CERISCIOLI SULLA MAMMA DI LODOLINI
“LA MAMMA DI LODOLINI È PIU’ BRAVA DI ME…”

CERISCIOLI SULLA MAMMA DI LODOLINI “LA MAMMA DI LODOLINI È PIU’ BRAVA DI ME…”

 1,618 total views,  1 views today

Ricostruzione post terremoto. Le polemiche prendono fuoco! OSIMO OGGI a quota 17.000

 

CERISCIOLI SULLA MAMMA DI LODOLINI
“LA MAMMA DI LODOLINI E’ PIU’ BRAVA DI ME…”

 

E l’Onorevole serafico filosofeggia: “La Storia giudicherà chi saremo stati…”

La notizia della avvenuta nomina, a chiamata diretta, della anonima Paola Bonacorsi (certamente più nota come mamma Lodolini) ha scatenato l’interesse dei nostri lettori con un boom, non ancora fermatosi, di oltre 17.000 lettori unici, nuovo record di OSIMO OGGI).

Avremmo opspitato volentieri un comunicato della persona indirettamente interessata, vale a dire l’On. Lodolini, in genere assai prodigo di pareri su qualsiasi notizia circoli in provincia. Non pervenuto.

Siamo costretti, per forze di cose, a ricorrere a passati interventi in argomento quando ancora nessuno, probabilmente neanche “l’Onorevole nostro”, aveva preso in esame la candidatura Bonacorsi… pardon Lodolini.

In tempi non sospetti, dunque, ovvero qualche settimana fa, il parlamentare falconarese così aveva a dire sul terremoto e la questione infinita della ricostruzione.

“Le norme e le competenze sono state chiarite, i fondi stanziati. Ora avanti con il lavoro che il Commissario Errani ed il Vice commissario Ceriscioli stanno portando avanti coordinandosi coi Comuni e con tutti gli Enti preposti, nel rispetto dei ruoli, facendo ognuno il proprio dovere.

La Storia – diceva sicuro Lodolini il 19 maggio un mese esatto prima del regalo di Ceriscioli alla famiglia – ci giudicherà per quello che avremo dimostrato di essere in grado di fare. Noi siamo al fianco dei cittadini e dei loro amministratori”.

Detto che i marchigiani terremotati gradirebbero poter giudicare prima, rispetto ai tempi della Storia, l’operato della macchina regionale di soccorso (che dopo l’improvvido smantellamento dei poteri affidati alla Protezione civile resta, con il Commissario Errani, l’unico Ente a cui potersi rivolgere) e insinuato il dubbio che non saremmo così certi di figurare, come afferma Lodolini, tra i pochi esempi da salvare… appare di cattivo gusto anche la frase “camminare al fianco di cittadini e amministratori”.

Non vorremmo che dopo la nomina della amata mammma, che di fatto succhia, attingendo alla voce “ricostruzione”, uno stipendio triennale di circa 84.000 euro altrimenti impiegabili dalla Regione… i cittadini vittime del terremoto dovessero leggere “fianchi” e capire un pò più giù… all’altezza del portafoglio!

Purtroppo per il duo Ceriscioli-Lodolini il rischio costituito dalla “patata-terremoto” è reale, concreto e – ad ogni giorno che si aggiunge – dall’assai improbabile lieto fine.

A conferma di Ceriscioli, abilissimo nel distruggere Ospedali, molto meno in linea di galleggiamento quando si tratta di trovare soluzioni a favore di popolazioni che non votano a maggioranza Ds, è l’intervista offerta stamani a Corriere Adriatico, con la collega nell’impossibilità di non rivolgere almeno una domanda in tema maman.

Nomina imbarazzante quella della mamma di Lodolini? – chiede Corriere Adriatico.

La risposta che vi riproponiano non mette per nulla di difficoltà il Rottamatore pesarese… anzi, con un colpo di rovescio proprio della Politica, si aggiudica il set!

“La mamma di lodolini, dopo 28 anni che lavora per il gruppo PCI-PDS-DS-PD, passa alla Giunta. Qual’è la notizia? – si chiede Ceriscioli. Che è stata spostata da piazza Cavour a via Gentile da Fabriano? Suvvia – esorta alla comprensione la stampa non allineata – non è che stava a casa sua a fare la calza… è stata chiamata a dare (per circa 84.000 euro triennali, NdR.) il suo contributo in Regione!

La mamma di Lodolini conosce la Regione meglio del Presidente e può dare benissimo una mano nel nuovo ruolo”.

Domanda a cui Ceriscioli potrebbe rispondere, se desidera.

“E quando la Regione, anzichè accontentarsi di foraggiare i soliti personaggi noti, in grado di dare, al massimo, una piccola mano… si rivolgerà, specie in tema Ricostruzione, a professionisti meno amici ma magari più competenti?”.


© RIPRODUZIONE ASSOLUTAMENTE LIBERA
OSIMO OGGI invita le testate giornalistiche e i privati cittadini che dovessero ritenere la notizia di pubblico interesse a diffondere il testo ANCHE SENZA CITARNE LA FONTE.

 


SOSTIENI OSIMO OGGI E ANCHE DOMANI
Sostieni la stampa cittadina con un contributo, piccolo o grande, a piacere.
Godere di una voce in più locale pronta a raccontarti, ogni giorno, la città costituisce un “tesoro” di informazione da difendere soprattutto con il contributo di ciascun osimano.
Grazie per aver pensato anche a OSIMO OGGI.





CAMBIA VITA, DA SPACCIATORE A OPERAIO
RICHIESTO IN CARCERE PER RESIDUO DI PENA
SORRIDE A 32 DENTI
E IL PORTAFOGLIO SPARISCE...
UNA MANO SI INTRUFOLA IN CABINA
CON IL “CHEESE”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *