RITIRA 137 VOLTE L’AUTO, SPESSO NON AUTORIZZATO!
DI NUOVO NELLA BUFERA IL DUO CITTADINI-ASCANI

RITIRA 137 VOLTE L’AUTO, SPESSO NON AUTORIZZATO! DI NUOVO NELLA BUFERA IL DUO CITTADINI-ASCANI

 2,916 total views,  2 views today

Castelfidardo, l’accesso agli atti di Solidarietà popolare fa emergere un buco nero sull’utilizzo di un auto comunale. Silenzio assoluto dai 5 Stelle


Assessore utilizza per 137 volte l’auto blu istituzionale, spesso senza la debita autorizzazione del Sindaco, anzi a volte senza neanche farne corretta richiesta scritta!

L’Assessore alla Cultura e Turismo, Ruben CITTADINI (5Stelle)

Succede a Castelfidardo e purtroppo succede di nuovo a quella che inizia ad assumere i contorni della “strana coppia”, l’Assessore Cittadini e il Sindaco Ascani, entrambi amministratori fidardensi del movimento a 5 Stelle dal 2016.
Stando ai numeri emersi da un accesso agli atti effettuato nei giorni scorsi dal movimento di opposizione Solidarietà popolare è emerso un utilizzo spregiudicato della solita Seat Alhambra comunale, messa in moto 56 volte su 100 da quell’Assessore Cittadini il quale – ma questa è solo una banale coincidenza – pur regolarmente patentato, da tempo non possiede auto di proprietà.
Stando a quanto emerso dalla verifica effettuata sul “libro viaggi” interno all’auto comunale, per il periodo 2017 e fino all’8 marzo scorso il mezzo non solo è stato utilizzato per più la metà delle volte dall’Assessore Cittadini ma è stato sottoposto ad un’usura tre volte superiore la media del triennio precedente!
7.000 chilometri di media, per anno, nel periodo 2014, 2015 e 2016 contro i 21.000 percorsi nel solo 2018!
Normale? Regolare? Frutto del super lavoro mosso dall’Assessorato griffato 5 Stelle?
Non sembrerebbe proprio così. A partire proprio dal prelievo dell’auto, avvenuto 137 volte in 797 giorni – in pratica almeno una volta a settimana, oltre le feste comandate, senza esclusioni! – per le motivazioni più disparate.
Si legge nel brogliaccio giustificativo dell’uscita del mezzo: “Ritiro bicchieri a Jesi”, oppure “Tour musicisti Ancona”, od anche “Recupero artisti ad Ancona attraverso un percorso Castelfidardo-capoluogo e ritorno non di 45 chilometri ma tre volte tanto!
Per tacere dei due giorni occorrenti per raggiungere Loreto o delle multe accumulate, parrebbero almeno tre, di cui un autovelox rimediato a Montelupone, di ritorno dalla partecipazione istituzionale Tipicità in corso a Fermo.
Certo qualcuno potrà obiettare anche il percorso… che vado a fare a Montelupone se posso prendere l’autostrada e trovarmi di fatto a Fermo? Ma almeno quello della scelta del percorso sembrerebbe l’ultima delle discussioni da fare, tra le tante suggerite dalla vicenda.

Roberto ASCANI, Sindaco grillino di Castelfidardo

Di fatto la vicenda, accoppiata a quella sinora senza replica alla cittadinanza, avvenuta in Germania, presta più di un punto debole proprio nel disinvolto passar di mano dell’autovettura.
Il mezzo andrebbe in qualche prenotato con richiesta scritta e motivata ed infine autorizzato dal Sindaco, unica figura che non necessita del rispetto della procedura.
In teoria ma anche in pratica, l’uscita del mezzo potrebbe non essere consentito e l’auto restare in garage in attesa di un utilizzo più congruo ai fini istituzionali per cui la Seat è stata acquistata e mantenuta nelle spese, nel tempo.
In realtà, da quanto è emerso in Consiglio comunale, in seguito alla mozione di Solidarietà popolare, parrebbe che il più delle volte la macchina sia stata ritirata e affidata alle cure dell’Assessore Cittadini attraverso una banale richiesta orale o attraverso mail. Raramente la procedura, come ha certificato l’accesso agli atti e confermato lo stesso Sindaco Ascani, è stata rispettata.
Detto che il Primo cittadino si è riservato, in ogni caso, una ulteriore verifica per avere certezza sullo stato dell’arte – 68 uscite su 140 nel 2017, 55 su 88 nel 2018 e 14 su 18 nell’anno in corso fino all’8 marzo 2019 – resta sul tappeto la questione politico-morale di una Amministrazione colta gravemente in fallo, ai livelli di maggior rappresentanza, proprio su temi come trasparenza, razionalizzazione delle risorse e diminuzione delle spese di esercizio, in una parola quell’ “onestà” venuta meno, se in buona fede conta poco, a causa di un modo di fare irrazionale, dilettantesco e totalmente fuori controllo.
Su questa tema e sull’altro più che caldo (relativo al viaggio istituzionale in Germania) è tempo che Sindaco e Amministrazione facciano sentire la propria voce. Chiarificatrice.


 

“ADDIO GIANCARLO, ANGELO CUSTODE GRILLINO...”
DAI 5 STELLE IRRIVERENTE APPROPRIAZIONE POLITICA
CITTADINI MULTATO E INIDONEO ALLA GUIDA
ASCANI, GRILLO O BRILLO?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *