DROGA E FURTI, SECONDO ARRESTO IN CINQUE MESI!
TOURBILLON DI MANETTE E LIBERTÀ PER UN ALBANESE

DROGA E FURTI, SECONDO ARRESTO IN CINQUE MESI! TOURBILLON DI MANETTE E LIBERTÀ PER UN ALBANESE

 6,045 total views,  4 views today

Dai colpi in casa a San Biagio allo spaccio di cocaina nel Senigalliese; protagonista Lumturi Lala, 29 anni


Manette… a rate per Lumturi Lala, albanese di 29 anni; arrestato appena la settimana scorsa dai Carabinieri per la partecipazione a ben 49 raid ladreschi in appartamento, l’albanese – prontamente liberato dalla magistratura – è stato nuovamente bloccato, sempre dagli stessi Carabinieri osimani, questa volta per droga.

Un “guardia e ladri” quasi personale, quello tra l’extra comunitario e il nucleo Operativo e Radiomobile del neo promosso sotto Tenente Luciano Almiento, cominciato il 6 febbraio a Trecastelli, nel Senigalliese, quando Lala venne pizzicato per la prima volta, accusato di spaccio di cocaina.

Momentaneamente a Montacuto finì un connazionale 21enne, sorpreso anch’esso in flagrante mentre cedeva ad un falso assuntore una dose di droga.

Non a caso, nella successiva perquisizione domiciliare, a carico di Lala i militari rinvennero altri 70 grammi della medesima sostanza mortale (già suddivisa in dosi pronte per l’acquisto), 765 euro in contanti e tutto il necessaire per il confezionamento. 

Bravi i Carabinieri, tra un arresto per furto e un indagine per droga, a centellinare le accuse e a raccogliere dossier tali da costringere il magistrato di turno (stavolta è toccato al Gip Piermartini autorizzare la richiesta di custodia cautelare avanzata dalla dottoressa Bilotta) a sottoscrivere un nuovo mandato di arresto.


La droga e gli attrezzi da lavoro dello spacciatore albanese

Dalle indagini partite dall’episodio di Trecastelli gli uomini del neo sotto Tenente Almiento sono così riusciti a mettere a fuoco, a carico di Lala, da ottobre 2019 a febbraio 2020, altri 14 episodi di smercio clandestino di sostanze stupefacenti, tutti a danno di tossici di Senigallia.

I carabinieri hanno ipotizzato per Lumturi Lala una capacità di smercio, in appena 4 mesi, di circa mezzo chilo di polvere bianca; droga che sia pur venduta sotto prezzo a 75-90 euro il grammo, in luogo del canonico centone, ha comportato per l’albanese un discreto incasso stimato attorno ai 40.000 euro lordi.

Oltre al nuovo momentaneo stop-bis inflitto a Lala, i Carabinieri osimani hanno avuto l’opportunità di denunciare in Prefettura un discreto numero di assuntori, tutti legati al canale di spaccio albanese, a conferma del costante monitoraggio del territorio messo in atto dalle forze dell’Ordine, attive quotidianamente sia nella fase preventiva che repressiva dello spaccio.

CONTAGI ZERO? PARTITO IL COUNT DOWN!
GIORNO "X" TRA FINE MAGGIO E INIZIO GIUGNO
COVID, L’ITALIA SCENDE ALL’OTTAVO GRADINO MONDIALE
IL VIRUS DEL 25 APRILE PARI AL LIVELLO 11 MARZO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *