BUFERA FACEBOOK PER PUGNALONI!

BUFERA FACEBOOK PER PUGNALONI!

 2,645 total views,  4 views today

Il Sindaco Pugnaloni dovrebbe chiedere scusa alla Mariani?

Loading ... Loading ...

Il Sindaco posta (per errore?) un gift di violenza sulle donne sul profilo della Mariani

 

BUFERA FACEBOOK PER PUGNALONI!

 

Decine di interventi solidali con la Consigliera ma il Primo cittadino non si scusa

Un fermo immagine della GIF “incriminata”

Bufera, stavolta mediatica, per il Sindaco Pugnaloni. Nell’era di internet il Primo cittadino si dichiara addirittura reo confesso (ma con la scusante della buona fede) per aver postato sulla pagina Facebook della consigliera di minoranza Maria Grazia Mariani un gift (ovvero una immagine animata) di natura violenta che ritrae una donna presa a calci in faccia!

Poco male o poca cosa per noi 60enni che sappiamo dare alla rete il giusto valore e non riusciamo a scandalizzarci per un banale disegnino o disegnaccio animato che lascia il tempo che trova.

Purtroppo per Pugnaloni il mondo 2.0 non la pensa alla stesso modo ed ha ormai elevato Facebook, di questo parliamo, anche in Italia, al livello di aggravante – prendiamo ad esempio il caso tipico della diffamazione.

Insomma vietato rilassarsi o sbagliare anche di fronte ad una tastiera o con il cellulare in mano. Anche il semplice “cazzeggio”, come probabilmente era intenzione fare di Pugnaloni, rischia di essere punito.

Prima ancora che da eventuali tribunali, dal giudizio impietoso del pubblico.

Che la Rete, dunque, costituisca da sempre un formidabile terreno, in questo caso minato, per qualsiasi politico dovrebbe essere cosa nota; figuriamoci per un Pugnaloni non ancora consapevole, anzi, di non essere rieleggibile.

In breve la notizia ha dunque fatto il giro osimano del web mettendo insieme quasi un centinaio tra commenti, repliche, sottolineature, pareri e spiegazioni di ogni tipo, dal banale refuso fino alla affermazione di chi, nel gesto, vede inequivocabilmente la volontà di pubblicare comunque il gift, magari senza rendersi pienamente conto, più che del cattivo gusto, delle conseguenze.

Ma andiamo con ordine pubblicando il meglio di quanto gli osimani, dentro e fuori le mura, hanno ritenuto di far presente.

MARIA GRAZIA MARIANI: Non saprei definire quello che è successo. Dire che è un gesto di cattivo gusto… è un complimento! Un’oretta fa ho postato un mio pensiero politico criticando le scelte dell’attuale Amministrazione.

Dopo neanche 40 secondi il Sindaco Simone Pugnaloni ha commentato con la gift (di cui stiamo parlando, Ndr.) ritraente una donna presa a calci in faccia.

Io non saprei neanche dove andare a prendere quelle immagini…

Mi rivolgo alle mie colleghe in politica, soprattutto a coloro con un ruolo istituzionale: Paola Andreoni (Presidente del Consiglio comunale), Sara Andreoli, Eliana Flamini, Renata Maggiori, Gabriella Sabbatini, Gilberta Giacchetti e Monica Bordoni (consigliere comunali), nonchè agli Assessori Michela Glorio, Federica Gatto ed Annalisa Paglierecci: se qualcuno commentasse una vostra idea politica, strampalata o giusta che sia, condivisibile o meno, nella stessa maniera toccata a me, come reagireste?

SIMONE PUGNALONI: auguro alla Consigliera Mariani pace e serenità. Appena accorto del caricamento dell’immagine ’ho eliminata; non mi sarei mai permesso di postare questa immagine. Su Facebook può capitare che leggendo un post si possa caricare per errore una immagine o una scritta. Dispiace che il vostro modo di fare politica tocchi così tanto il basso.

LORETTA SOCCI: Per fortuna.

MARIA GRAZIA MARIANI: A me non è mai capitato. Soprattutto di caricare una immagine così violenta. Nel mio cellulare, al massimo, mi potrei sbagliare inviando con una foto che mi ritrae in costume… ma non con una donna che viene presa a calci in faccai!!! No proprio no. Non saprei neanche dove andarla a cercare. E poi con la carica pubblica che ricopro (Consigliere comunale, NdR.) non posso permettermi tanta superficialità. Ci starei attenta! Se Le è partita una immagine simile (rivolta a Pugnaloni, NdR.) è perchè l’avrà scaricata nel suo cellulare. Nulla è per caso. Buona serata a Lei.

GILBERTA GIACCHETTI (Consigliera comunale): Leggo che è stato un errore. Possibile? Non è “piacevole” vedere immagini del genere, tanto meno avere immagini simili; spesso si tace di fronte alla violenza su donne o persone di entrambi i sessi. Chi riveste cariche pubbliche o istituzionali ha il dovere di condannare apertamente qualsiasi tipo di violenza. e da qualunque parte arrivi!

SABRINA BERTINI: Il fatto di aver caricato o condiviso o comunque tenuto quell’immagine è grave e non ammette scuse.

NUNZIO PALENURO LEANZA: Chi ha più buon senso lo usi… purtroppo tante persone manifestano al momento opportuno la propria vera personalità.

ROBERTO TOZZO: E’ imbarazzante il silenzio delle donne. Prova Maria Grazia ad immaginare se la foto, al posto di Pugnaloni, fosse stata messa da qualcuno di Forza Italia… sarebbe successo il finimondo.

GILBERTA GIACCHETTI (Consigliera comunale): Il silenzio di alcune donne… non tutte.

ROBERTO TOZZO: Hai ragione. Alcune, poche.

LORETTA SOCCI: Ma le femministe sono sparite o cominciano a cambiare idea, visto come girano le cose.

MARIA GRAZIA MARIANI: Le difese di un uomo valgono doppio.

EMANUELE CARLUCCIO: Ormai siamo alla frutta! E sapere che non si avranno più consensi in futuro brucia tanto!!! Le Donne non si toccano! Tengo a precisare che la Signora Mariani non è la prima volta che viene colpita con maleducazione… ma tutti i nodi verranno al pettine! Maria Grazia ti sono vicino!

GIORGIO MAGI: Direttive di partito (Ds, NdR.) evidentemente. Citando l’affermazione Facebook di tale Alberto Neri (PD) che così difende il “mediatore culturale” bolognese in auge in queste ore. “Lo stupro? E’ un atto peggiore… ma solo all’inizio. Una volta entrato il pisello la donna diventa calma e gode come in un rapporto normale”. E conferma Neri: “Abid Jee non ha detto nulla di sbagliato; a livello biologico ha ragione”.

ROBERTO TOZZO: Saranno più delicati coi maschi… speriamo…

GIORGIO MAGI? Dici? (Mostrando un titolo di giornale dove si parla di una violenza sessuale su un ragazzino, perpetrata in Campania in una sede del Pd!).

LORETTA SOCCI: Il PD sta esagerando in maniera vergognosa.

MARISA COPPARI: Che schifo… come è tutto squallido! Tutto questo, signor Sindaco Pugnaloni rispecchia la tua persona… bravo! Questi sono i risultati prodotti dall’uomo posto a capo di una città come Osimo. E’ questo che sei riuscito a fare? Venduto! Offendendo anche le donne compresa…

MAURO FOGLIA: Altra figura di m… da sommare a tutte le altre, tue di una Giunta di burattini! Solo un uomo senza p… può pubblicare una immagine come quella nei confronti di una donna.

ROSARIO LA ROSA: Non commento perchè diventerei scurrile.

ROSALIA ALOCCO: Io ho già condannato quel violento post con il profilo Facebook del Sindaco. Lui dice che non è stato… ora rettifica dicendo che può capitare che venga “caricata una immagina o una scritta”. Credo che più parla, signor Sindaco, più aggrava la posizione. Le richiedo? Se non è stato Lei chi è stato?

MARISA COPPARI: E’ stato lui, chi altri? Ma c’è compresa anche la… questo non l’ha capito!

LELLA SOPRANZI: Questo Sindaco fa schifo in tutti i sensi! Non ha fatto nulla per Osimo ed ora pubblica una Gif di questo tipo! Squallido. Senza valori. Da terminare prima possibile. Non riesco a crederci…

MARISA COPPARI: E’ meglio che ritorni in banca e anche alla svelta… combinando meno cattiverie, spero!

LELLA SOPRANZI: Perchè non prova a vivere con nulla, facendo spesa nei cassonetti e vicendo al numero 14 del ponte sulla A14? Non ci posso credere.

MAURO FOGLIA: Vi ricordo che è un impiegato di una banca che è riuscita a… milioni di euro ai piccoli risparmiatori lasciandoli senza soldi e senza casa.

MONICA BORDONI (Consigliera comunale): Roberto, il silenzio delle donne l’ho subito personalmente anche in un caso molto più pesante di questo. E’ vero, è imbarazzante. Tutte contro la cultura sessista e la violenza sul gentil sesso… poi quando devono esporsi in prima persona sui fatti concreti… mute. Gli uomini, per assurdo, sono più sensibili. Pugnaloni invece è un caso limite. Avrebbe fatto più bella figura semplicemente chiedendo scusa.

ROSALIA ALOCCO: Non generalizziamo con le “donne” perchè ci sono donne che si battono da una vita restando sempre in prima linea contro questa violenza.

LELLA SOPRANZI: Che vomito!! Vattene Pugnaloni, vattene!

SIMONE PUGNALONI: Il mio impegno e l’impegno di questa Amministrazione in favore delle donne è chiaro e ben visibile. Non sono infantile come voi che rovino il nostro buon lavoro con una immagine ad oscurare l’impegno, mio e della Giunta, per le pari opportunità.

ITALO D’ANGELO: La mia solidarietà a Francesco Comi (segretario regionale Ds, Ndr.). Credo sia veramente gravoso, se non impossibile, governare un partito ove si verificano tanti “errori di comunicazione”… Un Consigliere provinciale e comunale ad Ancona costretto a dimettersi per aver auspicato una buona mira nello sparare ad un Carabiniere; un dirigente costretto a rimangiarsi delle spiacevoli frasi omofobe e ora un Sindaco che mette (per un asserito errore) una gif che può essere intesa come legittimazione all’uso della violenza contro un avversario politico (in questo caso una consigliera…). A quando la prossima?

MARISA COPPARI: Non sono errori… mi dispiace.

ROSALIA ALOCCO: Ma come si fa a caricare Gif per sbaglio, qualcuno me lo sa spiegare? A me succede che scrivo una parola e ad esempio il T9 me ne mette un’altra ma le Gif bisogna cercarle e aprirle. E poi, guarda caso, ad un post di critica politica arriva un “calcio in faccia”…

SIMONE PUGNALONI: Semplicemente nel mio cellulare la funzione Gif è proprio subito dopo che finisci di scrivere la frase. Ora posto la foto (del cellulare,. NdR.), Rosalia, così ti accorgi. Mi fa piacere che voi siete tutti perfetti e controllate Facebook ogni secondo non dando tempo a nessuno di correggere perchè ricordo che Facebook, se fai un errore, ti da la possibilità di correggere.

MONICA BORDONI (Consigliera comunale): Magari scopri anche la funzione di chiedere “scusa”… sono un pò imbranato con Facebook.

SIMONE PUGNALONI: (Postando una immagine). Ecco la prova di dove si trova il Gif.

SIMONE CATANI: Non volevo entrare in merito… ma fidati, l’hai fatta grossa!!

ROSALIA ALOCCO: Lo so, signor Sindaco, dove si trova il simbolo delle Gif… ma Lei per averla caricata la deve aprire e prima ancora cercare in rete… mica si apre e si installa da sola… E poi, guarda caso, Le esce una sulla violenza contro le donne? Mah! Sarà difficile da credere.

MARINELLA MOSCA: Pubblica una Gif di una donna arrabbiata.

MONICA BORDONI (Consigliera comunale): In tutti i cellulari sono li.

MARIA LUISA BIANCHI: Ma questo Abib Jee ci sta con la testa o è un altro fuso. Perchè deve scrivere queste cose? Forse questo è quello che piace alle sue donne… perchè non si vergogna di scrivere certe cose?

MAURO FOGLIA: Premendo il tasto Gift si apre l’applicazione. Ok ma poi bisogna cercare cosa si vuol pubblicare; l’applicazione non sceglie da sola…

MARINELLA MOSCA: Pure nel mio… ma non mi è per partito mai un Gift per caso!

SIMONE PUGNALONI: Mentre stai scrivendo, sper per caso tocchi la funzione e compaiono le immagini sotto… può essere che la prima venga postata. Nessuno è perfetto. A me purtroppo è capitato. Fortuna voi che siete perfetti in tutto. Verrò a scuola da voi.

GILBERTA GIACCHETTI (Consigliera comunale): Giri di parole, senza un accenno di scuse.

MARINELLA MOSCA: (Altro Gift in vomito).

CARLA FOSSER: Tutta la nostra solidarietà alla Consigliera Maria Grazia Mariani.

IVANA BALLANTE (Ex Sindaco di Filottrano): Tutta la mia solidarietà Maria Grazia. E’ preoccupante che un Sindaco si permetta queste “libertà” sia se contro una donna che verso l’Istituzione che, al suo pari, rappresenta. E’ ancora più grave che, anche col beneficio dell’errore, non avverta il buon senso di scusarsi.

SIMONE PUGNALONI: Non ho bisogno che i miei oppositori cadano così in basso per dimostrare chi sono. Sono tanti coloro che mi conoscono e sanno che persona sono e con quali valori sono cresciuto. Non posso chiedere scusa a quei poveri politici e loro simpatizzanti che…

E ancora: cara Ivana Ballante, cari amici di Maria Grazia, cari amici e amiche di Destra, nessuno avrebbe pensato mai che il vostro agire politico vi avrebbe portato a tanto. Attaccare un Sindaco, che tra l’altro molti di voi conoscono, per aver fatto un errore…

ROSALIA ALOCCO: Ma se ha fatto un errore, come dichiara, perchè non dirlo subito, quando ha bloccato la gift e in maniera semplice dire “Maria Grazia è stato un errore involontario e di questo mi scuso”? Una parola semplice: “Mi scuso e in futuro farò più attenzione”.

MARIA GRAZIA MARIANI: Io risposte in merito al mio intervento politico su Astea e Centro Marche Acque non le ho lette. Ma forse per errore Facebook non le ha pubblicate. si è sbagliato (Facebook) e guarda caso ha pubblicato quella Gift sul profilo della Mariani, non su quello della Andreoni o della Flamini o dell’Assessore Gatto o di altre donne in politica. Ma su quello della Mariani. Non una Gift spiritosa o divertente ma immagini violente.

AUGUSTO POLACCO: Simone Pugnaloni lascia perdere; conosciamo benissimo quelli come te.

GIUSEPPE RETTA: Credono che vadano chieste le dimissioni del Sindaco. A me sembra una chiara intimidazione. (Aggiunto un Gift arrabbiato).

AUGUSTO POLACCO: Siete tutti uguali e dalla stessa parte. Spero solamente che i cittadino osimani si levino i paraocchi.

IVANA BALLANTE (Ex Sindaco Filottrano): Caro Sindaco, se quell’immagine fosse stata pubblicata da un esponente della Destra sul profilo di una donna del PD, avrebbe giustificato l’autore che non intenda rimediare almeno con un semplice “scusa”? Crede che sarebbe passato inosservato agli esponenti del suo partito? Come dicevo, passi l’errore ma non crede che proprio il suo atteggiamento alimenti questi commenti?

AUGUSTO POLACCO: Ivana, li conosciamo benissimo questi esponenti di Sinistra. Di cosa ci meravigliamo?

LEONARDO GIOVAGNINI (Ex Direttore di Radio Mantakas): Tutta la mia solidarietà a Maria Grazia Mariani. Se avessimo avuto un Sindaco così ai nostri tempi (Paolo Polenta Sindaco, Ndr.)

GIORGIO MAGI: Il Sindaco è un gran p… Scusate. intendevo scrive “galantuomo” ma sapete… colpa del T9. Ahhhh.

SIMONE PUGNALONI: Credo che la foto possa alimentare quei commenti, ma credo pure che se in un tempo congruo una persona si accorge dell’errore e lo elimina non meriti tali reazioni; tanto più se a commentare anche oggi siamo divisi dal pensiero politico. Maria Grazia Mariani conosce me e la mia famiglia da quando ero bambino e sa che sono cresciuto con insegnamenti saggi ed equilibrati che non mi avrebbero mai portato ad esprimere giudizi offensivi o estremistici.

PIER STEFANO GALLO PIEROZZI: Simone, il popolo ti ha votato senza conoscerti bene e quindi direi un pò sulla fiducia che si poteva attribuire alla tua campagna elettorale, dandoti così la possibilità di esprimere le tue qualità. Personalmente oggi non ti ridarei il mio voto. Non tanto per il post ma per la dimostrata scarsa capacità ad amministrare la città e l’incapacità di interagire con il prossimo.

Quanto da te postato non fa che rafforzare questo credo. Sono rimasto sbalordito dal cattivo gusto mostrato. Mi dispiace essere così diretto ed umiliare la tua persona ma è impossibile darti ancora una qualsiasi forma di fiducia. E mi meraviglierò molto se il tuo partito (DS, Ndr.) ancora lo farà.

Trovo oltremodo brutto che tu parli degli insegnamenti saggi ed equilibrati portando in campo la tua famiglia che, nello specifico, lascerei da parte evitandogli brutte figure.

Nel tempo che ti resta in qualità di Sindaco ti suggerisco di portare serenità e positività in un una città che sta soffrendo molto a causa di azioni scellerate della tua e di alcune precedenti amministrazioni.

PAOLO MENGONI: Cara Maria Grazia Mariani, tutta la mia solidarietà. Anche a voler credere alla buona fede o all’errore non fa piacere trovarsi certe immagini sul profilo, soprattutto in questo periodo storico.

GIOVANNI BALEANI: A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprire bocca e togliere ogni dubbio!

PINA FERRARO FAZIO: Sinceramente rimango basita di tanta leggerezza e poco rispetto da parte di chi ha ruoli istituzionali e pubblici. Sono molto dispiaciuta perchè il rispetto dovrebbe essere un elemento fondamentale. Spero che il Sindaco si scusi e dia un segno tangibile di maggior rispetto. La violenza contro le donne si nutre anche di queste modalità.

CARLO CICCIOLI: I

LEONARDO GIOVAGNINI (Ex Direttore Radio Mantakas): Carlo Ciccioli, ti sei sbagliato pulsante… come il Sindaco Pugnaloni. Comunque ti voglio bene. Ciao Carlo.

FILIPPO MARSILI: Vergognoso, assolutamente vergognoso! Solidarietà alla consigliera Mariani.

ENRICO MARIANI: A certi livelli non puoi e non devi sbagliare!

CARLO NARDI: Cara Maria Grazia, io credo nell’errore del Sindaco. Ne ha fatti così tanti che c’è da credergli. Quello che mi insospettisce è il silenzio della “Boaldrini de noantri”, sempre pronte a bacchettare, a pontificare, a dire cosa è giusto e cosa no. Ora invece mute, solidali ed omertose. O forse, anche loro, non sanno più usare Facebook ed hanno paura di fare errotri. Si, si Maria Grazia, sicuramente è così: loro solidarizzano con te ma non riescono a comunicartelo. Ne sono certo.

MARIA GRAZIA MARIANI: Mi piacciono le persone positive come te. Ho visto per un secondo il commento di Matteo Canapa, consigliere e segretario Pd, ma non sono riuscita a leggerlo. Forse cancellato subito. Non so cosa avesse scritto ma lo ringrazio. Sono sicura in parole di solidarietà. Quanto a chi non è intervenuto… forse non ha letto o aveva qualcosa di più importante da fare. E dopo l’ora di cena… ci sta!

FRANCA MAGNALARDO: Si tratta di un fatto gravissimo. Non ci possono essere giustificazioni su chi mostra certe immagini di violenza sulla donna e cerca poi di trovare appigli a qualche cosa che in realtà è mostruoso. Non può restare impunito. Tutti i concittadini devono intervenire, soprattutto quando chi dovrebbe essere di esempio commette certi errori gravissimi che colpiscono tutta la collettività.

PAOLO PETTINARI: Egregio Pugnaloni, ci sono cose che non sono giustificabili, neanche se fatte per errore. Soprattutto se si ricopre una carica pubblica. Personalmente sarei molto più preoccupato di un Sindaco che fa errori del genere, perchè mi darebbe un senso di insicurezza anche su errori che potrebbe fare su questioni molto più importanti.

Da osimano ormai trapiantato a Macerata, che percepisce dall’esterno le varie sensazioni civiche, non ho una positiva opinione su di Lei, in quanto mi sembra (e magari mi sbaglio ma è pur sempre una mia sensazione personale) che Lei riflette poco prima di agire (come nel caso del campanile fatto suonare a festa in occasione della frana che ha coinvolto funestamente una famiglia osimana).

LUCA DE’ CARLO: Maria Grazia, se vuoi passo a trovare il Sindaco…

WALTER CIARROCCHI: Personalmente non sono sorpreso dal post del Sindaco Pugnaloni; anzi è perfettamente in linea con il suo metodo di operare e reagire alle critiche. Al sottoscritto, oltre ad averlo bannato, ha persino inviato una mail in azienda…

FRANCESCO PILLOLA: Un Sindaco che fa una cosa del genere? Roba da matti, da non crederci… da restare allibiti.

MARCO GIULIODORI: Da notare che la maggioranza dei commenti su questo inutile post sono stati fatti da persone tra i 40 e i 55 anni, considerati in tutto il mondo i più “ignoranti” ad avere accesso ai social network… Sono la generazione che, bene o male, ha distrutto l’Italia e ora crede di saper usare un mezzo di comunicazione così potente per i loro scopi politici, pensando che tutti i lettori siano così stupidi da non capirlo!

Signora Mariani si è chiesta perchè nessun ragazzo sotto i 30 anni ha “solidarizzato” con lei per quanto accaduto? Anche un bambino di 10 anni con un I-pad avrebbe capito che quello del Sindaco è stato un errore di pubblicazione senza alcun tipo di intenti… nessuno avrebbe alzato una polemica così misera e di cotanta bassezza culturale se non per meri ritorni di immagine politica… tanto che chi ha commentato qui, salvo rare eccezioni, sono tutti esponenti di movimenti politici osimani.

Si è chiesta perchè nessun libero cittadino, senza interessi politici, ha commentato questo post? Ricordo ai più smemorati che la Giacchetti pubblicò un comunicato personale (politico) con un profilo Twitter di un organo comunale; oltre a far notare ciò nessuno la crocifisse per il suo gesto perchè persone dotate di un minimo di intelletto avevano capito che era un chiaro errore, senza il cosiddetto “dolo”!

Chiudo questa parentesi con un invito alla riflessione seria e senza polemica all’indirizzo della signora Mariani e di quanti vogliono partecipare; salvo prova contraria ritengo tutte le persone intelligenti e dotate di una capacità di analisi e ragionamento che permette di capire che la politica è una cosa bella, fondamento della società, motivo di crescita personale e della comunità, partecipazione dei cittadini, spirito di servizio senza scopi personali… non crede che alimentando questi sterili polemiche, come spesso accade, per attirare su di se qualche consenso in più, non faccia altro che allontanare ancora i giovani e tutti i cittadini dall’interessarsi della “cosa pubblica” e della vita politica cittadina? Spero in una sua sincera risposta.

ELEZIONI 2014,
CLAMOROSI TRADIMENTI NEL CENTRO-DESTRA
PORTARONO GLI EX AN E FORZA ITALIA
A VOTARE PER LA SINISTRA!
SUICIDA DA PIAZZA NUOVA LA FIGLIA MINORE
DELL’EX BIGLIETTAIA DEL CINEMA CONCERTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *