“ADDIO GIANCARLO, ANGELO CUSTODE GRILLINO…”
DAI 5 STELLE IRRIVERENTE APPROPRIAZIONE POLITICA

“ADDIO GIANCARLO, ANGELO CUSTODE GRILLINO…” DAI 5 STELLE IRRIVERENTE APPROPRIAZIONE POLITICA

 3,553 total views,  2 views today

Liberale da sempre, fondatore di Forza Italia e Assessore per le Liste civiche, l’avvocato Alessandrini scompare a 75 anni dopo una lunga malattia


Liberale nel senso più nobile del termine, in morte viene spacciato per grillino ad honorem!

Giancarlo Alessandrini, 75 anni, signore nel significato più ampio della parola, ci ha lasciato da poche ore e già la politica più becera si affanna per intestarsene il pensiero, appropriandosi degli insegnamenti lasciati a tutti noi in eredità.

Brillante avvocato, attento e aperto a 360° gradi alle esigenze della città che ha sempre amato, osimano doc, Giancarlo Alessandrini può ben chiudere, con la sua anticipata e dolorosa dipartita dovuta ad una malattia degenerativa che non gli ha lasciato scampo, l’era dei gentlemen in politica e, più in generale, dei cittadini orgogliosi di essere nati osimani.

Dall’eloquenza puntuale e precisa (Giancarlo avrebbe potuto intraprendere, senza influenze dialettali, la carriera di un ottimo radiocronista o conduttore tv), ex calciatore dilettante apprezzato nell’Osimana anni ‘60, garbato e ironico quanto basta per sdrammatizzare anche la sentenza più infausta, Alessandrini si era dato seriamente alla politica con l’esplodere delle Liste civiche.

Candidato da sempre per l’allora Partito Liberale con una 50ina di preferenze fisse alle Comunali, Alessandrini ha avuto il merito di co-fondare Forza Italia ad Osimo e di averla mantenuta a galla sulla barra del mantenimento degli accordi presi, nonostante il triplice tradimento del mandato elettorale intrapreso da Buglioni, Salvucci e Gabriella Vignoni.

Per tre lunghi anni, dal 2001 alla scadenza naturale del mandato nel 2004, Alessandrini non ha fatto mancare il sostegno decisivo all’Amministrazione in carica; in particolare nel 2003 dopo la scomparsa, altrettanto dolorosa per la città, del geometra e consigliere Mattioni a cui subentrò, sobillato dai soliti noti, un Paolo Maracci pronto a schierarsi con le opposizioni!


Una bella immagine dell’ex Assessore Giancarlo ALESSANDRINI prima della grave malattia che l’ha colpito.

Insomma fu proprio grazie al voto in solitario di Giancarlo Alessandrini – oggi spudoratamente fatto passare da un Monticelli senza vergogna per una sorta di grillino della prima ora! – che l’Amministrazione Latini potè concludere il mandato e, sull’abbrivio, rinconfermarsi, in pratica, fino ai nostri giorni.

Sorvolando sul pianto di coccodrillo di un Pugnaloni in eterna campagna elettorale – capace di elogiare pro domo propria qualsiasi personalità passata a miglior vita, forte del fatto di non poter essere contraddetto – vale la pena riportare le parole spese da un Monticelli probabilmente influenzato dalle circostanze recenti, casuali, che hanno fatto dell’ex centralissimo studio legale Alessandrini, in via Fuina, la nuova sede del movimento.

“Per noi del Movimento 5 Stelle – scrive David Monticelli, confermato consigliere comunale – Giancarlo è stato un angelo custode silenzioso. Non sappiamo se condivideva le nostre idee politiche: forse non le condivideva ma non ci ha fatto mai mancare il suo aiuto e il suo supporto. Purtroppo il male che lo ha colpito, ormai diversi anni fa, era degenerativo e progressivamente Giancarlo è diventato sempre meno autonomo.

Di fronte alle sue sofferenze – a cui non abbiamo assistito personalmente ma riportate dai suoi familiari, amici e figli e soprattutto dalla (seconda, Ndr.) moglie Rita Foria che lo ha accudito fino all’ultimo – il senso di tristezza, impotenza e ingiustizia ci ha spesso assalito.

Caro Giancarlo, sei stato il nostro angelo custode in vita – arriva a dire Monticelli con sfoggio di faccia tosta senza precedenti – e lo sarai ancor di più adesso, non solo per noi ma per tutti i tuoi cari e le persone che, anche silenziosamente, ti hanno sempre voluto bene”.

Come dire, caro Giancarlo, che ti è andata anche di lusso… se invece di una nuova compagna grillina la sorte ti avesse proposto una fanatica del socialismo reale, saresti ora celebrato dagli eredi di Fidel o dai compagni cinesi quale nuovo sole dell’avvenire!

Tornando alla verità dell’uomo politico, Giancarlo Alessandrini, dopo l’esperienza in Forza Italia, diede vita con altri alla lista civica Forza Osimo, non eletto in Consiglio comunale ma nominato Assessore nel Latini-bis del 2004; nonchè confermato nel successivo mandato 2009 con Simoncini Sindaco, che si risappia mai stato grillino, che così lo ricorda:

“Addio Gianky, signore fino alla fine. Autentico liberale fondatore di Forza Italia e Forza Osimo, uomo libero, colonna delle nostre Liste civiche. Assessore presente e competente all’Urbanistica e agli affari Legali, grazie ad una carriera lunga e apprezzata di avvocato. Soprattutto un vero amico e un grande osimano”.

Tra le battaglie politiche intraprese più significative ricordiamo quella, persa senza colpa, per la conversione del progetto del nuovo ospedale da San Sabino al nuovo Inrca di Camerano; il Prg del 2005 con le indicazioni per la variante a sud (scelta che rischia di essere capovolta dalla riconfermata Amministrazione Pugnaloni), oltre alla positiva soluzione individuata per chiudere la poco decorosa pagina dei semafori photo-red.

Spiace, tornando alla maldestra attribuzione di identità politica tentata da Monticelli, che anche a campagna elettorale conclusa si ceda alla tentazione di intestarsi meriti, sostegni e considerazioni sulle spalle di chi non può replicare.

Anche per non fomentare inutili polemiche, del tutto fuori luogo di fronte al mistero della morte, Dino Latini ha preferito affidare le proprie considerazioni di vicinanza umana e politica ad uno scritto privato indirizzato alla famiglia.

Scompare con Alessandrini, cittadino vecchio stile – oltre che uno sportivo provetto, avvocato di razza e politico fedele – un uomo che ha saputo mettere al primo posto, nelle principali intraprese pubbliche affrontate, l’interesse della città di Osimo.

Di questo gli osimani di ogni colore politico, rendono merito all’amministratore che fu piangendone il ricordo.

I funerali di Giancarlo Alessandrini si svolgeranno nelle prossime ore in forma strettamente privata.


 

PANEM ET CIRCENSES AI SOLI VINCITORI
PUGNALONI RISPACCA LA CITTA’ CON LA MEGA FESTA!
RITIRA 137 VOLTE L’AUTO, SPESSO NON AUTORIZZATO!
DI NUOVO NELLA BUFERA IL DUO CITTADINI-ASCANI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *