ARRESTATO DA SPACCIATORE,
DENUNCIATO COME LADRUNCOLO

ARRESTATO DA SPACCIATORE, DENUNCIATO COME LADRUNCOLO

 2,956 total views,  6 views today

Marocchino 37enne, residente a Castelfidardo, protagonista di più furti ad Osimo Stazione

 

ARRESTATO DA SPACCIATORE,
DENUNCIATO COME LADRUNCOLO

 

L’uomo, nonostante un cambio d’abito, riconosciuto grazie al fiuto di una poliziotta

Aveva individuato il magazzino di qualche negozio o di commercio ambulante posto ad Osimo Stazione per penetrare all’interno e indisturbato sottrarre mercanzia a buon mercato, soprattutto coltelli di ogni tipo, attrezzi vari per la cucina, qualche bottiglia pregiata di whisky, orologi da muro, confezioni di fagioli cannellini e articoli vari tutti ancora all’interno della custodia originale e pronti per essere venduti. Alla conta di questo materiale occorre aggiungere alcuni strumenti musicali e un paio di biciclette. Tutta roba accatastata tra i binari di servizio della stazione ferroviaria da un ladro solitario.

Purtroppo per l’autore dei furti – un 37enne marocchino, residente a Castelfidardo e già noto alla Polizia per spaccio di sostanze stupefacenti – l’uomo agiva da solo e non era tecnicamente in grado di fare il colpo in un’unica soluzione.

Pertanto, di volta in volta, l’uomo ritornava sul magazzino già alleggerito per prelevare altra merce che accantonava in capaci borsoni lungo la ferrovia.

Fatalmente l’andirivieni del marocchino è stato notato da una pattuglia del Commissariato di Osimo la cui esperienza ha suggerito loro di attendere sul fatto il successivo trasbordo di merce. E così è stato. Tempo mezz’ora e il magrebino è stato notato per la seconda volta aggirarsi tra i binari come per liberarsi di un pesante fardello.

E’ stato chiaro, all’istante, che l’uomo aveva adibito i binari di servizio alla stazione come una sorta di stoccaggio dove accatastare la merce in attesa di recuperarla con l’arrivo della notte.

Un piano decisamente farraginoso per andare a compimento e pieno zeppo di rischi. Di fatto la pattuglia di poliziotti, un uomo e una donna, individuato l’uomo si è messa a tallonare l’extra comunitario che, in prima battuta, in effetti, era riuscito a far perdere le proprie tracce.

Entrato in un bar di Osimo Stazione proprio per confondere le acque, il marocchino si è giocato jolly entrando in bagno e cambiandosi d’abito: via pantaloni e maglione per indossare capi di altro colore.

Uno stratagemma sin troppo ingenuo che non ha ingannato l’occhio esperto dei poliziotti, in particolare la donna, che inquadrato il giovane seduto al tavolo intento a sfogliare il giornale, lo ha riconosciuto come la persona a cui stavano dando la caccia.

Portato in Commissariato per la contestazione della vicenda, il marocchino ne è uscito con una denuncia a piede libero per il furto nel magazzino e con la proposta per il foglio di via obbligatorio da Osimo per i prossimi tre anni.

Il ladruncolo ha potuto riacquistare la libertà non prima, però, di aver indicato la collocazione di tutti i borsoni, sparsi sui binari, abbandonati con la merce in attesa di essere recuperata. In effetti molto roba, capace di impegnare non un uomo solo ma almeno quattro.

Ma la buona notizia vera è un’altra: quasi tutta la merce rubata è già restituita dalla Polizia al legittimo proprietario che ha riconosciuto per propria gran parte della refurtiva.

Buona notizia ulteriore: oltre al fiuto della poliziotta, decisivo per incastrare il marocchino alle proprie responsabilità, è risultata la collaborazione della gente di Osimo Stazione nell’offrire le giuste indicazioni di ricerca.

A conferma dell’importanza, nelle vicende piccole come in quelle più importanti, del civico contributo che gli osimani sono soliti offrire alle forze dell’ordine.

RICONOSCI IL DIRETTORE!
E SIMONCINI SINDACO CHIAMO’ GALASSI
PER FAR MULTARE LA PROPRIA AUTO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *