LA ANDREONI (PD) OSPITE ALLA FESTA DEL RAMADAN!
IL PRESIDENTE A CAMPOCAVALLO CON LA FLAMINI

LA ANDREONI (PD) OSPITE ALLA FESTA DEL RAMADAN! IL PRESIDENTE A CAMPOCAVALLO CON LA FLAMINI

 3,263 total views,  2 views today

La città di Osimo rappresentata ai massimi livelli per la fine del digiuno musulmano


SCEGLI IL NUOVO SINDACO AL BALLOTTAGGIO DEL 9 GIUGNO

  • Dino LATINI (51%, 91 Votes)
  • Simone PUGNALONI (45%, 80 Votes)
  • Non so (3%, 6 Votes)

Total Voters: 177

Loading ... Loading ...

Anche il Presidente del Consiglio comunale Paola Andreoni (Pd), accompagnata per l’occasione dal Consigliere comunale uscente Eliana Flamini, pure partito Democratico, alla festa di sabato sera, a Campocavallo, per celebrare la fine del Ramadan.

Le due rappresentanti osimane, la prima in nome dell’Amministrazione Pugnaloni e l’altra a nome del Comune di Osimo, hanno accolto l’invito di tal Aziz Farah, nulla a che vedere con familiari del marocchino condannato di recente per l’omicidio stradale di una coppia di coniugi fidardensi) fatto a nome di una imprecisata associazione islamica denominata casa della cultura, operante nelle Marche.


Un centinaio i presenti a Campocavallo per la fine del digiuno islamico. Foto tratte da cronacheancona.it

L’occasione, a cui hanno partecipato un centinaio tra musulmani e credenti di altre religioni, è certamente stata utile per abbattere, seduti alla stessa tavola, reciproche barriere e cancellare paure e pregiudizi.

Piuttosto la partecipazione istituzionale alla festività da parte delle due esponenti del partito Democratico – festa significante “rottura del digiuno” che, se le cose non cambieranno, tra pochi decenni tutti gli italiani saranno consigliati a prender parte – ha dato il la al solito interrogativo circa l’opportunità o meno della politica dal prendervi parte.


Nel riquadro, il Presidente del Consiglio ANDREONI e la Consigliera FLAMINI, entrambe PD, all’ingresso della festa per il Ramadan. Foto tratte da cronacheancona.it

In una data doppiamente festiva, oltretutto coincidente con il 2 Giugno, festa soprattutto della Repubblica Italiana, l’aspettativa degli osimani, quelli italiani da più generazioni, era per politici più attenti a chi si trova in difficoltà e necessita di aiuti concreti e sostegni morali. Al solita disattesa.

Polemica finale in fundo. La qualificata partecipazione del duo Andreoni-Flamini ha dimostrato in tempo utile (rispetto al voto di domenica) e una volta di più… che le paure e i timori della coordinatrice osimana Franca Magnalardo (circa sovvenzionamenti e aiuti da parte delle Liste civiche per la diffusione di moschee nel territorio osimano), costituiva chiaramente l’ennesima falsa accusa, priva di qualsiasi riferimento oggettivo.

Una voce fatta girare ad arte per mesi, costruita per screditare avversari politici di cui evitiamo fare nome e cognome; anche perchè i veri avversari, come l’elettorato della Lega può vedere chiaramente, hanno fisionomie ben diverse. E riconoscibili.


 

ASTEA DETTO E FATTO, PREMIATI I MIGLIORI GALOPPINI
DA OGGI BRANDONI E RICCINI NOMINATI “CAPETTI”
“CIAO MATTEO, MI CHIAMO MARIANI E VENGO DA OSIMO”
“SCUSA MARIA GRAZIA, VENUTA MOSSA. TUTTO DA RIFARE”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *