dalla prova del nove.

Don Paolo Sconocchini, Parroco della chiesa di San Carlo

Oggetto delle notizie sottoposte a verifica: la nuova rotatoria antistante la chiesa di San Carlo, il mancato gradimento del parroco Don Paolo Sconocchini, le omelie dello stesso parroco nelle giornate di sabato 6 e sabato 13 maggio, un volantino in argomento di Su la Testa a firma Dino Latini datato 28 aprile (che riportiamo in copia) e – dulcis in fundo – le conclusioni tirate sulle vicenda da Corriere Adriatico del 15 maggio (che riportiamo limitatamente al titolo).

Capo A: rotatoria. E’ venuta bene ma non benissimo. In effetti poteva facilmente essere collocata un pò più lontana dallo sfiorare la scalinata di accesso alla chiesa. Non è stato fatto in prima battuta ma, avendone la volontà, si può sempre rimediare.

Piuttosto notiamo come – essendo la rotatoria destinata all’accesso ai pochi parcheggi del piazzale e ai pulmann che sbarcano e reimbarcano gli studenti dei vicini istituti – trattasi di un clamoroso falso problema. In orario e giorni scolastici la chiesa di San Carlo risulta infatti normalmente chiusa, mentre di sabato, domenica e nelle feste comandate a restare chiuse sono le scuole e relativi pullman.

Quando di creerebbe, dunque il problema?

Il documento inviato ai residenti del quartiere da Dino Latini

Capo B. mancato gradimento del parroco. Visto che la rotatoria, se confermata negativa anche alla riprova dei fatti, può sempre agevolmente essere posizionata qualche metro più lato monte… ribadiamo quale altro problema pratico scarica sulla chiesa vista la difformità di utilizzo di giorni e orari del piazzale?

Capo C. Omelie post messa del sabato. Sembra che in effetti, usiamo il condizionale perchè non eravamo presenti alla funzione del 6 maggio, Don Paolo si sia pubblicamente lamentato con i parrocchiani per la qualità del lavoro consegnato dalla Amministrazione Pugnaloni.

Idem per la Messa di sabato 13 quando, per par condicio, ha mostrato il documento ai residenti inviato da Latini.

Don Paolo non ha voluto ammetterlo ma a tirarlo di nuovo per la sottana… proprio quelli del Pd che, in qualche modo, dopo la serrata discussione in Consiglio comunale di poche ore prima, hanno insistito col parroco affinchè dichiarasse dall’altare che “non intende essere strumentalizzato” e che la politica “non è il suo obiettivo”.

Peccato che nessun esponente della vecchia maggioranza abbia mai contestato, sia nel volantino che in Consiglio, le osservanze alla rotatoria espresse da Don Sconocchini.

Capo D. Il volantino mostrato in chiesa da Don Paolo e inviato ai residenti del quartiere a cura di Su la Testa dice, grosso modo, le stesse cose predicate dal parroco!

La nuova del San Carlo divide la politica

Anzi, predice che la prossima Amministrazione Latini, in carica da giugno 2019, riposizionerà il parcheggio alla situazione pre-esistente!

Capo E. Corriere Adriatico, specie quando fa raccontare le vicende amministrative del Comune di Osimo al cugino Giacomo Quattrini del capo amministrazione Simone Pugnaloni, vede e quindi racconta troppo spesso un altro film.

Avevamo già segnalato al collega l’opportunità, dettata da correttezza e deontologia professionale, a farsi da parte dall’affrontare la cronaca polito/amministrativa di Osimo fintanto che un parente stretto di casa se ne fosse occupato in primissima persona.

Così ovviamente non è stato in passato e non sarà in futuro, anche considerato che i risultati, dopo tre anni di semina, dovranno provarsi a cogliere proprio a breve. Insomma non è cosa; il problema Corriere Adriatico se lo porterà sicuramente fino a giugno 2019; dopo di che a risolvere anche la questione correttezza e deontologia penseranno gli osimani tornando al voto memori degli esiti di una incredibile domenica al mare del 2014 pagata a carissimo prezzo.

Ma stavolta e per fortuna OSIMO OGGI c’è!





OGGI MERCOLEDI' 17 MAGGIO
IL GRAN GIORNO DI OSIMO OGGI
IL 4 FEBBRAIO 2016 OSIMO ADERISCE ALLA RIPARTIZIONE DEI FONDI MINISTERIALI

L’8 FEBBRAIO 2016 COMPARE L’AVVISO DI PUBBLICA GARA PER LA GESTIONE DEI RIFUGIATI

IL 12 FEBBRAIO 2016 DOPO APPENA CINQUE GIORNI IL BANDO VIENE RITIRATO

IL 13 FEBBRAIO 2016 LA COMMISSIONE DICHIARA VINCITRICE L’UNICA DITTA PARTECIPANTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *